Visualizzazioni totali

CERCA NEL BLOG


FANS PAGE FACEBOOK

FANS PAGE FACEBOOK


GIOIA LOMASTI FANPAGE

martedì 26 marzo 2013

Presentazione del Poeta Gaetano Cuffari - a cura di vetrinadelleemozioni.com

Autori & Artisti in Vetrinadelleemozioni.com
FANS PAGE
INTERVISTA A CURA DI GIOIA LOMASTI A GAETANO CUFFARI
INFO ORDINI
GAETANO CUFFARI è nato a Catania nel 1976. I suoi interessi spaziano dal campo artistico e poetico all’impegno civile e sociale.

Laureato in Scienze Socio-Psico-Pedagogiche presso l’Università degli Studi di Catania, ha pubblicato nel 2009 una raccolta di versi autoprodotta intitolata “Versi IntroVersi” per la Nuova Copia edizioni e ha partecipato con sue poesie alla raccolta “Essenza, Collana Poesia e Vita Vol.3 edito da Rupe Mutevole Edizioni. Nel 2010 ha realizzato un Saggio Sociologico intitolato “Il colore del Nero, Cultura e Comunicazione del Crimine a Catania e in Sicilia” e nel 2012 ha pubblicato un volume di versi intitolato “Spine d’arancio” collana Phoetica edito da Lettere Animate e ha partecipato nello stesso anno alla raccolta “Il Viaggio Il Canto” Vol.1 perVetrina delle Emozioni.

lunedì 25 marzo 2013

Si presenta l'Autrice Ilaria Celestini in vetrinadelleemozioni.com




Ilaria Celestini è nata a Brescia, dove ha compiuto studi classici e umanistici. Diplomatasi al liceo classico, ha lavorato nel settore delle vendite editoriali e si è laureata con lode in Materie Letterarie a indirizzo semiologico e successivamente in Lettere Moderne a indirizzo filologico.
Ha lavorato nel settore dell'insegnamento e del recupero scolastico degli allievi svantaggiati.

venerdì 22 marzo 2013

FORTUNA - il buco delle vite di Jolanda Buccella - Ciesse edizioni

ORDINA L'OPERA
TRAMITE
LIBRERIA UNIVERSITARIA
UTILIZZANDO QUESTO LINK


Fortuna sta per morire, è terrorizzata perché non ha mai avuto il conforto della fede e perciò non crede in un posto migliore di questo mondo. Ha paura del nulla che ci sarà, quando avrà chiuso gli occhi per sempre e così nei pochissimi minuti che ha a disposizione, non può far altro che aggrapparsi con tutte le sue povere forze alla vita che le resta e ai ricordi dolorosi e felici dei suoi passati. Si avete capito bene i suoi passati, perché Fortuna è una donna che il destino ha portato a reinventarsi continuamente e perciò a vivere tre vite completamente diverse tra di loro. Sembrano passati soltanto pochi anni da quando viveva alle Quattrovie, si chiamava J. Rizzutelli ed era la bambina con i capelli rossi e una malformazione alla colonna vertebrale soprannominata il buco della vita, che i suoi compaesani volevano far guarire portando in processione per le strade del paese un antico Crocifisso di legno dai poteri miracolosi. Povera J. quanti sguardi di pietà e diffidenza aveva dovuto sopportare per il suo strano modo di camminare, si sentiva un povero alieno arrivato sulla Terra per caso e incompreso da tutti, tranne da nonna Umberta Prima Rizzutelli. Una donna forte e spregiudicata che prima della nascita della sua amata nipotina, aveva dato modo di spettegolare per i suoi mille giovani amanti. 

