Visualizzazioni totali

CERCA NEL BLOG


FANS PAGE FACEBOOK

FANS PAGE FACEBOOK


GIOIA LOMASTI FANPAGE

lunedì 27 febbraio 2012

INTERVISTA AL CANTAUTORE MAX DAKOTA PER VETRINA DELLE EMOZIONI A CURA DI GIOIA LOMASTI


Quando hai scoperto di avere qualità artistiche?

Fin dalla tenera età, in maniera inconscia, senza nemmeno sapere o essere informato sull’esistenza di cosa sia e che significato abbia la parola artista! un artista! Boh! Forse ero troppo impegnato a creare e distruggere l’arte prima di rendermi conto che avessi fatto qualcosa di particolare
E attualmente nell’età in cui mi trovo ora credo di avere capito finalmente forse fin troppo,al punto di aver scritto una canzone, dal titolo “gli artisti”, il significato che ne trae origine e con il senno di poi, mi ha fatto comprendere che da ciò che costruivo in tenera età, non fosse stata pura casualità ma l’inizio di un futuro, dì formazione di fatto, di arte.

C'è stato qualche motivo importante che ti ha mosso in questa direzione?

Diciamo che noi tutti in qualche modo siamo un po’ artisti, nel senso che abbiamo dei modi di vita e di pensiero simili, ma ognuno esterna nella vita una sua piccola originalità che ci distingue, il fatto è che non tutti hanno la possibilità o il tempo di esprimerlo ad altri individui, o peggio ancora racchiudono la loro possibile arte in gabbia, come una tenuta chiusa per molto tempo, ed alcuni non si rendono conto di avere appunto delle qualità, fino al momento in cui riescono a liberarsi ed uscire fuori "dalla gabbia ”. 
Nel mio caso il motivo è la forte passione per la musica che fa parte di me da sempre, ed ha giocato il fatto che è stata esternata grazie ha un breve periodo di tempo in disoccupazione, una pausa di riflessioni o definiscile come vuoi, e questo mi ha permesso di buttare su carta definitiva i miei pensieri di ieri e di oggi trasformandoli in canzoni tanto da arrivare a provare ad inacidire un album. Ovviamente ha favoreggiato il fatto della mobilità che è stata la chiave che ha aperto la gabbia. Siamo quindi tutti un po’ artisti e credo che giochi molto il fatto di averne il tempo per poter provare a crescere; e siccome l’arte non ha tempo, senza tempo diventa difficile coltivare l’arte stessa.

Secondo te, che significato ha la musica?

La musica per me è come una fidanzata senza tempo senza orologio o meglio ferma nel tempo, alla quale non ti stacchi mai se scorre nelle vene, senza dimenticarne anche il significato se vogliamo dare interpretazione sin dalle prime origini, esempio nel popolo indiano d’America, la facoltà e la capacità di scacciare gli spiriti maligni dal proprio corpo…Ed è questo che continua a fare e per chi la sente veramente parte di sé il primo risultato di benessere è proprio questo, allontanare tutte le negatività. Insomma io quando canto mi sento più libero,leggero,dimentico tutto quello che mi sta’ intorno…Ed è bellissimo poterlo fare.

Immaginando di descrivere la tua arte in parole semplici, comprensibili a tutti, come la definiresti?

Veramente se devo usare parole semplici, ne basta solo una “libertà”, perché l’arte è costituita da libertà di sogni di ideali, senza i quali saremmo parte di un teatro mostruoso di burattini…Mossi dallo stesso filo..

Io ancora oggi, mi emoziono come fosse la prima volta, quando salgo su un palco, e credo che qualsiasi artista di ogni genere, dal musicista, all’acrobata, ecc... Abbia questa specie di  reazione. Essa è ben lontana dalla paura, è un’emozione da pelle d’oca, una di quelle che capitano poche volte nella vita, ad essere sincero un’emozione che provo come per me stesso, ma allo stesso tempo quando mi imbatto in altre correnti artistiche, mi trasmettono sempre una forte emozione soprattutto quando vedi e leggi sul viso di chi la pratica, tutta la passione che ha nel cuore.

Qualcuno pensa che fare il mestiere di artista sia una strada da "fannulloni “che non porta a nulla, secondo te?

Sicuramente per coloro che la giudicano in questo modo, sta a rappresentarci che non possiedono certo nessuna qualità artistica, quindi non è detto che sia colpa di ignoranza, anche se questa parola deriva dal fatto del non conoscere, del non sapere, ma semplicemente perché se non sei un artista non puoi capire. Senza dimenticare che il fannullone pur con le sue qualità. È molto diverso dall’artista, io credo che sia più fannullone colui che nasce “con la camicia” e la pappa pronta…E "fannullona" barcollando qua e là perché non ha bisogno di procurarsela….mentre chi esibisce la propria arte è un vero vincente perché significa che o è nato con qualità oppure ha lavorato molto per emergere,cosa ben molto lontana dall’essere "fannulloni"!.

