Visualizzazioni totali

CERCA NEL BLOG


FANS PAGE FACEBOOK

FANS PAGE FACEBOOK


GIOIA LOMASTI FANPAGE

martedì 18 ottobre 2011

Oggi il ricordo di un Poeta: Andrea Zanzotto - Di Marco Nuzzo

Noi di Vetrina delle Emozioni ci associamo al lutto che oggi ha colpito la comunità dei poeti, a causa della morte di Andrea Zanzotto



Da pochi giorni aveva compiuto novant'anni, era stato ricoverato per complicazioni cardiache. 


Pluricandidato al Nobel per la letteratura, Zanzotto era nato il 10 ottobre 1921 a Pieve di Soligo. Già in tenera età sviluppò una propensione per la musicalità che trasmettevano le parole in poesia. 



Il primo importante riconoscimento gli viene conferito al Premio San Babila per la sezione inediti; la giuria era composta da Giuseppe UngarettiEugenio MontaleSalvatore QuasimodoLeonardo SinisgalliVittorio Sereni i quali gli attribuirono il primo premio per un gruppo di poesie, composte tra il 1940 e il 1948, che sarà poi pubblicato nel 1951 con il titolo Dietro il paesaggio.

Scrisse per Questo e altroL'Approdo letterarioParagoneNuovi ArgomentiIl Giorno, l'Avanti!, il Corriere della Sera, per il quale è stato collaboratore esterno fino a pochi anni addietro.


La struttura poetica di Zanzotto è rappresentata dalla deformazione del lessico, dall'innovativa struttura, ma soprattutto sulla costruzione del discorso. La sua poesia è prevalentemente autobiografica e cosparsa di riflessioni filosofico-esistenziali.

Marco Nuzzo
La lingua, secondo Zanzotto, è incapace di render conto dei gradi del vissuto, pertanto il poeta deve trovare una linea che divida la coscienza dall'incoscienza. Da qui nasce il tentativo di trovare un'autentica ed originaria dimensione, sia del dire che dell'essere, partendo da un "massiccio patrimonio linguistico".
Zanzotto, scrive Franco Fortini, non usa strutture metriche codificate, se non quando vuole esibirsi stilisticamente. Più che altro le sue sono pastiche di carattere formale dove prevale il gusto dell'esercizio tecnico.

Nessun commento:

Posta un commento

Non siamo una testata giornalistica. Questo blog non rappresenta una testata giornalistica poiché viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62/2001. L’amministratore del blog declina ogni responsabilità per gli articoli proposti da altri autori o per i commenti aggiunti agli articoli stessi. Eventuali contenuti lesivi dell’immagine o dell’onorabilità di persone terze, o in violazione delle leggi sulla privacy, non sono da attribuirsi all’amministratore del sito, nemmeno se il commento viene espresso in forma anonima o criptata. Qualora fossero presenti contenuti che ricadono nei casi descritti lo si comunichi all'amministratore del blog che provvederà alla loro pronta rimozione.

info@vetrinadelleemozioni.com