Visualizzazioni totali

CERCA NEL BLOG


FANS PAGE FACEBOOK

FANS PAGE FACEBOOK


GIOIA LOMASTI FANPAGE

domenica 29 luglio 2012

Il Mito della Lanterna di Jim Tatano - edizioni Il Ciliegio



Introduzione de “Il Mito della Lanterna” di Jim Tatano - edizioni Il Ciliegio


Un giallo sapienziale. Un'operetta morale. Un manuale (e non suoni riduttivo) filosofico per guidare alla scoperta del senso dell'esistere, alla sua intrinseca luce, pur con tutta l'arduità che ciò comporta. Un romanzo breve in forma di saggio o viceversa, in un mélange particolarmente riuscito. O, anche, uno scintillante e profetico “ronzio oniroide”, “un cammino emotivo verso la conoscenza”. Echi di Eco e Dan Brown, arabeschi e incisioni alla William Blake, Platone et alii. Il Mito della Lanterna di Jim Tatano è una di quelle rare storie capaci di istruire, nel senso più vasto e nobile, e, nel contempo, di avvincere.

Tutto prende le mosse da un sogno estremamente complesso e articolato che fa Giorgio Araldi, detto Jojo, speaker di una radio e giornalista in una imprecisata cittadina italiana. Il viaggio onirico dell'alias del protagonista è costellato di simboli, allegorie e arcani: una grotta; un fiume e un ponte di antiche
pietre; delle rovine e dei costruttori; una strada al bivio fra un campo di loglio e uno di grano; un uomo incappucciato con un bastone e un mantello nero che lo chiama “Nathan”; la visione di sé morto; un obelisco; un libro con le pagine bianche, vuote; un grande cerchio e tre stelle parallele... Bisogna morire prima di morire... Il saggio, per essere tale, deve essere deriso... Trova la lanterna…
E la realtà si rivela non meno sorprendente nel tentativo di svelare l'enigma del sogno. Il giovane io narrante intraprende un viaggio, come un umile pellegrino, verso la conoscenza, dalle radici dell'essere per farvi ritorno, accompagnato nelle varie fasi da un saggio professore di filosofia – Massimo, zio della fidanzata, Virginia Astrea (un nome non casuale, bensì causale), che lo aiuterà a decifrare un crittogramma, ingegnosa inserzione che accresce il fascino della storia – e da Mister Thomas Benjamin Royston, eccentrico poeta scozzese, un iniziato (ma non di oscure sette), i cui versi di esoterico simbolismo rimbombano
nei pozzi della psiche e dell'anima.
Il Mito della Lanterna è un libro di molteplici sfumature e suggestioni che, anche quando pare avvolgersi nel didascalico per sviscerare e dimostrare le proprie tesi, lo fa con eleganza superiore e sopraffina. Ogni divagazione aggiunge e non toglie. È un'esplorazione dell'universo interiore: spazi infiniti e sovente inesplorati, dove giacciono, insieme con i pericoli, tesori di meraviglie. Un'apologia della libertà che nasce dal Bene e con il Bene.
Spirito, coscienza e conoscenza sono il traguardo non facile ma cui tendere, lo strumento e il fine in concordia, una fine che è ancora incipit, l'avventurosa via da cercare, intraprendere e seguire, l'itinerario che insieme deve essere tracciato da mente e cuore congiunti, l'orizzonte. La luce rischiarerà la via, sarà il
premio. La luce dell'amore e la lanterna della conoscenza che convergono, con ineluttabile generosità, a delineare una vita degna, piena e, perché no?, felice.



A cura di Alberto Figliolia





Jim Tatano nasce nel 1984 a Mussomeli e da sempre vive a Villalba. Muove i suoi primi passi letterari scrivendo poesie e brevi saggi in giornali locali. Ha esordito nella narrativa nel 2009 con il romanzo “Il Magico Giardino” ottenendo un discreto successo di critica e pubblico. Dal 2011 scrive per il giornale telematico Castello Incantato e per il suo blog Flatus Vocis. Il 30 giugno è uscito “Il Mito della Lanterna” (Edizioni Il Ciliegio).

Il libro è acquistabile su i più noti siti librari del web o ordinabile nelle librerie.

Contatti:
FanPage di Facebook: Jim Tatano
Gruppo di Facebook: “Il Mito della Lanterna” di Jim Tatano












Nessun commento:

Posta un commento

Non siamo una testata giornalistica. Questo blog non rappresenta una testata giornalistica poiché viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62/2001. L’amministratore del blog declina ogni responsabilità per gli articoli proposti da altri autori o per i commenti aggiunti agli articoli stessi. Eventuali contenuti lesivi dell’immagine o dell’onorabilità di persone terze, o in violazione delle leggi sulla privacy, non sono da attribuirsi all’amministratore del sito, nemmeno se il commento viene espresso in forma anonima o criptata. Qualora fossero presenti contenuti che ricadono nei casi descritti lo si comunichi all'amministratore del blog che provvederà alla loro pronta rimozione.

info@vetrinadelleemozioni.com