Visualizzazioni totali

CERCA NEL BLOG


FANS PAGE FACEBOOK

FANS PAGE FACEBOOK


GIOIA LOMASTI FANPAGE

giovedì 1 settembre 2011

Recensione a cura di Fabio Amato per l'Opera "Pagine senza bordi" di Federico Montanari, Aletti Editore


Pagine senza bordiNel  libro "Pagine senza bordi" di Federico Montanari emerge una grande forza vitale, un'energia che conduce il lettore verso esplorazioni intime e profonde del proprio"io"
Lo stesso Autore all'inizio del libro ci dice come il poeta debba "..far crescere nella gente la voglia di vivere. vivere luoghi, estranei, amori e dolori compresi".
In questi versi viene gettata una luce diversa sui fatti che sono parte della nostra esistenza. Bisogna trovare la forza di guardarsi dentro, lasciando da parte l'angoscia che ci accompagna nelle nostre esperienze terrene, o almeno cercare che non sia lei a condurre le danze. L'esplorazione del sé non deve spaventarci, ma anzi aiutarci a svelare i mondi e i moti profondi che ci riguardano intimamente.
L'uomo deve tornare a diventare consapevole della bellezza che lo circonda e che dà senso alla vita,anche nei momenti bui o difficili e la poesia è consapevolezza di questa bellezza che si fa chiarezza e svelamento del mistero.
Consapevolezza della bellezza e chiarezza del mistero di cui siamo parte (la vita) sono elementi sovversivi perché ci parlano dell'essere in una stagione che sembra rimuovere tutto ciò che ci riconduce ad esso.
Concludo con le parole di Montanari che ci dice che "...questo non è un libro triste, qualunque cosa vi sia scritta.
Questo è un libro di slancio, di devota agitazione,di azzardo creativo, di caparbia inondazione richiesta e coltivata; questo vorrebbe essere un libro d'essere".
Un libro dove vive, cresce, ama l'Uomo protagonista nella vita spirituale.

Nessun commento:

Posta un commento

Non siamo una testata giornalistica. Questo blog non rappresenta una testata giornalistica poiché viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62/2001. L’amministratore del blog declina ogni responsabilità per gli articoli proposti da altri autori o per i commenti aggiunti agli articoli stessi. Eventuali contenuti lesivi dell’immagine o dell’onorabilità di persone terze, o in violazione delle leggi sulla privacy, non sono da attribuirsi all’amministratore del sito, nemmeno se il commento viene espresso in forma anonima o criptata. Qualora fossero presenti contenuti che ricadono nei casi descritti lo si comunichi all'amministratore del blog che provvederà alla loro pronta rimozione.

info@vetrinadelleemozioni.com