Visualizzazioni totali

CERCA NEL BLOG


FANS PAGE FACEBOOK

FANS PAGE FACEBOOK


GIOIA LOMASTI FANPAGE

lunedì 30 luglio 2012

Presentazione di Belinda Victoria di Daniela Bigottà


Presentazione di Belinda Victoria di Daniela Bigottà

Narrativa
1a edizione 7/2012
Formato 15x23 - Copertina Morbida - bianco e nero
408 pagine

Tra cielo e terra 
Fra animali parlanti, personaggi buffi, talismani e diafane fate, si potrebbe provare la diffidenza di chi pensa di doversi immergere in un universo nuovo, ma ci si accorge invece poco per volta che si tratta di qualcosa di familiare e che risveglia una memoria culturale atavica, dove la componente fantastica si sovrappone al realismo di un'ambientazione comunale-borghese. In questo è la dimensione letteraria del romanzo,che prosegue idealmente la tradizione italiana nata coi novellieri del '500.

La sinossi:

Dal fagotto spuntò una piccola mano rosata, che si chiuse subito a pugno per poi aprirsi e richiudersi, come a degnare i presenti di un beffardo saluto". Il romanzo di Daniela Bigottà prende l'avvio da questa descrizione che affascina e incuriosisce, introducendo alla cronaca dei primi incredibili anni di vita di Belinda Victoria, bambina respinta eppure contesa. In un villaggio abbandonato a se stesso, dove non succede mai nulla, una cicogna fa scivolare un fagotto rosa-confetto lungo la canna fumaria di una villa decrepita, in cui vivono un'anziana contessa e i suoi servitori africani, moglie e marito. Ed ecco la sorpresa, lo stupore, l'incomprensione e la rivolta dei compaesani, i sensi di colpa. Ma anche la svolta, l'accettazione, il ravvedimento. E l'ostinazione di una donna convinta che la bambina sia quella a lei destinata, e che ricorre ad ogni sotterfugio pur di strapparla a un contesto ormai conquistato dall'amore. Un romanzo all'insegna dell'assoluta libertà da categorie e classificazioni, che racchiude un universo sensibile, fantasioso, palpitante. Una straordinaria vitalità pervade le scene e i personaggi, i loro surreali dialoghi, gli imprevisti accadimenti. Si sogna, si riflette, ci si commuove e, più di una volta, si sorride, sul filo di un sottile e spiazzante umorismo, che mai abbandona la narrazione.



3 commenti:

  1. era ora che uscisse questo tuo capolavoro Daniela,
    dimmi come si fa per comprarlo,,,

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Devi andare su questo link:
      http://ilmiolibro.kataweb.it/schedalibro.asp?id=845379
      Grazie.

      Elimina
  2. Guarda la scritta in violetto "info ordini". Parte tutto da lì...
    Grazie!

    RispondiElimina

Non siamo una testata giornalistica. Questo blog non rappresenta una testata giornalistica poiché viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62/2001. L’amministratore del blog declina ogni responsabilità per gli articoli proposti da altri autori o per i commenti aggiunti agli articoli stessi. Eventuali contenuti lesivi dell’immagine o dell’onorabilità di persone terze, o in violazione delle leggi sulla privacy, non sono da attribuirsi all’amministratore del sito, nemmeno se il commento viene espresso in forma anonima o criptata. Qualora fossero presenti contenuti che ricadono nei casi descritti lo si comunichi all'amministratore del blog che provvederà alla loro pronta rimozione.

info@vetrinadelleemozioni.com