Visualizzazioni totali

CERCA NEL BLOG


FANS PAGE FACEBOOK

FANS PAGE FACEBOOK


GIOIA LOMASTI FANPAGE

sabato 28 dicembre 2013

Presentazione dell'opera DolceMente al Soffio di De André - Gioia Lomasti - Genova 21 dicembre 2013

Sabato 21 Dicembre 2013
Presso Damare Restaurantbar Genova
La scrittrice Gioia Lomasti presenta la sua nuova opera
DolceMente al Soffio di De André.
http://ww2.photocity.it/Vetrina/Detta...
Relatore Mariano Brustio
Intervento musicale Giuseppe Cirigliano
Evento organizzato da Antonio Rocchi
Editing e Video Marcello Lombardo
Voce recitante Marco Nuzzo
Gioia Lomasti
DolceMente al Soffio di De André
WEB SITE
DolceMente al Soffio di De André, un must per gli amanti del Cantautorpoeta e per la lettura della poesia di valore. Questo omaggio a Fabrizio De André, vede l`autrice Gioia Lomasti nuovamente accompagnata dalla prestigiosa arte di Stephen Alcorn (The Alcorn Studio & Gallery), quale gentile concessione delle molteplici linoleografie a sua cura. L'opera evince preziosi scritti a firma di Mariano Brustio, memoria storica del Faber, Norman Zoia, artista & parolista/paroliere, Alessandro Spadoni giornalista e critico letterario; inoltre a dedica dell'opera si possono carpire rilevati contributi degli scrittori Alessandro D`Angelo, Marco Nuzzo e Fabio Amato. Francesco Arena ne ha curato l`aspetto grafico di copertina, associandovi elementi figurativi all'incantevole arte linoleografica di Stephen Alcorn. Marcello Lombardo coordina la direzione d'opera e compone la bibliografia artistica dell'autrice tratteggiandone gli innumerevoli progetti e riconoscimenti ricevuti. 
ISBN  978-88-6682-508-1 
Info Ordini
http://ww2.photocity.it/Vetrina/Detta...

Recensione "Il segreto di babbo natale"!!! - RecensioniFilmeTopTen



TRAMA DEL FILM IL SEGRETO DI BABBO NATALE

Agli inizi, Babbo Natale aveva un piccolo laboratorio e pochi elfi che lo aiutavano nel suo difficile compito di portare i regali a tutti i bambini, ma con il passare degli anni e l'aumentare dell'importanza del Natale è stato costretto a rinnovarsi. Ora infatti, tutti i suoi elfi migliori fanno parte della Santech, che costruisce ogni sorta di marchingegno in grado di aiutare Babbo Natele nel suo difficile incarico. Bernard, il nostro protagonista, ha sempre voluto farne parte e quest'anno ha inventato un dispositivo eccezionale da mostrare alla Santech, ma a causa di un elfo troppo curioso il marchingegno va in frantumi e la barriera che protegge il Polo Nord si rompe. Toccherà a Bernard proteggere il suo mondo e Babbo Natale dalle mire di Nevill Baddinghton, che da molto tempo prova rancore verso Babbo Natale.

martedì 17 dicembre 2013

Il Lupo - Ucroniutopia (videoclip)




Videoclip della canzone "Il Lupo" di Gianluca Lalli degli "Ucroniutopia".
Videoclip vincitore premio HARD ROCK CAFE 2013
Presentato al Festival del Cinema di Venezia (settembre 2013)
Prodotto da Gianluca Lalli
Testo, musica e sceneggiatura: Gianluca Lalli

domenica 15 dicembre 2013

PAT METHENY - Una chitarra oltre il cielo di Luigi Viva ed. Stampa Alternativa


PAT METHENY 
Una chitarra oltre il cielo 
di Luigi Viva 
ed. Stampa Alternativa 
(2013)
A distanza di 24 anni dalla prima edizione e a 10 della seconda ho il piacere di annunciare la3a edizione del mio libro PAT METHENY - Una chitarra oltre il cielo



Il testo e' stato completamente riveduto ed arricchito con notizie e storie come quella che riguarda Giulio Carmassi, italiano, entrato a far parte della nuova band Pat Metheny Unity Group. 

