Visualizzazioni totali

CERCA NEL BLOG


FANS PAGE FACEBOOK

FANS PAGE FACEBOOK


GIOIA LOMASTI FANPAGE

mercoledì 16 novembre 2011

IL BACIO di Ornella Pennacchioni

Mi guardo tra il sentire e la voce narrante che sono affetta da trasparenza corporea in un cirro di veli senza intermediari, prossima all’assoluto. Se esisto sono nell’eco del sembrare simile alla bugia.
Ma come mai vedo i suoni, le note mi convincono d’avere forma e pensiero, ed osservo l’andare fonetico dove dico io, tanto ondivago quanto stanziale da tenermi sveglia e assopita in quello che si definisce torpore mentale indotto.
M’approfitto dei suoni vaghi, li arraffo al volo come un bottino sensoriale, e ascoltata mi vedo. Guardo il rumore di me che sembro andare trasognata mentre trapasso la difficoltà. Entro nella baldoria eclatante dove non smetto mai di apparirmi appetibile e negata a raccogliere sfumature sonore.
Mi sobbarco ogni responsabilità inchiodata nel luogo casto incitata dalla femmina, supportata dal pensiero che mi annuvola, grondante di rosso e d’un odore talmente robusto e longilineo da sedurre terra e cosmo in differita.
Il bacio. Ora, divina è la parte primordiale, quella non ancora ritoccata da pulsioni definite nel logo in cui si riconosce l’amore. E intanto scorrettamente tento di non identificare azioni rintracciabili in luoghi comuni che rassicurino come una tabellina per principianti e neofiti. Comprendo di voler appartenere alla guglia più alta satura d’ossigeno, quella che mi permette di vaneggiare indisturbata, non fosse che la voce narrante ora proprio ora mi ricorda la logica amorosa del bacio e dell’intenzione condivisa che abbisogna di due.
Sarebbe inverosimile da parte mia scantonare in stereotipi che diano consenso ai romantici ameni condizionati da batticuore di gruppo. Non m' interessa. Se bacio quindi è perché la mia bocca ha deciso baciando di baciarsi sentendosi baciata, in linea al disordine singolare che m’appartiene.
Non basta, ora ho da pensare e ripensare talmente e tanto al bacio, ripeterlo nella mente per ore ed ore come un esercizio mnemonico d’immagini ripetute e stili sequenziali di minuscoli approcci sfiorati, duelli furibondi di papille, finché nella ripetitività avvenga il superamento dell’atto comune per divenire un ideale. Vorrei avere una mantella sensoriale che contenga suoni e parole simile a petali di dalia rosso amaranto, perché girando in tondo la vertigine segni un cerchio, possa io somigliare ad un essere alato, così, preda mobile avvezza alle voglie altrui di cui decido l’esclusiva.
Sublimando l’atto del bacio in teorema sbiadito che fissa sconsolato i miei agi mentali, mi sono sentita perché ascoltata, mi sono baciata oltre l’inquadratura assegnatami dalla norma. Un delirio in transito provvisorio mi da ragione come si conviene a chi sa vedere il vento arrivare, entrare inosservato nei capelli, e all’orecchio dire cose segrete mentre smonto il meccano del bacio con un sorriso intimo sulle labbra pari ad un messaggero enigmatico. Vorrei un alibi e subito a questa formula unilaterale che sdoppia e dissacra il bacio abitudinario. Qualcuno mi difenda con molte menzogne, e mi consoli senza contraddire come si fa con gl’intrattabili.


TUTTI I DIRITTI SONO RISERVATI E PROTETTI DA COPYRIGHT

Nessun commento:

Posta un commento

Non siamo una testata giornalistica. Questo blog non rappresenta una testata giornalistica poiché viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62/2001. L’amministratore del blog declina ogni responsabilità per gli articoli proposti da altri autori o per i commenti aggiunti agli articoli stessi. Eventuali contenuti lesivi dell’immagine o dell’onorabilità di persone terze, o in violazione delle leggi sulla privacy, non sono da attribuirsi all’amministratore del sito, nemmeno se il commento viene espresso in forma anonima o criptata. Qualora fossero presenti contenuti che ricadono nei casi descritti lo si comunichi all'amministratore del blog che provvederà alla loro pronta rimozione.

info@vetrinadelleemozioni.com