Le conoscenze in questo campo sono indispensabili per emergere?

Purtroppo sono costretto ha pensare di si….Ma dividendo le categorie in diverse sotto categorie, mi ricollego in parte ad una delle altre domande, ci vuole il tempo o il denaro…Se non hai conoscenze…E ovviamente bisogna possedere un’arte.
Anche se ahimè ci sono persone che crescono solo grazie alla soluzione di appigli giusti ma in realtà sono meno bravi e meno artisti di altri che non possono emergere per vari motivi, e questo mi sconsola molto perché tutti gli artisti non conosciuti dovrebbero avere la possibilità di mettersi in gioco, anche se cosi facendo scavalcherebbero molte copie “false” e questo non giocherebbe affatto alla classe sociale alta.


E' cambiato qualcosa nel tuo mondo, interiormente?

Credo di si, anche se in fondo sono sempre stato un disastro soprattutto nella vita sociale, mi sono accorto che ogni tanto avere i propri spazi ed essere soli, gioca a buon mercato, nel senso che si possono trovare delle migliori soluzioni, ma in caso non si dovesse riuscire almeno non fai del male a chi ti sta’ accanto.
E soprattutto è cambiato il mio modo di pensare, di pormi difronte agli altri, di competermi più volte nell'uscire a testa alta in ogni occasione, perché dentro il cerchio della vita ognuno gioca la sua partita e perdente o vincente, non importa a nessuno, l'importante e' gli che si dia sempre giusto valore.

Che genere di pubblico ti segue?

Diciamo che non ho ancora dei fans fissi anche perché sono appena agli inizi, perché fino a prima di decidere di provare qualcosa di mio ho sempre fatto esibizioni di cover. Quindi il pubblico era preparato e presente per questo tipo di  evento…E non era preparato per sentire me. Ecco che qui cade in gioco la mia definizione di arte, secondo me si può avere qualsiasi tipo di vocazione, però io giudico un artista al cento per cento colui che crea qualcosa di suo, indipendentemente dal fatto che sia migliore o peggiore, però il risultato è quello che conta concretizza un proprio io…Ed è qui che l’arte si differenzia, anche perché nel caso del canto, uno può avere doti vocali estreme, quasi da copione all’originale, ma a mio parere non può essere definito artista se si esibisce solo perché si avvicina molto alla vocale originale, credo sia più corretto definirlo una qualità, non un arte, senza offesa per nessuno ovviamente.

Hai un esempio artistico che apprezzi maggiormente?

Si diversi nel mio genere, quello musicale come Fabrizio de André, sia come artista, poeta, cantautore, stile di pensiero, ecc. Credo che senza l’amore per la sua musica e parole non avrei mai cominciato a fare quello che ho fatto, e sto facendo tutt'ora.
E poi nutro un certo interesse negli acrobati da circo, quando mi capita di vederli mi emoziono, soprattutto quelli al femminile, semplicemente per il fatto che la donna nella sua fragilità, riesce ad essere cosi forte e a fare cose talvolta superiori all’uomo.

Faresti della tua arte una professione?

Sicuramente si, se magari fosse sufficiente per guadagnare la "pagnotta", anche perché unirei la mia arte alla mia professione.

Qual è la migliore qualità in un artista?

Come già detto la migliore qualità è essere parte dell’arte che si propone, deve essere  propria ed unica in tutte le forme dal concepimento fino all’esporsi con l'amore e la propria anima.

Ringrazio Max Dakota per questa intervista

LINK:  YOUTUBE  :  THEMAXDAKOTA
FACEBOOK: MAX DAKOTA
BLOG: VETRINA DELLE EMOZIONI  : MAX  DAKOTA




3 commenti:

  1. presto in uscita il nuovo album "dentro il cerchio della vita"

    RispondiElimina
  2. finalmente è uscito in distribuzione digitale l'album contenete 12 brani pop rock
    autore compositore the max dakota

    RispondiElimina
  3. da ottobre 2012 disponibile il nuovo album "sibili dall'anima" by the max dakota

    RispondiElimina

Non siamo una testata giornalistica. Questo blog non rappresenta una testata giornalistica poiché viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62/2001. L’amministratore del blog declina ogni responsabilità per gli articoli proposti da altri autori o per i commenti aggiunti agli articoli stessi. Eventuali contenuti lesivi dell’immagine o dell’onorabilità di persone terze, o in violazione delle leggi sulla privacy, non sono da attribuirsi all’amministratore del sito, nemmeno se il commento viene espresso in forma anonima o criptata. Qualora fossero presenti contenuti che ricadono nei casi descritti lo si comunichi all'amministratore del blog che provvederà alla loro pronta rimozione.

info@vetrinadelleemozioni.com