Il libro in uscita dal 27 novembre 2013 
grazie  all'editore Stampa Alternativa 
e sara' in tutte le librerie da inizio di dicembre.



Luigi Viva

PAT METHENY 
Una chitarra oltre il cielo
COLLANA: New jazz people
GENERE:
pp. 400
Anno: 2013







Vincitore di venti Grammy Awards, Pat Metheny è considerato uno dei più importanti musicisti contemporanei. Chitarrista e compositore di grande levatura, alla guida del Pat Metheny Group ha firmato alcuni dei più esaltanti episodi del jazz moderno. 

Nelle esperienze solistiche, con il suo trio, nel disco con Ornette Coleman, nelle collaborazioni con Charlie Haden, Michael Brecker, David Bowie, John Scofield, Steve Reich, Joni Mitchell, Milton Nascimento, ha sempre lasciato il marchio del suo stile unico e inconfondibile.
Instancabile ricercatore di tecnologie e strumenti, ha contribuito alla realizzazione di nuovi strumenti acustici, alcuni dei quali entrati nella storia della liuteria dando inoltre vita all’incredibile Orchestrion, l’orchestra meccanico-digitale con la quale ha stupito le platee di tutto il mondo.
Una chitarra oltre il cielo, unica biografia esistente sul musicista del Missouri, partendo dall’infanzia racconta il lungo percorso umano e artistico di Metheny attraverso dichiarazioni inedite del protagonista, dei suoi familiari e dei molti musicisti che l’hanno avuto al fianco. Viene inoltre passata in rassegna l’intera produzione musicale, arricchita da notazioni sullo stile. 
La sezione biografica è completata da alcuni capitoli non meno importanti: la strumentazione; le chitarre costruite da Linda Manzer; la storia di Lyle Mays, compagno di viaggio nel Pat Metheny Group; il resoconto di una giornata in tournée; la discografia completa.
Un testo ricchissimo, documentato e avvincente, nel quale si intersecano emozioni e storie come quella di Giulio Carmassi, italiano, entrato a far parte del Pat Metheny Unity Group, la nuova band con la quale Metheny si appresta a riprendere il lungo viaggio musicale che lo vede protagonista da oltre quaranta anni.


mercoledì 11 dicembre 2013

Presentazione a Genova dell'Opera DolceMente al Soffio di De André di Gioia Lomasti

  • Sabato 21 Dicembre 2013 alle ore 18.00

    Presso Damare Restaurantbar Genova
    Via 4 Canti di San Francesco 40r, Genova
    Gioia Lomasti presenterà la sua nuova opera
    DolceMente al Soffio di De André.
    Presenterà la serata Mariano Brustio
    Intervento musicale di Giuseppe Cirigliano
    Evento organizzato da Antonio Rocchi

    DolceMente al Soffio di De André, un must per gli amanti del Cantautorpoeta e per la lettura della poesia di valore. Questo omaggio a Fabrizio De André, vede l`autrice Gioia Lomasti nuovamente accompagnata dalla prestigiosa arte di Stephen Alcorn (The Alcorn Studio & Gallery), quale gentile concessione delle molteplici linoleografie a sua cura. L’opera evince preziosi scritti a firma di Mariano Brustio, memoria storica del Faber, Norman Zoia, artista & parolista/paroliere, Alessandro Spadoni giornalista e critico letterario; inoltre a dedica dell’opera si possono carpire rilevati contributi degli scrittori Alessandro D`Angelo, Marco Nuzzo e Fabio Amato. Francesco Arena ne ha curato l`aspetto grafico di copertina, associandovi elementi figurativi all’incantevole arte linoleografica di Stephen Alcorn. Marcello Lombardo coordina la direzione d’opera e compone la bibliografia artistica dell’autrice tratteggiandone gli innumerevoli progetti e riconoscimenti ricevuti. 
    Per coloro che non potranno partecipare ma vorranno acquistare l'opera potranno farlo tramite il link diretto all'Editore ISBN 9788866825081


martedì 3 dicembre 2013

Absolutely new moment for handpan@Bubble Show Theater @Enz Percus


Pubblicato in data 02/dic/2013
Production: American Gazzilion Bubble show
Show: Silvia Gaffurini-Le Mille Bolle Magiche -www.teatroespettacolo.com
Musica: Enz Percus -Handpan mdr- www.enzpercus.jimdo.com
Riprese e Montaggio : www.shootime.it di Walter Crispino
Teatro : www.teatrosilviopellico.it

domenica 17 novembre 2013

DolceMente al Soffio di De André di Gioia Lomasti - Commento a cura di Fabio Amato