La Segretaria dell'Anima... Poiché l'Amicizia è l'Anticamera dell'Amore di Salvatore Savasta



INFO ORDINI 

BLOG DELL'AUTORE
Sinossi (Quarta di copertina)
Un diario, uno sfogo, una confessione che dura un'intera vita. 
Ludovico Mesto, manager di una rinomata casa di moda milanese, si ritroverà a vivere le contraddizioni del suo essere e a lottare contro la propria razionalità. In cura da uno psicanalista che gli consiglia di scrivere per comprendere cosa di sbagliato possa esserci nella sua natura, egli si metterà a nudo di fronte al proprio diario, senza mezzi termini e senza rancore. Mostrerà a se stesso chi è davvero Ludovico Mesto e come abbia fatto a trasformarsi in una persona nuova, rinnovata nello spirito.
Egli, purtroppo, non consegnerà mai i propri scritti allo psicanalista, ma li custodirà gelosamente per oltre cinquant'anni; finché non ripeterà l'emozione di sentirsi vivo scrivendo di se e per se.


ASCOLTAVO LE MAREE DI GUIDO MATTIONI - INK EDIZIONI

INFO ORDINI



Descrizione

Un "io narrante" italiano intimamente smarrito, ma in cerca di una nuova vita. Un'antica città americana del Vecchio Sud ospitale con i vivi e con i propri amati fantasmi. Una fioraia che adora le scarpe e venera il prossimo. Il culto dell'Amicizia e la religione del Ricordo. Un gatto pescatore che non si allontana mai dal suo molo né dai propri simili, animali dalla profonda saggezza. Un ricco eccentrico divenuto tassista per noia e psicologo per vocazione. Una statua che sa ascoltare e un vecchio afroamericano che si interroga sui grandi misteri della vita. Un sindaco rispettato, pur se senza municipio. Con altri coloriti personaggi, si incrociano tutti su uno scenario dove il blu argentato di un grande fiume e delle maree oceaniche si fonde ogni sei ore con il verde di una Natura dalla struggente bellezza. E tutti insieme danno vita a una favola moderna e senza confini nella quale sogno e realtà si fondono.

Dettagli del libro

Titolo: Ascoltavo le maree
Autore: Guido Mattioni
Editore: Ink Edizioni
Data di Pubblicazione: Febbraio 2013
ISBN: 8897879055
ISBN-13: 9788897879053
Pagine: 213
Formato: brossura
Reparto: Narrativa > Narrativa contemporanea

giovedì 21 marzo 2013

Comunicato stampa - Partecipo, quindi sono - di Luigi Panico

Comunicato stampa

Partecipo, quindi sono

Luigi Panico - "Partecipo, quindi sono".
Considerazioni sul Bilancio Partecipativo nella Pubblica Amministrazione
Ipotesi di adozione nel Comune di Andrano

Scopo del  libro è  analizzare  il  Bilancio Partecipativo (BP)  come  processo inclusivo che  permette alla  cittadinanza  di  partecipare  attivamente  all'amministrazione del proprio territorio locale; il libro, inoltre, si pone lo scopo di ipotizzare l'adozione del BP anche in un piccolo Comune,
 nel nostro caso Andrano (Lecce). Partendo dallo studio approfondito del funzionamento di tre esempi importanti di municipalità che hanno adottato il BP (ovvero Porto Alegre in  Brasile, Arezzo e Grottammare) e prendendo spunto dai meccanismi che sono presenti in questi modelli,
 si è cercato quindi di immaginare un modello di funzionamento che di BP che possa essere sperimentato nel Comune di Andrano, in provincia di Lecce e in ogni altra piccola realtà  municipale.
Lo studio è stato suddiviso in n°22 capitoli qui di seguito descritti.

