Visualizzazioni totali

CERCA NEL BLOG


FANS PAGE FACEBOOK

FANS PAGE FACEBOOK


GIOIA LOMASTI FANPAGE

sabato 27 luglio 2013

LA VOCE DEI SENTIMENTI IN “INTERNI” DI ANNALISA SODDU La poetessa avellinese pubblica il nuovo libro

COMUNICATO STAMPA



INFO ORDINI
Titolo suggestivo e invitante per la nuova pubblicazione di Annalisa Soddu, Interni, il suo nuovo libro di poesie. La pubblicazione dell’opera è stata curata e gestita da TraccePerLaMeta Edizioni, attività di editoria rivolta ai soci dell’Associazione Culturale TraccePerLaMeta.
Dopo il successo avuto con il racconto Il fuoco di Lorenzo, la scrittrice di origini sarde ritorna con una nuova pubblicazione molto carica di significati, come lo stesso titolo del libro chiarifica.
Il critico Lorenzo Spurio nella prefazione osserva: «Questo libro non lascerà indifferente il lettore, perché le liriche che si appresta a leggere “graffiano” il cuore di chi, con sensibilità e innocentemente, sa leggere tra i versi. […] La Soddu affonda con perizia il bisturi in una materia sociale dolorosa e si mostra sensibile alle tortuose pieghe dei comportamenti e dei pensieri umani, attenta osservatrice delle problematiche dell'uomo contemporaneo, delle sue crisi e delle sue affettività». Il libro può essere ordinato ed acquistato tramite lo shop di TraccePerLaMeta Edizioni, tramite ogni altra libreria online (Ibs, Amazon, Dea Store) o ordinato in qualsiasi libreria italiana.

mercoledì 24 luglio 2013

Presentato “L’uomo nero” di Francesco Foti

COMUNICATO STAMPA

Il singolo del cantautore siciliano anticipa 
l’imminente album d’esordio.


Presentato il 17 luglio 2013, nell'incantevole cornice della Pinacoteca-Biblioteca di Piazza Mangelli, a Catania, “L’uomo nero” vibrante singolo del cantautore siciliano Francesco Foti (edizioni ROS Group di Rossano Eleuteri) che anticipa l’imminente album d’esordio. La drammatica tematica della pedofilia viene affrontata da Francesco Foti con soave quanto incisiva delicatezza.
“Il brano - spiega Francesco Foti -, nasce come una dolce ninna nanna con la parola “nero” che salta qua e là tra le sue note. Pensando ai diritti dell’uomo e nello specifico a quelli dei bambini che sono sempre vittime innocenti. La “fusione” di parole e musica è stata un’alchimia incredibile, ho buttato tutto giù di getto senza fermarmi, limando solo pochissimo in seguito il testo. Il risultato è molto equilibrato ed efficace, e ritengo che la canzone mantenga una sua aura fiabesca nonostante la tematica trattata sia molto cruda. L’arrangiamento curato da Rossano Eleuteri ha conferito al tutto una morbidezza e un’atmosfera da sogno”.
Il singolo è acquistabile su iTunes e nelle migliori piattaforme dedicate. Moderati dalla giornalista Grazia Calanna che ha intervistato pubblicamente il cantautore Francesco Foti, sono intervenuti Mario Grasso (Direttore di Lunarionuovo), Luigi Carotenuto (Poeta e Critico Letterario) e Nello
Pappalardo (Giornalista e Critico Musicale). Per completezza d’informazione riportiamo di seguito i rispettivi interventi nella versione integrale.