Formato 21 x 29,7 (A4) 
http://ww2.photocity.it/Vetrina/DettaglioOpera.aspx?versione=20960
oppure
vetrinadelleemozioni@hotmail.it 

ISBN
9788866825081
  • L'opera della poetessa Gioia Lomasti - DolceMente al Soffio di De André Edito da Photocity .it disponibile dal 14 Novembe 2013, posso definirla un sentito omaggio verso i testi del Faber. Sono poesie che testimoniano il sempre attuale messaggio che De André ha lasciato come eredità alle nuove generazioni. Messaggio dove giustizia e ricerca della verità sono elementi essenziali. La Lomasti nei suoi versi esplora l'animo umano, cercando di  rendere trasparente quei coni d'ombra propri di ognuno di noi. Gioia Lomasti ci guida con la sua poetica in un viaggio interiore denso di emozione.
    IL DOLCE ADDIO
    STEPHEN ALCORN
    ©www.alcorngallery.com
    Quest'opera si avvale di innumerevoli contributi di Stephen Alcorn autore delle meravigliose linoleografie presenti nell'Opera, degli scritti di Mariano Brustio memoria storica del Faber, di Norman Zoia parolista/paroliere e Alessandro Spadoni giornalista. Inoltre sono presenti molti contributi di scrittori e poeti quali Marco Nuzzo, Alessandro D'Angelo e una mio intervento. Francesco Arena ha curato la composizione di copertina, Marcello Lombardo ha coordinato l'opera e la parte artistica - bibliografica dell'autrice. Antonio Rocchi ha coordinato la traduzione in lingua genovese di un testo dell'autrice. Un omaggio a più mani ad uno dei più grandi artisti italiani.
  • A cura di Fabio Amato in esclusiva per il blog vetrinadelleemozioni.com
  • IL TESTO E LE IMMAGINI NON POSSONO ESSERE RIPRODOTTE IN ALTRI CONTESTI (NE INTERAMENTE NE IN MANIERA PARZIALE) SENZA ESPLICITA AUTORIZZAZIONE DA PARTE DEGLI AUTORI.

giovedì 31 ottobre 2013

PROSODIE IN BOP MINORE - Presentazione happening di due pubblicazioni di Norman Zoia (“passi perVersi” & “grido di natale”)

EVENTO FACEBOOK

Presentazione happening di due pubblicazioni di Norman Zoia (“passi perVersi” & “grido di natale”). In collaborazione con Fucina N.4 - Interventi di Alessandra Santin (critico d'arte), Lazzaro Marini (storico), Sabrina Matteazzie & Mariaelisa Angeli (assessori alla cultura uscente ed entrante). Special guest: Enrico Casarotto, Giacomo Seccafien, Jessica Rendeira Guiotto... Buffet a cura del maestro fornaio Dridani e delle Cantine Rigoni di Malintrada



  • Sala Svevo della Biblioteca, Riviera Scarpa 17 - Motta di Livenza
    venerdì 6 dicembre ore 21.15 - ingresso libero


