Visualizzazioni totali

CERCA NEL BLOG


FANS PAGE FACEBOOK

FANS PAGE FACEBOOK


GIOIA LOMASTI FANPAGE

sabato 27 agosto 2011

Poesia è… (di Emanuele Marcuccio)

Tramonto dalla mia finestra in gennaio 2008
http://www.flickr.com/photos/joetiziano/
TUTTI I DIRITTI SONO RISERVATI ALL'AUTORE 
Non si potrà mai dare una definizione definitiva di “poesia” ma, solo innumerevoli interpretazioni, lo stesso verbo “definire” vuole tracciare dei confini ma, la poesia non ha confini, il suo spirito vivrà sempre e la sua voce cavalcherà i millenni.
Infatti, scrive la grande poetessa Alda Merini: «Non cercate di prendere i poeti perché vi scapperanno tra le dita.».
Oltre all’interpretazione che ne ho già dato nella mia “Introduzione alla poesia”, già pubblicata su questo blog e in vari altri siti, nel corso degli anni ho pensato queste altre interpretazioni, rifacendomi ai concetti già espressi nei miei aforismi (pensieri, massime), per cercare di dare una possibile “definizione” di “poesia” che, per sua natura, sfugge ad ogni univoca definizione.

Poesia è l’essenza dell’introspezione.
Poesia è trasfigurazione del proprio mondo e del mondo.
Poesia è sintesi di un’analisi.
Poesia è il frutto dei sogni, è anima che si fa parola, è emozionare, è portare allo scoperto l’anima.
Poesia è sogno, emozione, meraviglia, “usate” dal poeta come filtro e come ancora per non annegare nella dura realtà.
Poesia è piacere per gli occhi e per il cuore, qualcosa che ci meraviglia e ci colma d’interesse, che ci spinge a ricercar nuovi lidi, dove far approdare questo nostro inquieto nocchiero che è il nostro cuore.
Poesia è la più profonda forma di comunicazione verbale mai creata dall’uomo.
Poesia è voce nel silenzio e visione nel buio.
Poesia è ribellione, una guerra sempre nuova e rinnovata; ribellione ai canoni della prosa, ribellione ai segni d’interpunzione, le pause della poesia non sono le pause della prosa.
Poesia è musicalità, fluidità e spontaneità, sintesi folgorante, ispirazione, senza mediazioni, né di metrica, né di rima.
Poesia è ciò che rende l’ordinario straordinario facendo sì che l’oggi non si perpetui nello ieri.
Poesia è “rappresentazione”, nel senso di interpretazione soggettiva della realtà e, quindi, nel senso di sua ri-creazione e trasfigurazione.
In ultima analisi vi dico ciò che la poesia non è…
Poesia non è mera imitazione della realtà, non è sua fredda riproposizione, come ad esempio l’uso dei vari termini e verbi indecorosi, espedienti fin troppo facili per esprimere rabbia e quant’altro.
Un poeta non è mai mero cronista di ciò che attentamente osserva, non è mai impersonale messaggero, bensì è interprete soggettivo, che ri-crea, trasforma, trasfigura sogni, storie, emozioni.
Infine, poesia, nella sua accezione più ampia, non è specificatamente legata ai versi ma all’arte in genere, quindi anche alla musica, sia classica che leggera. Penso che la musica sia la forma di espressione umana più alta e superiore a tutte le arti, anche alla poesia. Grazie alla musica, nella sua grandezza e profondità, possiamo arrivare persino ad intuire l’universo.
Quanta poesia possiamo scorgere ad esempio in una canzone di Battisti o in un’Opera di Puccini, o in un notturno di Chopin!
O quanta poesia possiamo trovare ad esempio nella “Gioconda” di Leonardo o nella “Pietà” di Michelangelo!


Protetto dai diritti d’autore. Pubblicato ai sensi della Legge 22 aprile 1941 n. 633, Capo IV, Sezione II, e sue modificazioni. Ne è vietata qualsiasi riproduzione, totale o parziale, nonché qualsiasi utilizzazione in qualunque forma, senza l’autorizzazione dell’Autore.
La riproduzione, anche parziale, senza l’autorizzazione dell’Autore è punita con le sanzioni previste dagli art. 171 e 171-ter della suddetta Legge.

TUTTI I DIRITTI RISERVATI
ALL RIGHTS RESERVED
TOUS LES DROITS RESERVES

I diritti di traduzione, di memorizzazione elettronica di riproduzione e di adattamento anche parziale, con qualsiasi mezzo, sono riservati per tutti i paesi.

Nessun commento:

Posta un commento

Non siamo una testata giornalistica. Questo blog non rappresenta una testata giornalistica poiché viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62/2001. L’amministratore del blog declina ogni responsabilità per gli articoli proposti da altri autori o per i commenti aggiunti agli articoli stessi. Eventuali contenuti lesivi dell’immagine o dell’onorabilità di persone terze, o in violazione delle leggi sulla privacy, non sono da attribuirsi all’amministratore del sito, nemmeno se il commento viene espresso in forma anonima o criptata. Qualora fossero presenti contenuti che ricadono nei casi descritti lo si comunichi all'amministratore del blog che provvederà alla loro pronta rimozione.

info@vetrinadelleemozioni.com