mercoledì 20 marzo 2013

Vetrina delle Emozioni presenta Ninnj Di Stefano Busà


FONTE IMMAGINE
Ninnj Di Stefano Busà, nata a Partanna, (Tp), laureata in Lettere, è tra le figure più note e rappresentative della pagina culturale dei nostri giorni.
Poetessa, critico, saggista e giornalista. Inizia a scrivere poesia a 13 anni. Si occupa di Estetica e di Letteratura italiana, di Storia delle Poetiche, oltre che di Critica e di Scienza dell'Alimentazione.
La sua vasta opera è raccolta in saggi, studi critici e articoli di varia natura.
Della sua attività si sono occupate molte tra le più qualificate personalità della pagina letteraria contemporanea.
Incoraggiata da Salvatore Quasimodo, (Premio Nobel) suo corregionale e amico di famiglia, inizia a scrivere la sua prima raccolta poetica che avrebbe avuto l'avallo dello stesso, se da lì a poco, non fosse deceduto.
L'infausto evento non la ferma, pubblica la sua prima opera senza l'avallo di nessuno e ottiene l'approvazione di Carlo Bo, successivamente di Mario Sansone, Franco Fortini, Giorgio Bàrberi Squarotti,  Walter Mauro, Alberto Frattini, Antonio Piromalli, Davide Rondoni, Giuseppe Benelli, Fulvio Tomizza, Attilio Bertolucci, Dante Maffìa, Sirio Guerrieri, Ferruccio Ulivi, Marco Forti, Pasquale Maffeo, Geno Pampaloni, M. Luisa Spaziani, Giovanni Raboni, Silvano Demarchi, Vittoriano Esposito, Emerico Giachery, Paolo Ruffilli,  Sandro Gros-Pietro, Guido Zavanone, Antonio Coppola, Edoardo Sanguineti, Carmine Chiodo, Francesco D'Episcopo, Antonio Spagnuolo, Alda Merini e molti altri che, a vario titolo, e in diverse occasioni, le hanno dedicato prefazioni, recensioni, saggi critici, monografie etc.
Ha presieduto  le XX edizioni del Premio  “Iniziative Letterarie-Unione Nazionale Scrittori” e ne presiede inoltre dal 1991 il Centro internazionale delle poetiche. Collabora con un progetto culturale di letterature tra i popoli, attraverso il Consolato Generale dell’Ecuador in Italia. Fa parte di numerose e qualificate Giurie. Dirige la nuova collana “Magister” dell’Editrice Tracce di Pescara.

Si segnala dalla FONTE 

Laurea Apollinaris Poetica 2013: conferimento presso l'Ups il 9 maggio

Il 9 maggio 2013 presso la Facoltà di Scienze della Comunicazione sociale dell'UPS verrà conferita la Laurea Apollinaris Poetica 2013 a cinque tra i massimi Poeti italiani contemporanei. Il prestigioso riconoscimento, nato nel 2010 dal Circolo Premio Streghetta ad opera di Serena Siniscalco, poetessa e promotrice culturale, sarà conferito dal Rettore Magnifico dell'UPS, prof. Carlo Nanni, ai poeti Liana De LucaNinnj Di StefanoDante MaffiaNazario Pardini ed Elio Pecora.
La celebrazione di Laurea avrà luogo nell'Aula CS1 alle ore 17.30 alla presenza della Giuria, costituita dal prof. Orazio Antonio Bologna, Presidente di Giuria (UPS, Facoltà di Lettere Cristiane e Classiche), dalla prof.ssa Neria De Giovanni (Università degli Studi di Sassari) Presidente dell'Associazione Internazionale dei Critici Letterari, dalla prof.ssa Cristiana Freni (UPS, Facoltà di Filosofia), dalla prof.ssa Giusi Saija (UPS, Facoltà di Scienze di Comunicazione sociale) e della Poetessa Serena Siniscalco Presidente del Premio Milano-Streghetta.
La denominazione latina Laurea Apollinaris Poetica intende rievocare l'antico rito, in terminologia oraziana, detto Laurea donandus Apollinari ("meritevole dell'alloro di Apollo". Horat. Carmina IV,II,9) con la quale il sommo poeta latino Orazio riconosceva i meriti di Pindaro.
Oggi detta Laurea rappresenta il massimo livello conferito a Poeti italiani di alto merito. Pertanto si propone come pista di lancio per un auspicabile Premio Nobel per la Letteratura.
Durante la Celebrazione saranno anche distribuiti gli Attestati ai Laureati delle due pregresse edizioni (2010 e 2012), e verranno recitate, a cura degli Allievi dell'Accademia d'Arte Drammatica "Silvio D'Amico" di Roma, le poesie più significative dei Poeti Laureati 2013.
Alla cerimonia interverranno eminenti personalità del mondo istituzionale, accademico e culturale.