mercoledì 30 ottobre 2013

Presentazione dell'Opera "Dal vino in gola" silloge d’esordio di Danilo Vignola

Dal vino in gola” è l’anagramma che da il nome alla silloge d’esordio di Danilo Vignola.
Il libro, edito con la collaborazione di una celebre etichetta discografica milanese con il gruppo Albatros, sarà presentato venerdì otto novembre (2013) a Potenza, presso l’ex caffè letterario, Civico 197 sotto la direzione artistica del musicista Nicola Manzi.
Si tratta di una raccolta di poco più di trenta componimenti letterari per lo più inediti, maturati negli anni dal Vignola, nome già noto negli ambienti artistici italiani ed internazionali per la sua più che premiata attività musicale. Sulla copertina è impressa l’immagine del dipinto Percorsi di Giancono Cammarano , pittore riconosciuto che ha esposto in gallerie internazionali, il quale coglierà l’occasione per impreziosire l’evento con l’esposizione di alcune sue opere. La manifestazione, tuttavia, sarà fuori dai canoni che impone la classica presentazione di un libro, perché riguarderà soprattutto la musica, con i "Trafficanti di Note" in concerto: un trio made in Lucania che unisce le ballabili melodie del mediterraneo a sonorità più rock progressive sotto la guida dell’eclettico batterista e percussionista Giovanni Didonna (Tolve, PZ), sperimentatore di stili tra i più noti del panorama underground lucano. Il palcoscenico del Civico 197 sarà inoltre calcato da tanti altri ospiti d’eccezione fra musicisti e poeti che si alterneranno.
Il libro sarà presentato dal dottore in filosofia Rocco Mentissi (Tolve, PZ) : avanguardista e sperimentatore musicale, suonatore di tastiere e synth. Studioso, ricercatore ed interprete di quel linguaggio minimo, che ricalca le forme profonde ed essenziali, proprie della tradizione lucana. Attualmente è il compositore principale, con la collaborazione di Danilo Vignola, del trio Trafficanti di Note,.
Sono stato sempre attratto, ci spiega l’autore Danilo Vignola, dall’improvvisazione; non solo da quella fatta con le note, ma anche da quella fatta con le parole. I poeti beat usavano spesso scrivere ed intrattenere il pubblico con un flusso libero di parole ed immagini , a volte senza l’intercessione del ragionamento ma in balia del solo istinto creativo. 

E’ da questo principio che l’artista ha maturato questa sua prima silloge letteraria dopo un’intensa e bizzarra attività di “Band per poeti” che lo ha impegnato in vari tour solitari nei caffè letterari, circoli culturali, vinerie, strade… in Italia ed in Europa, alla ricerca di versi o poeti occasionali da accompagnare in spettacoli, improvvisando con il suo ispirato chitarrino a quattro corde. Versi che col tempo sono diventati testi musicali, facendo di questo libro una “raccolta di versi per canzoni Ethn’n’roll” (genere musicale da lui coniato che unisce principalmente ritmi tribali e versi di poesia). Nella pubblicazione vi sono, inoltre, rime in settenari ed endecasillabi e degli haiku.



martedì 29 ottobre 2013

lunedì 28 ottobre 2013

“Sguardi” versi scomposti e liberati - opera poetica di Bartolomeo Bellanova

Versi scritti tra dicembre 2010 e agosto 2013 con occhi liberati perché gli occhi sono gli spiragli dell’anima dai quali può uscire luce accecante o schizzi di nero di seppia nauseabondo. Ogni attimo di vita ha un senso come un passo avanti verso la liberazione dalle falsità che ci piombano la vita. A voi tutti grazie! 
– L’autore – Bartolomeo Bellanova

Invito dell’autore
Le porte delle stanze di questa galleria di immagini viventi e vive che ho pennellato di getto sono aperte a tutti voi che vorrete seguirmi in questo lungo percorso. Il mio occhio interroga con amore la natura, i sentimenti umani, la sofferenza degli ultimi e dei senza parole.
Non aspettatevi un mondo edulcorato: la tensione costante nei miei sguardi a ricercare il bello e il sublime in un fiore, in una farfalla, in un barbone o in una prostituta, non crea un mondo separato ed etereo, ma convive, come nella nostra vita quotidiana, con le bassezze, le violenze, la sgradevolezza. Ogni attimo d’amore è strappato al non senso della morte, all'interruzione repentina e inaspettata del nostro cammino, morte che torna sotto tante forme e aspetti per nascondersi meglio ai nostri occhi spesso annebbiati.
Dai nostri occhi, quindi, partiamo per imparare a liberare lo  “sguardo” “dalle falsità che ci piombano la vita” per scoprire giorno dopo giorno l’essenziale.
Entriamo, le stanze che ci aspettano sono tante: aperte e luminose, oppure scure e inquietanti, ognuno potrà soffermarsi in quelle che sente vicino, oppure non entrare in altre, avanzare, tornare indietro, ma disperatamente vivere sempre e non lasciarsi vivere

Giuseppe Cirigliano - "D'ä mê riva" (di Fabrizio De André)