La cucina arancione - nuova opera in narrativa dell'autore Lorenzo Spurio

Una riflessione sui limiti della normalità
Lo scrittore jesino torna con 
“La cucina arancione”
una raccolta di racconti dai temi forti

SCHEDA DEL LIBRO



Titolo: La cucina arancione
Autore: Lorenzo Spurio
Prefazione: a cura di Marzia Carocci
Casa Editrice: TraccePerLaMeta Edizioni, 2013
Collana: Oltremare (narrativa)
ISBN: 978-88-907190-8-0
Pagine: 237






Info: info@tracceperlameta.org - lorenzo.spurio@alice.it


COMUNICATO STAMPA


Le pagine che costituiscono questo libro sono un ricco documentario di disagi, ossessioni e devianze di varia natura che Lorenzo Spurio lega egregiamente attorno al titolo di La cucina arancione, uno dei racconti che costituiscono la raccolta. Spurio viaggia tra il realismo magico e il surrealismo, sfiorando territori vasti quali l’onirico, l’inverosimile, il paradossale e l’imprevedibile.
L’autore jesino ha alle sue spalle un’intensa attività letteraria fatta di collaborazioni a riviste, partecipazioni ad eventi e pubblicazioni di critica letteraria e dalla recente curatela di Obsession – Raccolta di racconti a tema “Manie, fobie e perversioni” (Limina Mentis, 2013) con la quale, pure, Spurio ha manifestato di interessarsi al disturbo e alla componente deviante dell’uomo.
Parlando de La cucina arancione, la scrittrice fiorentina Sandra Carresi ha osservato: «La cucina arancione è il luogo dove, la fantasia, le emozioni, le tentazioni, le trasformazioni, e tutte le altre componenti silenziose della psiche, hanno la possibilità di prendere vita, cambiarsi abito, prendere un volto ed anche un volo. Tutto questo, dalla penna di colui che riesce a mettere il nero e il blu sulla carta bianca: lo scrittore.Se non avete il timore, né il pregiudizio di chiamare “follia” ciò che alberga in ognuno di noi, con le proprie manie, fissazioni, timori e desideri, ma di leggere con gli occhi, la mente, il gusto, ciò che potrebbe essere, se oltrepassassimo quel limite così detto –normalità-, leggete La cucina arancione e sicuramente ritroverete le vostre “paure”, magari esorcizzate con il sorriso della confidenza».

martedì 23 luglio 2013

LUCIANO SOMMA - DA NAPOLI CON AMORE - RECENSIONE A CURA DI MICHELA ZANARELLA

LOCANDINA A CURA DI
FRANCESCO ARENA
PROGETTO
VETRINADELLEEMOZIONI.COM
INFO ORDINI



" ...nell’attesa di nuove mietiture rompendo i muri dei silenzi dell’indifferenza dell’apatia navigando nel verde mare senza alghe inquinate senza tempeste col cielo limpido specchio d’una realtà senza confini dove il colore della pelle non sarà un optional ma una certezza di fratellanza d’amore di parità..." 
Luciano Somma

Luciano Somma, poeta, scrittore e paroliere napoletano e voce nota nel panorama poetico italiano e non solo, presenta ai numerosi estimatori una nuova opera letteraria, Da Napoli con amore, edita da Photocity. Il volume è diviso in due sezioni, “poesie napoletane” e “poesia e prosa italiana”.
Le liriche e i racconti sono accomunati dal sentimento profondo d’affetto dell’autore verso la sua città, Napoli. Ogni verso celebra il forte legame con le origini, con la propria terra; il fascino e il mistero di Napoli si percepiscono a pieno, le emozioni che il poeta vive divengono quei tocchi poetici essenziali a nutrire l’anima di ricordi, percezioni, istanti. La poesia “Ll’ appuntammento” è un inno d’amore alla città dal mare generoso: “Napule è sempe chella…tale e quale,/ cu’ ‘o mare generoso, chinn’ ‘e core”.
Il costante rimando ai luoghi cari, agli ambienti e alle persone che hanno in qualche modo segnato il proprio cammino di vita, consente una lettura intensa che rivela l’amore per la famiglia, per il paesaggio, per quelle strade antiche e strette del quartiere. La poesia in vernacolo di Luciano Somma ha il pregio di una musicalità calibrata, elegante, che valorizza il linguaggio scelto con accuratezza. Il poeta libera l’ispirazione raggiungendo un equilibrio nel ritmo e nel lessico; le scelte stilistiche dimostrano l’afflato esperto e vibrante. È una continua esplorazione di volti e di luoghi quest’opera, che non si limita a rendere omaggio alla città del poeta, ma ne canta i colori, i suoni, il calore umano. Testimonianza precisa di questo viaggio in versi è la poesia “Piscatore”, dove si colgono tutte le sfumature dell’ uomo di mare che “tira ‘a rezza”.

sabato 20 luglio 2013

La tendenza alla nullificazione del prodotto poetico. Diamoci una mossa, prima che la poesia si estingua. di Ninnj Di Stefano Busà


La tendenza alla nullificazione del prodotto poetico. 
Diamoci una mossa, prima che la poesia si estingua.