martedì 12 marzo 2013

I Romanzi di Erika Corvo



Sinossi


E’ il secondo racconto della serie Post-atomica che ha avuto inizio con “Blado 457 Oltre la Barriera del Tempo”. Si racconta di un ipotetico futuro, in cui la Terra è stata sconvolta da un conflitto atomico. La razza umana è stata decimata e sono venute a crearsi razze mutanti semiumane, ognuna con caratteristiche differenti. In questo romanzo i protagonisti semiumani sono gli Shakars, i Signori del Buio: spaventose creature carnivore, feroci e crudeli, che si trovano a popolare boschi e foreste, contendendo il territorio agli umani.
Ma siamo sicuri che la razza più feroce non sia ancora quella umana, costantemente avida di profitto ad ogni costo, ipocrita e xenofoba?
Lascio la risposta ai lettori.

Io non so scrivere, lo facevo per mia madre - Giovanna Podetti

INFO ORDINI
“ERO DIVENTATA COME IL VENTO SOTTILE IN INVERNO, CHE BUSSA, 
FASTIDIOSO, PER POTER ENTRARE.”  




Che fare per parlare del mio libro!? Mi sembra, di dover cercare di farVi giungere un fremito della mia stessa essenza! Per fare ciò, è come mi stipassi in un tubetto di dentifricio… per poi provare a uscirne in modo fluido, costante e con la giusta essenza!! Difficile dire se, ciò che voi gusterete.. sarà  fragola o menta… l'importante è ..che sarà veramente ciò che io sono, o ciò che io cerco di trasmettere! Alchimia, fortuna, bravura!! Mah!! Si vedrà! Tuttavia ci provo... il mio nome è Giovanna, e...

mercoledì 6 marzo 2013

BISBIGLI NELLA NOTTE - OPERA POETICA DI GIOVANNANGELO SALVEMINI - RECENSIONE A CURA DI LORENZO SPURIO



Bisbigli nella notte
di Giovannangelo Salvemini
WIP Edizioni, Bari, 2013
ISBN: 978-88-8459-244-6
Pagine: 78

Recensione di Lorenzo Spurio
L’amore
è un nome
che non si chiama
e vive nel silenzio. 
(in “I grandi dell’amore”, p. 33)



Bisbigli nella notte è un'opera poetica di Giovannangelo Salveminiracchiusa all'interno della collana SpazioTempo, curata da Alessandro Lattarulo (già autore dell'opera "Senza" racchiusa all'interno della stessa collana), edita da Wip Edizioni.

martedì 5 marzo 2013

Secondo concorso poetico Pubblica Assistenza di Ravenna - Ecco la nostra raccolta