"Quando un navigante abbandona la banchina del porto della città in cui vive arriva il momento del distacco dalla sicurezza, dalla certezza, sotto specie magari di una moglie, custode del talamo nuziale, agitante un fazzoletto chiaro e lacrimato dalla riva; il distacco dal pezzetto di giardino, dall'albero del limone, e, se il navigante parte da Genova, sicuramente dal vaso di basilico piantato lì sul balcone [...]. È un momento sottilmente drammatico, un momento che si vive come accecati da un controsole, e che suscita la nostalgia nel momento stesso in cui l'imbarcato fa l'inventario del suo baule da marinaio preparatogli dalla moglie: tre camicie di velluto, due coperte, il mandolino e un calamaio di legno duro [...]. Della compagna della vita resta al marinaio soltanto una fotografia di quando lei era ragazza, una fotografia sbiadita in fondo ad un berretto nero, per poter baciare ancora Genova sull'immagine di una bocca che io definisco "in naftalina"

FONTE
["Creuza de mä - Incontro con Fabrizio De André", film-documentario di "Mixer" (1984)]

martedì 22 ottobre 2013

MIXANDO LA MIA VITA TRA LE NOTE E I COLORI - FABRIZIO FATTORI - NUOVA EDIZIONE


INFO ORDINI
Photocity Edizioni


Scrivere un libro è sempre difficile... soprattutto per chi non fa lo scrittore... Pur non rinnegando niente di ciò che ho fatto non voglio fare del mio passato un "lasciapassare" per il mio presente e tanto meno per il mio futuro. La mia intenzione con questa breve autobiografia e con questi racconti di vita vissuta, è solo quella di offrire una descrizione più completa possibile del mio pensiero... del mio lavoro... di quello che significa secondo me essere un DISCK JOCKEY. E` uno spaccato di vita vissuta che va dal 1976 fino ad oggi... ho cercato di non tralasciare nulla... donne, politica, droga e quant`altro... Dopo oltre trent`anni di carriera e cinquanta di vita ringrazio tutti coloro che mi hanno... che continuano... e continueranno a sostenermi... 

Fabrizio Fattori 




PROGETTO IN COLLABORAZIONE 
con 
Alessandro Spadoni - Marcello Lombardo 
Gioia Lomasti


EVENTO FACEBOOK

sabato 12 ottobre 2013

APNEA NOTTURNA - ROMANZO DI MICHELE LOREFICE

La vicenda prende spunto da una caduta accidentale del protagonista, il quale non ricorda di averla vissuta, dalla finestra dell'improbabile studio di un sadico dentista. I sogni ed i risvegli in una realtà ancora più allucinante si susseguono in un crescendo di incubi e allucinazioni fino alla risoluzione in un definitivo risveglio con sorpresa. Manichini che prendono vita, vecchi con la bocca cucita che vomitano piccioni obesi, ragazze usate come carne da macello ed ecclesiastici impegnati in osceni baccanali. Tutte le metafore vengono usate per una rappresentazione distorta dei nostri terrori quotidiani.

Dettagli del libro

APNEA NOTTURNA

[Short Film]


Cortometraggio ispirato al romanzo omonimo dello scrittore genovese Michele Lorefice, e realizzato dallo studio di video produzioni "Illusion Group".


Pagina facebook di Michele Lorefice: 

Sito ufficiale di Illusion Group: 

giovedì 10 ottobre 2013

IL CAVALIERE OSCURO A GRAVITY ZERO‏ - Recensione a cura di Francesco Arena


Non mi piace vedere un film e poi lasciarlo perdersi nell'oblio della mia mente; quando posso lo riguardo volentieri anche più volte, lo analizzo, lo scruto, lo macino, lo centrifugo e infine ne deduco una mio giudizio personale. Altra cosa che amo fare è compararlo e cercare significati velati o analogie con altri film; il confronto a mio parere rende la "digestione" del film o dei film, molto più completa di un commento esclusivo ai film medesimi.

