Visualizzazioni totali

CERCA NEL BLOG


FANS PAGE FACEBOOK

FANS PAGE FACEBOOK


GIOIA LOMASTI FANPAGE

giovedì 27 giugno 2013

Da Napoli con Amore Opera di Luciano Somma - Recensione

FANS PAGE
Ho conosciuto Luciano Somma circa dieci anni fa. Conoscersi tra poeti significa non necessariamente presentarsi de visu, quanto leggere, commentare e corrispondere tramite lettere o più modernamente tramite e-mail. Per questo posso affermare con sicurezza che Luciano (lo chiamo col nome anche se non abbiamo mai bevuto un caffè insieme) rappresenta una delle migliori voci napoletane. In effetti questo suo nuovo volumetto “Da Napoli con Amore” è la conferma delle sue capacità poetiche e del suo affetto per una città tanto importante quanto unica.
E va detto da subito che la sua poesia non è affettazione, melensaggine o supponenza, bensì naturalezza, spontaneità e vigore. Basta leggere la lirica che dà il la a tutta la raccolta per renderci conto che il poeta non fa sconti per nessuno. Per dirla con l’Ariosto “quel ch’io vi debbo, posso di parole/ pagare in parte, e d’opera d’inchiostro”, perciò se pensate – dice il poeta - che solo i soldi vi danno la felicità, allora passate oltre: non compratelo nemmeno questo libriccino. Ecco già indicata la via, la chiave di lettura dell’opera, la morale sottesa (non il moralismo).

Così ai nostri occhi si svelano in un dipanarsi continuo i volti della sua Napoli, che sono volti di uomini e di cose, volti della natura e dell’anima. I ritratti che Luciano dipinge nelle sue pagine non appartengono solo a lui, ma diventano ipso facto di tutti noi: e del lettore in primis. L’appuntamento con la sua città è tutto suo, è vero, è del poeta che lo fa proprio e lo trasmette a noi con una semplicità e un amore emozionanti. “Me sento ricco e nun tenco una lira;/ me sento Re senza tenè na corte;/ ma ‘o patremmonio e ‘o regno è chesta Napule/ ca ‘a vonno fa murì, ma nun è morta!”. E allora guardiamola questa Napoli, penetriamo nei suoi vicoli e nei suoi misteri, scorgiamo ed identifichiamo la sua anima, antica e sempre nuova, chiniamo la testa sulla sua spalla come due innamorati. E l’amore per la donna che da sempre gli è accanto, l’amore per i figli, fanno un tutt’uno con l’amore per la sua città. Non c’è frattura o iato fra i due sentimenti. Anzi. Sembra che l’uno alimenti l’altro rafforzandolo.
Allo stesso modo, la seconda parte del libro, non più in napoletano, ma in italiano, procede naturaliter. L’andamento, anche se alcune parti sono in prosa, mantiene sempre un ritmo poetico-lirico costante. Riecheggiano ricordi, incontri, ritratti. Si può dire che si tratta di una faccia della stessa medaglia, dove la napoletanità, anche se nascosta dall'uso dell’italiano, fa sempre capolino e da trait-d’union al palcoscenico poetico di Luciano.
Per finire mi sia permesso citare due versi tratti dalla lirica che omaggia Totò:

Napule è na famiglia
aunita ‘int’’o calore
e tu ca lle si’ figlio
nun può murì, nun muore!



Enea Biumi
Varese 26 giugno 2013


A CURA DELL'UFFICIO STAMPA 
LUCIANO SOMMA
FANS PAGE

1 commento:

  1. Leggere di Luciano Somma. e' come affermare il sentimento che questo poeta napoletano inspira in tutti noi ..specialmente noialtri che viviamo lontani in un'America oltreoceano.! Noi napoletani che viviamo in America lo amiamo molto perche' ci dona la nostra Patria lontana. Grazie, Luciano Somma. .
    Ida USA

    RispondiElimina

Non siamo una testata giornalistica. Questo blog non rappresenta una testata giornalistica poiché viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62/2001. L’amministratore del blog declina ogni responsabilità per gli articoli proposti da altri autori o per i commenti aggiunti agli articoli stessi. Eventuali contenuti lesivi dell’immagine o dell’onorabilità di persone terze, o in violazione delle leggi sulla privacy, non sono da attribuirsi all’amministratore del sito, nemmeno se il commento viene espresso in forma anonima o criptata. Qualora fossero presenti contenuti che ricadono nei casi descritti lo si comunichi all'amministratore del blog che provvederà alla loro pronta rimozione.

info@vetrinadelleemozioni.com