Visualizzazioni totali

CERCA NEL BLOG


FANS PAGE FACEBOOK

FANS PAGE FACEBOOK


GIOIA LOMASTI FANPAGE

giovedì 24 maggio 2012

SI PRESENTA L'OPERA AAVV DEL PRIMO CONCORSO DI POESIA 2011 - TREBBI DI POESIA ALLA PUBBLICA ASSISTENZA DI RAVENNA - LA SOLIDARIETA'

SI RINGRAZIA IL COMUNE DI RAVENNA
 E
 LA PUBBLICA ASSISTENZA
DI RAVENNA

UN GRAZIE A TUTTI I PARTECIPANTI 


NEL CASO VENGA FATTA RICHIESTA DELL'OPERA AAVV
I PROVENTI 
SARANNO DEVOLUTI INTERAMENTE
ALLA PUBBLICA ASSISTENZA ONLUS DI RAVENNA
VETRINADELLEEMOZIONI.COM SI RENDE DISPONIBILE 
ALL'INOLTRO  DI RELATIVE RICHIESTE
ALL'ASSOCIAZIONE

INFO ORDINI

INTRODUZIONE

TREBBI DI POESIA ALLA PUBBLICA ASSISTENZA
RAVENNA


Fare incontri di poesia alla Pubblica Assistenza, di certo e' un'idea originale non priva comunque di legami logici. La poesia è l'espressione letteraria che più' condensa i nostri stati emotivi. Ogni parola in poesia diventa ritratto di ascolto profondo, ogni parola matura i sentimenti e spinge alla ricerca di parole nuove. La poesia aiuta a creare uno spirito forte. Le persone che si dedicano al volontariato devono avere forza d'animo, generosità, altruismo: buone virtù morali da mettere al servizio dell’impegno civico. E' così che l’uomo di qualità si trasforma in buon cittadino. Non basta star dentro la comunità per essere cittadini. E’ il modo in cui si sta dentro la comunità che rende cittadini. In questo tempo c'e tanto bisogno di comunità, tanto bisogno di sentire circolare buoni sentimenti e maggiore spirito pubblico. La poesia ci aiuta, propone pensieri profondi e ci rende più umani. " Restiamo umani " diceva Vittorio Arrigoni " voglio essere ricordato per i miei sogni ". La solidarietà è infatti responsabilità, ma e' anche creatività. Come fu creativa l'esperienza dei " trebbi poetici " con l'idea di portare la poesia nel popolo, nelle piazze, nei luoghi dell'incontro. Leggere poesie nel garage delle autoambulanze, in autunno, riscaldati da buono e semplice cibo è stata davvero una esperienza originale. Non abbiamo cercato i perché. Leggere poesie è bastato per creare il clima giusto della convivialità, della conoscenza attraverso i sentimenti. Se questo è stato il primo concorso di poesia della Pubblica Assistenza le intenzioni sono dunque buone, attendiamo la seconda rassegna per incontrarci.
                                                                                             
Giovanna Piaia

(Assessora ai Servizi Sociali, Sanità, Diritti degli Animali, Casa, Volontariato, Politiche e Cultura di Genere al Comune di Ravenna)


1981-2011: LA PUBBLICA ASSISTENZA DI RAVENNA COMPIE 30 ANNI

Da allora la nostra Associazione ha compiuto passi da gigante.
Numerosi sono stati i volontari che hanno prestato un po’ del loro tempo a beneficio della collettività, tanti sono quelli che ancora oggi sono presenti, di questi moltissimi sono giovani.
Fra le molteplici iniziative che, per valorizzare al meglio questo nostro compleanno abbiamo realizzato, tutte nel segno dell’assistenza sanitaria, una si distingue dalle altre.
Organizzare un concorso di poesia non era scontato ne usuale in un ambiente come il nostro fatto di pazienti ed ambulanze, ma Volontariato, Solidarietà e Poesia ci sono sembrati subito tre argomenti che tra loro si tenevano, e si tengono, benissimo.
Volontariato, solidarietà e poesia sembrano sentimenti, tanto sono intimamente nascosti e soggettivi, per dirla semplicemente vengono tutti dal di dentro.
Mossi forse dalla stessa dolcezza di sguardo verso i nostri simili.
Vogliamo ringraziare quanti hanno partecipato con la loro fatica al nostro 1° concorso poetico e rivolgiamo i nostri complimenti a quelli che maggiormente si sono distinti, che la giuria composta dai Sigg. Anna De Lutiis, Giovanna Piaia, Paolo Borghi, Pierluigi Canestrari e Dario Bartoletti ha voluto premiare con la seguente motivazione:
“abbiamo deciso all’unanimità di scegliere come prima classificata la poesia “Mentre” di Tamara Cavina.
Prima di tutto abbiamo rilevato la pertinenza del tema: La solidarietà
In seguito, con un'attenta analisi, abbiamo sottolineato il progressivo avvicinarsi del protagonista a chi chiedeva aiuto; un'avvicinarsi quasi fisico come indicano le parole “odoro” la tua vita-, una distesa di candida neve su cui restano impresse impronte pesanti come il dolore che l'atro ha sofferto. Pure, la vicinanza, la mano tesa, per un momento si trasformano in una "luce come una lama", un guizzo che illumina la tristezza dell'altro, un raggio insperato come l'amicizia e la solidarietà offerta. Infine l'abbraccio che scalda entrambi i cuori:di chi da e di chi riceve, perché un gesto di solidarietà dona gioia alla persona a cui è indirizzata ma gratifica e fa sentire leggero chi lo fa "non sono ancora ali/ma un'idea di volo", l'immagine di una solidarietà che si diffonde nella speranza di toccare il cuore di un numero sempre maggiore di persone.
Abbiamo altresì deciso di ricordare con una menzione speciale ,per la particolare importanza del tema affrontato, “Estate Siciliana” di Massimo Manzoli.

Un ringraziamento a quanti ci hanno aiutato in questa piccola cosa ed in particolare alle Autorità, Associazioni, Enti e singoli cittadini che ci hanno sostenuto nello svolgimento delle iniziative per il 30° compleanno.

                                      Dino Guerra
Dario Bartoletti





IMPAGINAZIONE TESTI
A CURA DI GIOIA LOMASTI & FRANCESCO ARENA

COPERTINA E IV DI COPERTINA - EDITING IMAGE
A CURA DI GIOIA LOMASTI & FRANCESCO ARENA

QUESTO PROGETTO E' SUPPORTATO DA 




Nessun commento:

Posta un commento

Non siamo una testata giornalistica. Questo blog non rappresenta una testata giornalistica poiché viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62/2001. L’amministratore del blog declina ogni responsabilità per gli articoli proposti da altri autori o per i commenti aggiunti agli articoli stessi. Eventuali contenuti lesivi dell’immagine o dell’onorabilità di persone terze, o in violazione delle leggi sulla privacy, non sono da attribuirsi all’amministratore del sito, nemmeno se il commento viene espresso in forma anonima o criptata. Qualora fossero presenti contenuti che ricadono nei casi descritti lo si comunichi all'amministratore del blog che provvederà alla loro pronta rimozione.

info@vetrinadelleemozioni.com