Ieri sera ho visto Gravity di Alfonso Cuarón un buon film, bravo a mio parere il regista che non è stato a dilungarsi in modo pesante, ottima la fotografia finalmente e piacevolmente esaltata dalla visione in 3D e bravissimi gli attori... in particolare l'attrice Sandra Bullock che alla stregua di Keir Dullea in 2001: Odissea Nello Spazio di Stanley Kubrick, duetta con lo spazio siderale, le sue incognite e i suoi pericoli dietro ogni angolo.
Certo come letto da altre recensioni sono diverse le imprecisioni, ma un film di fantascienza è appunto fanta & scienza.

sabato 5 ottobre 2013

Gocce di Fuoco - seconda opera di Monica Sapucci

INFO ORDINI
Gocce di Fuoco di Monica Sapucci

Opera a cura di
Francesco Arena & Gioia Lomasti
TUTTI I PROVENTI DELL'OPERA VERRANNO DEVOLUTI 
AL FINE DI PROGETTI BENEFICI
Oggi trovare il coraggio e la voglia di scrivere poesie è già un salto profondo dentro se stessi... trovare poi la forza di pubblicarle è un ulteriore forma di altruismo intrecciato a quell'ego necessario alla rinascita di ogni cosa... Non saprei definire i diversi tipi di scrittura o meglio... non saprei dar loro il giusto riconoscimento... esiste quella semplice diretta, quella fatta di doppi sensi, quella che non vuole arrivare a tutti, quella difficile da interpretare, quella che vuole essere compresa senza filtri o muri, quella indefinibile e quella indecifrabile... insomma... scrivere è una grande forma di convivenza sociale che attraverso le parole libera come per magia la necessità e la contaminazione dei sogni. 
Leggo in ciò che scrive Monica la voglia di aprire il cuore con una lieve paura di farlo e questo rende le sue poesie una variabile emozionale che non ha timore di giudizio.
Sono poi felice di leggere all'interno del suo lavoro, sfumature di gocce che sanno riempire di orgoglio tante anime impegnate verso il sociale e questo rende ancor più importante questa raccolta. Sono poi onorato di essere presente in modo originale in una pagina inaspettata... lo considero un grande dono che condivido con tutte quelle persone che lo leggeranno e con i bambini e i ragazzi della Cambogia che stanno camminando verso un futuro fatto di grandi speranze. Grazie Monica...e continua a lottare attraverso le tue pagine per rendere questo mondo più vero... più semplice... più attento al cuore a discapito degli occhi... 
A cura di Sergio Casabianca

giovedì 3 ottobre 2013

Rumore di Anime - Romanzo di Luca Scarpa

Quarta di copertina

Manuel, un ragazzo emotivamente fragile, dal passato oscuro e doloroso, appena rimasto vedovo...
Mirco, il suo migliore amico, un ex soldato dai modi grezzi e mascolini, capace di combinarne di tutti i colori...
Monica, amica di entrambi, una donna sentimentalmente combattuta, che dovrà scegliere da che parte volgere il suo cuore...
Mirabella, un'anima che torna dal passato, una spogliarellista ammaliante e travolgente...
Jessica, un medico dalla doppia e agghiacciante personalità, che giocherà con le vite di tutti...
Sullo sfondo di questi intriganti personaggi il paese di Caorle e dintorni.
Romanzo drammatico-sentimentale - L'autore ne sconsiglia la lettura ai minori di 14 anni. 
È disponibile una preview gratuita del libro nel sito web

martedì 1 ottobre 2013

Terzo concorso di poesia - Pubblica Assistenza città di Ravenna - Solidarietà - dammi la mano per uscire dal buio

III° CONCORSO DI POESIA
PUBBLICA ASSISTENZA
CITTA’ DI RAVENNA

“Solidarietà”
Dammi la mano per uscire dal buio



“3° Concorso di Poesia Pubblica Assistenza Ravenna”



I partecipanti dovranno inoltre indicare, in altro documento (e-mail o carta), le proprie generalità, indirizzo, numero di telefono, e-mail, un breve c. v. e riportare la seguente dichiarazione firmata: “Autorizzo l'uso dei miei dati personali ai sensi della L. 675/96 e successive modifiche” da parte della P.A. di Ravenna.
Non saranno considerate valide le poesie inviate in forma anonima, dovrà inoltre essere espressa la disponibilità a leggerle nei trebbi organizzati dal concorso personalmente dagli autori o da persone da essi indicate.