INFO ORDINI
info@vetrinadelleemozioni.com

AAVV

Presentazione


Il diffuso desiderio di esprimersi poeticamente contrasta con il chiacchiericcio comunicativo che ci invade e ridimensiona il nostro linguaggio comunicativo . Ogni concorso di scrittura e di poesia ha sempre un interesse di partecipazione gratificante. Può piacere o meno, ma oggi si scrive come si vuole e con largo uso di licenze poetiche. I versi sono libere espressioni di creatività, sono giochi di parole e di immagini che si condensano nella nostra mente . La poesia e' sempre meno un'esperienza di nicchia. Io però trovo ancora sorprendente che a organizzare un concorso di poesia sia un'Associazione di Volontariato di Pubblica Assistenza con i suoi Trebbi serali nei locali attrezzati delle ambulanze. Con ospitalità e desiderio di promuovere il lato umano del Volontariato questa iniziativa deve trovare le risorse per continuare. Il tema " La solidarietà" non e' per nulla scontato. Interpretare questo spirito di altruismo in forma pubblica e renderlo prassi collettiva chiede riflessioni personali, cambiamento di ottica e di investimento personale. Abbiamo purtroppo interiorizzato competitività, difesa dei propri interessi, diffidenza verso gli estranei. Parallelamente la coscienza e l'estensione dei diritti ha incrociato questa involuzione sociale e accentuato l'individualismo dei diritti. La solidarietà e' un atto di responsabilità verso gli altri, un moto di sentimenti che provoca cambiamento di posizione per creare relazioni nuove di collaborazione e di aiuto. Non basta stare in una comunità per essere cittadini, essere cittadini impegna vivere nella citta' e far propri il suoi problemi. Ne sono esemplare immagine i volontari della Pubblica Assistenza. A loro dedico con parole letterarie un brano di Italo Calvino de " Il barone rampante " " Capì questo: che le associazioni rendono l'uomo più forte e mettono in risalto le doti migliori delle singole persone, e danno gioia che raramente s'ha restando per proprio conto, di vedere quanta gente c'e' onesta e brava e capace e per cui vale la pena di volere cose buone. Mentre vivendo per proprio conto capita più spesso il contrario, di vedere l'altra faccia della gente, quella per cui bisogna tener sempre la mano alla guardia della spada ."

Giovanna Piaia

(Assesora ai Servizi Sociali, Sanità Volontariato al Comune di Ravenna)


domenica 3 marzo 2013

Presentazione del poeta Emilio Basta consigliata da vetrinadelleemozioni.com

EMILIO BASTA
Emilio Basta è nato a Venosa (Potenza) nel 1945, da sempre amante della poesia densa di contenuti religiosi, socio-culturali, satirici, bucolici e autobiografici. Rispettoso della natura e impegnato nel sociale scrive e devolve il ricavato delle sue opere in beneficenza. Ad oggi ha pubblicato: “Quando la poesia è ala d’anima”, Edizioni Ler 2002; “Sussurri nel vento” Edizioni Ler 2003; “Una clessidra nella sera” Edizioni Ler 2004; “Verso il mare”, Edizioni Tigullio Bacherontus 2006); “Voglia di volare”, Aletti editore 2008. Opere che hanno riscosso molti successi e numerosi premi dalle isole all’estero: Lugano, Aosta, Bologna, Firenze, Roma, Napoli; Liguria, Veneto, Emilia Romagna, Lazio Campania, Basilicata e province. Emilio Basta è stato nominato Ambasciatore Accademico Honoris Causa dell’Accademia Internazionale Federico II di Napoli, Prot. n. AO-264-08, Premio alla cultura nel 2004 in occasione di Genova città europea della cultura, Premio alla Cultura dal Centro Artistico Culturale Molisano “La Conca” in Omaggio a Giosuè Carducci. Emilio Basta è presente con numerose poesie in Antologie il cui ricavato è stato devoluto in beneficenza è anche citato in diverse riviste specializzate e cataloghi di poeti emergenti. “Il silenzio delle farfalle” è la sua ultima pubblicazione.

Non siamo una testata giornalistica. Questo blog non rappresenta una testata giornalistica poiché viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62/2001. L’amministratore del blog declina ogni responsabilità per gli articoli proposti da altri autori o per i commenti aggiunti agli articoli stessi. Eventuali contenuti lesivi dell’immagine o dell’onorabilità di persone terze, o in violazione delle leggi sulla privacy, non sono da attribuirsi all’amministratore del sito, nemmeno se il commento viene espresso in forma anonima o criptata. Qualora fossero presenti contenuti che ricadono nei casi descritti lo si comunichi all'amministratore del blog che provvederà alla loro pronta rimozione.

info@vetrinadelleemozioni.com