Visualizzazioni totali

CERCA NEL BLOG


FANS PAGE FACEBOOK

FANS PAGE FACEBOOK


GIOIA LOMASTI FANPAGE

giovedì 8 settembre 2011

Gli scrittori non sono polli da spennare! di Maristella Angeli

Cari scrittori,

Mi sono imbattuta in un’esperienza poco piacevole e vi scrivo questa mail, affinché anche voi possiate stare attenti a non “abboccare all’amo”, a non cadere come facile preda alle lusinghe o di dare fiducia a chi non la merita.
Non siamo “polli da spennare” e non credo desideriamo essere presi all'amo da chi vuol fare il furbo, approfittando della nostra buona fede. Un po’ come nella fiaba Il corvo e la volpe di Esopo ripresa poi da Fedro e successivamente da Jean de la Fontaine http://it.wikipedia.org/wiki/Il_corvo_e_la_volpe
Eh sì, alla sesta pubblicazione, ho tentato altre strade. Pensavo che affidarsi a qualcuno che avesse curato personalmente l’opera potesse essere una buona idea. Niente di più sbagliato!

Il tizio in questione, di cui non posso fare il nome, mi propone di pubblicare con la sua Casa Editrice, mi scrive che il prezzo sarà sicuramente basso, forse di qualche centinaia di euro. Prevedendo un prezzo conveniente, chiedo la qualità di stampa migliore. La proposta prevede un minimo di 250 copie, chiedo un preventivo spesa che arriva solo dopo che, colui che chiamerò Tizio, mi dice d’inviare il manoscritto e, cosa che mi sembra molto strana dato che è l’ultima cosa che una Casa Editrice richiede, la copertina.
Telefono al Tizio chiedendo il preventivo e informandomi sul tipo di promozione e diffusione, vengo a conoscenza che questi due aspetti non sono presi in considerazione.
Chiedo anche un contratto da firmare con accordi ben definiti e qui si va un po’ sul vago. Il Tizio risponde che sì, ci sarà… sarà un breve scritto essendo da parte di un’Associazione.
Mi arriva la prefazione, molto lusinghiera, infine ecco la sorpresa: il preventivo è di 2.000 Euro!
Quanto è il costo reale di un libro? Mi dicono i ben informati 2,10 ognuno per una stampa di qualità buona più l’iva e le spese di spedizione. Dipende certamente dal numero di pagine, dalla qualità di stampa e dal tipo di copertina.
Il contratto
Arriva a me e al mio compagno un contratto di una piccola Casa Editrice che, afferma non richiede pagamento, ma inserisce la possibilità dell’acquisto di 30 copie, non obbligatorio con uno sconto del 15%.
Dopo aver letto attentamente il contratto noto una clausola importante: l’autore potrà ricevere il 5% sul prezzo di copertina su ogni copia venduta con esclusione delle prime 500. Qual è l’autore esordiente che arriva a tale vendita?

Altre strade possibili…

Cercando altre strade possibili che possano offrire maggiori possibilità agli autori, leggo di un concorso in cui si propone la pubblicazione di una raccolta di poesie. Leggo attentamente: “La pubblicazione è vincolata all’acquisto dell’opera d’Arte, in cartella appositamente creata con due copie dell’antologia”.
Non viene indicata la spesa. Caspita un’opera d’Arte può avere prezzi elevatissimi!

Cari autori, sicuramente Esopo aveva compreso, fin da tempi lontani, che fidarsi è bene, ma non fidarsi è meglio!

2 commenti:

  1. Grazie Gioia!
    Spero che l'articolo possa essere utile.
    Un caro saluto a tutti voi

    Maristella Angeli

    RispondiElimina
  2. Quello che manca è il blog di scrittura femminile. Il talento delle donne. questo è già confezionato come blog misto. Poi ci si collega a Absoluteville, Nazione indiana , letteratitudine, Blanc de ta nuque. VDBD, e altri, come la PoesiA E LO SPIRITO. nE DOBBIAMO PARLARE MOLTO. E poi cè il mio con molta poesia al femminile POeti Clandestini
    Molti editori vogliono sapere su twitter del Talento letterario delle donne. Se volete farlo... Scriverò di più. Ma dev'essere solo di donne.Altrimenti non ha senso. e se non piacciono le nostre poesie, aspettiamo criitiche , non ci offendiamo, ci piace il polemos, odiamo le cose melense!
    E' la mia proposta.
    Dicutiamone

    RispondiElimina

Non siamo una testata giornalistica. Questo blog non rappresenta una testata giornalistica poiché viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62/2001. L’amministratore del blog declina ogni responsabilità per gli articoli proposti da altri autori o per i commenti aggiunti agli articoli stessi. Eventuali contenuti lesivi dell’immagine o dell’onorabilità di persone terze, o in violazione delle leggi sulla privacy, non sono da attribuirsi all’amministratore del sito, nemmeno se il commento viene espresso in forma anonima o criptata. Qualora fossero presenti contenuti che ricadono nei casi descritti lo si comunichi all'amministratore del blog che provvederà alla loro pronta rimozione.

info@vetrinadelleemozioni.com