I trebbi sono organizzati presso la sede della P.A. o in altri luoghi da questa indicati. Le poesie prescelte dalla giuria saranno inserite in una raccolta.
Dell’autore della poesia ritenuta vincitrice saranno raccolti e pubblicati eventuali altri lavori
se non già pubblicati. La partecipazione è gratuita ed aperta a tutti, anche ad autori stranieri purché abbiano inviato gli elaborati in lingua italiana o in dialetto.
Nessun limite d’età

Nel caso di autori minorenni, è obbligatoria l'autorizzazione da parte di un genitore o da chi ne fa le veci.


La serata di concorso si terrà nel trebbo di martedì 3/12/2013 ore 20.00.
Il giudizio della giuria è insindacabile e inappellabile


IN COLLABORAZIONE CON
AUTORI e ARTISTI

sabato 28 settembre 2013

"COME PIETRA" la raccolta della poetessa Maria Rotolo vincitrice del 2° concorso di poesia indetto dalla Pubblica Assistenza di Ravenna





Angeli di Fango

La poesia è dedicata alla grande alluvione di Firenze, nel 1966, circostanza che ha mosso i giovani, e non solo, del mondo intero, tutti pronti, gratuitamente, a recuperare quel mondo culturale, quel patrimonio culturale della cui privazione tutta l'umanità avrebbe sofferto, per ridare alla città la linfa vitale che era stata sepolta nel fango.
-"Questi uomini, venuti da lontano che sfiorano sguardi smarriti mentre frammenti di vita emergono in paesaggi stagnanti"-. Una solidarietà, una generosità che è rimasta esempio di volontariato per tutti i paesi. Leggendo questi versi il panorama si espande e negli occhi compaiono immagini più recenti, quelli di Genova, delle Cinque Terre, del terremoto in Emilia, ancor più recente, circostanze in cui tante altre braccia si sono tese per dare la mano a coloro che la paura e la sorpresa avevano bloccato al punto di non essere neppure in grado di chiedere aiuto. Il grido che conclude la poesia è "Firenze è la mia città" dà proprio la sensazione di partecipazione che l'uomo sa mostrare, lo abbiamo visto, in certe drammatiche circostanze.

Dott. ssa  Anna De Lutiis
   Presidente della Giuria 

mercoledì 25 settembre 2013

Antologie Poetiche presenta Tra Sogno e Realtà - Wip Edizioni

FANS PAGE ANTOLOGIE POETICHE

Link di Acquisto
Titolo: Tra Sogno e Realtà
Curato da: A. Lattarulo, G. Lomasti
Editore: WIP Edizioni
Collana: SpazioTempo

Data di Pubblicazione: Agosto 2013 
ISBN-13: 9788884592606    Pagine: 112

Prefazione

Il poeta gioca con il linguaggio, lo modella e lo torce non per fissare una Verità, ma per indicare con i suoi versi alla società, spesso riluttante nel riservargli un ruolo di prestigio, una via d’uscita dal tunnel disseminato di stereotipi omologanti. In questo può scorgersi la sua funzione, latente o manifestamente cosciente, di rivoluzionario gentile. La potenza delle liriche punta a guidare su altri piani la decodificazione del fitto mondo di segni e simboli incuneatosi nelle vite di ciascuno, smascherandone le mistificazioni per aprirsi a una ben più elevata ecologia della comunicazione. La poesia è il momento cruciale in cui si manifesta una radicale innovazione nella struttura del discorso e la parola da essa veicolata accompagna in modo enigmatico i mutamenti. Tale operazione di ri-costruzione incessante del mondo non è condotta delimitando quasi militarmente una “zona rossa” di inaccessibilità alla comunità, ma ricercando piuttosto una “zona franca”, un’oasi di pace avulsa dal tramestio fine a sé stesso, nella quale decontaminarsi dalla sovrapposizione caotica di suoni, immagini, colori, ritornando nell’agone quotidiano con un nuovo dizionario in grado di connettere in maniera inaudita il pensato e il vissuto. Verseggiare, in fondo, è la frontiera estrema di una resistenza tutta umana – anche laddove la poesia non abbia una cifra “civile” e punti all’intimismo – al dominio di un lessico ormai sostanzialmente depauperato e autogenerato dalla Tecnica. Indubbiamente si evidenzia una sproporzione tra i mezzi a disposizione e la capillarità narcotizzante dei codici impostici attraverso mass media pervasivi. Ma, come suggerisce il titolo della raccolta, frutto di una scelta collettiva degli autori, è appunto in quel limbo indefinito tra “sogno e realtà” che il poeta incarna l’essenza profonda della propria missione. 