Ninnj Di Stefano Busà
Un discorso sulla Poesia torna opportuno oggi più che mai...visto che la stessa si muove incerta per difficili sentieri, impedita da lassismi libertari e fuorvianti, mode e linguaggi sconclusionati, culture e capricci della moda votati a portare avanti la parte più deteriore e rivoluzionaria del prodotto linguistico, quella che risente di forme più o meno imbarbarite o troppo progressiste: come informatica, rampe satellitari, video games, che distolgono l’attenzione dalla poesia, divenuta obsoleta e fuori tempo. Questa mia nota, altro non è che una proposta, un invito a pensare, a discutere, a promuovere iniziative atte a diffondere la Poesia e portarla tra i giovani: la poesia può appartenere a chiunque la ami.
L’evoluzione delle forme poetiche nella storia della cultura è stata continua e costante. Anche nei periodi bui di stagnazione e di regressione o in altri di avanguardia o di pseudoavanguardismo estremo, di rinnovamento forzato, quasi traumatico perché sotto dettatura di impellenti bisogni scardinatori della lingua, ha mantenuto (per fortuna) alcune categorie universalizzanti che fanno della parola poetica una realtà necessaria, non del tutto superflua per l’uomo e la sua specie.

giovedì 11 luglio 2013

COMUNICATO STAMPA Edizioni ROS Group di Rossano Eleuteri presenta “L’uomo nero” di Francesco Foti


Il singolo del cantautore siciliano anticipa l’imminente album d’esordio
presenta 
“L’uomo nero” 
di 
È uscito il “L'uomo nero” vibrante singolo del cantautore siciliano Francesco Foti (edizioni ROS Group di Rossano Eleuteri) che anticipa l’imminente album d’esordio. Mercoledì 17 luglio 2013, alle ore 18.30, la Pinacoteca-Biblioteca di Piazza Mangelli Catania ospiterà la conferenza stampa di presentazione del singolo (acquistabile su iTunes e nelle migliori piattaforme dedicate) di cui vi omaggiamo con l’mp4 in allegato alla presente. È gradita la vostra presenza. Con il cantautore Francesco Foti, interverranno Mario Grasso (Direttore di Lunarionuovo), Luigi Carotenuto (poeta e critico letterario) e Grazia Calanna (Direttore de l’EstroVerso).

La drammatica tematica della pedofilia viene affrontata da Francesco Foti con soave quanto incisiva delicatezza. “Questa canzone - dichiara Foti - è nata di getto come una ninna nanna di speranza: un suono di carillon bianco e dolce, con la parola “nero” che vi danzava sopra; l’ho scritta istantaneamente, limandola pochissimo”. Francesco Foti, cantautore e poeta dalla visione romantica, in un'epoca satura di tecnologia, usa ancora una vecchia macchina da scrivere, la mitica Olivetti Lettera 44, vivendo la musica come un “un’alchimia incredibile. Il dono più grande, insieme all’amore, che la vita può donarci”.


Biografia 

Francesco Foti nato a Giarre (CT) nel settembre del 1979. Ha pubblicato (entrambe prefate da Mario Grasso) due sillogi di poesie in dialetto etneo: 
Afotismi, ed. Prova d'Autore (2009) e Jettu uci senza vuci, ed. Prova d'Autore (2012). È socio del Gruppo Letterario Convergenze con quale svolge un'intensa attività culturale in tutta la Sicilia e vanta diverse pubblicazioni. Ha ottenuto diversi riconoscimenti a livello nazionale. Ha firmato, insieme ad Alessandro Canino e Rossano Eleuteri, le canzoni "L'amore è amore" e "Sarai", presenti nell'album "Io" di Alessandro Canino, edizioni ROS group, distr. Self, in uscita il 4 giugno 2013.
Edizioni ROS Group di Rossano Eleuteri presenta “L’uomo nero” di Francesco Foti.



