Visualizzazioni totali

CERCA NEL BLOG


FANS PAGE FACEBOOK

FANS PAGE FACEBOOK


GIOIA LOMASTI FANPAGE

giovedì 9 febbraio 2012

MARLUNA TEATRO presenta "Due"


di Licia Lanera e Riccardo Spagnuolo

con Licia Lanera

luci e suono Riccardo Spagnulo

In una piccola stanza bianca c'è una donna dalle profonde occhiaie e dai capelli rossi. E' vestita di bianco e cammina su dei tacchi alti.  A metà tra un'infermiera e il vestito della prima comunione.                                                            
Confinata tra quattro pareti, in uno spazio immaginario, della mente, c’è quello che rimane della vita di una donna, la cui storia d'amore è finita con un addio.
Lui l'ha lasciata per un altro uomo, lei lo ammazza.                  
                   
E' un ritorno al massacro, in cui la narrazione si fonde con l'azione scenica e il bianco della purezza e dell'infermità si confonde con il nero della cronaca. 
Il rosso sta per il sangue.
Il vero racconto riguarda un momento, quello del forchettone che la donna pianta nel collo dell'amato, senza pietà alcuna: inizia così la lotta esasperata tra la vita e la morte, che si conclude con l'annientamento finale. Lei non risparmia un dettaglio dell'assassinio; con brutale lucidità ricostruisce le sensazioni, le immagini, i respiri agonizzanti della vittima, le sue ultime forze, gli occhi vitrei. La recitazione è abolita: il testo, scomposto e sincopato, viene trasmesso dall’attrice attraverso una robotica sonnolenza, algida e asettica. L'uso del microfono rende ancora più dichiarato questo straniamento. Una sorta di incubo splatter costruito sui brutali racconti di noti assassini, uno fra tutti Luigi Chiatti. Ci ha colpito la loro lucidità nel raccontare degli eventi così gravi, la loro leggerezza, l'inconsapevolezza infantile, di fronte agli occhi attoniti dei parenti delle vittime. E' l'inquietante straniamento di chi ragione non ha. E' il muto grido di chi ha perso se stesso nella sua follia.
Fibre Parallele, compagnia proveniente da Bari, stupisce tuttora per la maturità creativa a dispetto della giovanissima età dei fondatori (entrambi under30). E' composta - nel suo nucleo creativo - da Licia Lanera e Riccardo Spagnuolo. Attiva dal 2005, ha all'attivo spettacoli che hanno meritato la fama dei migliori palcoscenici italiani, grazie a uno stile peculiare frutto di dissacrante ironia, a un uso degli appararti scenici e drammaturgici che non conosce noia e ripetizione nel panorama attuale, e a tanto, tantissimo lavoro di sala.

Domenica 12 febbraio h.19.30
INCONTRO TEATRALE PRSSO MARLUNA TEATRO
VIA 66° STRADA A DENOMINARSI N°20 TRANI(BT)
PRENOTAZIONE    OBBLIGATORIA   per info:

Nessun commento:

Posta un commento

Non siamo una testata giornalistica. Questo blog non rappresenta una testata giornalistica poiché viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62/2001. L’amministratore del blog declina ogni responsabilità per gli articoli proposti da altri autori o per i commenti aggiunti agli articoli stessi. Eventuali contenuti lesivi dell’immagine o dell’onorabilità di persone terze, o in violazione delle leggi sulla privacy, non sono da attribuirsi all’amministratore del sito, nemmeno se il commento viene espresso in forma anonima o criptata. Qualora fossero presenti contenuti che ricadono nei casi descritti lo si comunichi all'amministratore del blog che provvederà alla loro pronta rimozione.

info@vetrinadelleemozioni.com