mercoledì 18 settembre 2013

UNA VITA IN RITARDO - Alla scoperta di una duplice esistenza Opera dell'Autrice Celeste Fortunato

UN VIAGGIO INTERIORE
CHE PERCORRE IL TEMPO DELLA COSCIENZA
VERSO NUOVE OPPORTUNITA’ DELL’ESISTENZA

Web Site INFO ORDINI Forum
EDITORE

***************************************
                                                                 
Alcune persone riferiscono di vivere eventi misteriosi, come la percezione di esperienze già vissute o la sensazione di ri-conoscere luoghi e persone in realtà ignote che assumono i contorni di una certa familiarità, evocando flebili ricordi lontani.

Intorno al fenomeno della reincarnazione si svolge la trama che vede le due protagoniste, Chiara ed Elisabeth, convergere da epoche diverse in un unico habitat corporeo. Due personalità distinte e contrapposte, eppure talmente simili e vicine, ognuna determinata a rivendicare il proprio diritto alla vita.
Un viaggio interiore che i personaggi compiono lungo un percorso di ricerca della propria identità. Percorso complesso che, se pur conquistato in ritardo, rappresenta l’occasione di riscatto dalle proprie colpe, motivo peculiare nel fenomeno della reincarnazione.

Scevra dalla volontà di predicare una particolare tendenza religiosa piuttosto che un’altra, il fenomeno della reincarnazione funge da pretesto per indagare l’intima interiorità dell’esperienza e comprenderne le scelte che giustificano la forza e il coraggio del perdono ─ per se stessi prima ancora che nei confronti dell’Altro ─ assumendo il concetto di ritardo valore positivo allor quando diviene metafora di altra possibilità, di riscatto, di liberazione.

giovedì 12 settembre 2013

MARE DENTRO di MARCO LIGABUE - Primo disco da solista in uscita il 10 Settembre 2013


Pubblicato in data 30/ago/2013
"È da te che dipende" è il terzo singolo di "Mare Dentro", primo disco da solista di Marco Ligabue in uscita il 10 settembre.


"Uno dei tanti punti di arrivo?

Vedere ogni età come una tappa, una scoperta, una sintesi sempre migliore di quello che siamo. Certo, le sfide ci sono ad ogni età che affrontiamo; ogni volta si va in trasferta, si va a giocare fuori casa e, spesso, si è disorientati. Farti un po' tuo quello stadio che sembrava solo di altri, vuol dire che hai voglia di giocarti al meglio ogni partita."


È DA TE CHE DIPENDE

Regia: Mario Piredda
Dop: Riccardo De Luca
Aiuto Regia: Roberta Aloisio
Assistente alla Fotografia: Manlio Delogu
Montaggio: Mario Piredda
Colorist: Riccardo Guernieri
Produzione: Eventidigitali film



Cast: Francesca Rossi, Michela Di Crosta



Si ringraziano:

Danilo Cappai e il baretto di Porto Ferro
Coreografa e ballerina: Claudia Luzzu
Ballerini: Marco Pipia e Alfredo Maccioni
Centro studi Ichnu di Alghero: Alessandra La Barbiera, Moreno Ferrari e Stefania Ambroggi.
Nicola Sanna, Ilaria Cattaneo, Patrizio Busti. 
Vittorio Casu e Surf Camp Porto Ferro.
Valdo Di Nolfo e Davide Carrus.

Non siamo una testata giornalistica. Questo blog non rappresenta una testata giornalistica poiché viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62/2001. L’amministratore del blog declina ogni responsabilità per gli articoli proposti da altri autori o per i commenti aggiunti agli articoli stessi. Eventuali contenuti lesivi dell’immagine o dell’onorabilità di persone terze, o in violazione delle leggi sulla privacy, non sono da attribuirsi all’amministratore del sito, nemmeno se il commento viene espresso in forma anonima o criptata. Qualora fossero presenti contenuti che ricadono nei casi descritti lo si comunichi all'amministratore del blog che provvederà alla loro pronta rimozione.

info@vetrinadelleemozioni.com