lunedì 1 luglio 2013

Il grido della terra. Missione Emilia Opera di Fabio Clerici



Il grido della terra 
Missione Emilia 
di 

Descrizione


Per non far dissolvere la memoria di quei visi, ho scritto impressioni ed emozioni su un piccolo Moleskine e ho scattato tantissime foto, perché possano rappresentare il ricordo di ogni singolo particolare di quei paesi, ogni casa crollata, ogni vita distrutta, ogni attimo che fu e non tornerà. Questo è il mio modo di raccontare per lasciare una testimonianza della cultura post-terremoto, perché quella "pre" era la storia di tranquilli paesi e cittadine, con i consueti luoghi di ritrovo, il cinema, la gente sul Corso, i pettegolezzi, le serate estive in Piazza. Solo ricordi in bianco e nero. Ho trascorso in Emilia tre settimane partecipando a una missione di soccorso e i racconti di questo "diario emozionale" nascono dall'osservazione quotidiana di episodi che, per quanto narrativamente romanzati e inseriti temporalmente in maniera non cronologica, accolgono i principi del "reale", con personaggi di fantasia ma "prestati" dalla vita quotidiana, che animano la vita di comunità. La visione degli eventi non risulta pietistica, ma consapevole del dover percorrere un tragitto in salita, costellato da imprevisti e asperità, in nome di un futuro più consapevole.

Dettagli del libro

Titolo: Il grido della terra. Missione Emilia

Nota critica su Eros e la nudità di Ninnj Di Stefano Busà a cura di U. Piscopo


Titolo: Eros e nudità
Autore: Ninnj Di Stefano Busà
Curato da: Mauro W., Perilli P., Schwarz A.
Editore: TracceCollana: I cammei
Data di Pubblicazione: 2013
ISBN: 8874338783ISBN-13: 9788874338788
Pagine: 96
Formato: brossura

NINNJ DI STEFANO BUSÀ
UNA GHIRLANDA DI CALICI 
PIENI PER UN BRINDISI ALL'AMORE

L’e-book "Eros e la nudità", di Ninnj Di Stefano Busà, prefazioni di Walter Mauro, Plinio Perilli, Alberto Schwarz, Edizioni Tracce, Pescara 2013, pp. 99. * Il Novecento è sempre più lontano. Si avverte perfino una tensione a denovecentizzarsi, se si può dire. Cioè a togliersene di dosso l’odore. Uno dei segnali è la nuova qualità di approccio all’amore. Non è che il Novecento ignorasse l’amore. Lo teneva, anzi, terribilmente presente, - e come si potrebbe mai scrivere, vivere o pensare senza l’amore? -, ma lo assumeva a materia da approcciare in chiave critica e in una nitida luce di disincanto, o di analisi e perfino di divertimento cinico, soprattutto nell’ambito neoavanguardista e neosperimentale. L’indirizzo era nato già nelle avanguardie storiche. Il futurismo, ad esempio, spalancava le porte alla fisicità erotica, solo ai fini funzionali della riappropriazione degli istinti dei primordi, a favore di un’antropologia più ricca di energia. Per questo, gridava “abbasso la donna”, e, di contro, “viva la femmina”.

Non siamo una testata giornalistica. Questo blog non rappresenta una testata giornalistica poiché viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62/2001. L’amministratore del blog declina ogni responsabilità per gli articoli proposti da altri autori o per i commenti aggiunti agli articoli stessi. Eventuali contenuti lesivi dell’immagine o dell’onorabilità di persone terze, o in violazione delle leggi sulla privacy, non sono da attribuirsi all’amministratore del sito, nemmeno se il commento viene espresso in forma anonima o criptata. Qualora fossero presenti contenuti che ricadono nei casi descritti lo si comunichi all'amministratore del blog che provvederà alla loro pronta rimozione.

info@vetrinadelleemozioni.com