Visualizzazioni totali

CERCA NEL BLOG


FANS PAGE FACEBOOK

FANS PAGE FACEBOOK


GIOIA LOMASTI FANPAGE

mercoledì 18 settembre 2013

UNA VITA IN RITARDO - Alla scoperta di una duplice esistenza Opera dell'Autrice Celeste Fortunato

UN VIAGGIO INTERIORE
CHE PERCORRE IL TEMPO DELLA COSCIENZA
VERSO NUOVE OPPORTUNITA’ DELL’ESISTENZA

Web Site INFO ORDINI Forum
EDITORE

***************************************
                                                                 
Alcune persone riferiscono di vivere eventi misteriosi, come la percezione di esperienze già vissute o la sensazione di ri-conoscere luoghi e persone in realtà ignote che assumono i contorni di una certa familiarità, evocando flebili ricordi lontani.

Intorno al fenomeno della reincarnazione si svolge la trama che vede le due protagoniste, Chiara ed Elisabeth, convergere da epoche diverse in un unico habitat corporeo. Due personalità distinte e contrapposte, eppure talmente simili e vicine, ognuna determinata a rivendicare il proprio diritto alla vita.
Un viaggio interiore che i personaggi compiono lungo un percorso di ricerca della propria identità. Percorso complesso che, se pur conquistato in ritardo, rappresenta l’occasione di riscatto dalle proprie colpe, motivo peculiare nel fenomeno della reincarnazione.

Scevra dalla volontà di predicare una particolare tendenza religiosa piuttosto che un’altra, il fenomeno della reincarnazione funge da pretesto per indagare l’intima interiorità dell’esperienza e comprenderne le scelte che giustificano la forza e il coraggio del perdono ─ per se stessi prima ancora che nei confronti dell’Altro ─ assumendo il concetto di ritardo valore positivo allor quando diviene metafora di altra possibilità, di riscatto, di liberazione.



IL PROGETTO LETTERARIO

UNA VITA IN RITARDO. Alla scoperta di una duplice esistenza” è il romanzo di recente pubblicazione della tarantina Celeste Fortunato.
Il libro è stato pubblicato grazie al contributo di numerosi lettori che, con il crowdfunding di Produzioni dal Basso, ne hanno sostenuto il Progetto Letterario, pubblicazione opportunamente preceduta da un lavoro di editing con il critico Giovanni Amodio che mira a garantire la qualità letteraria dell’opera.

L’autrice, infatti, si avvale del self publishing quale nuova formula di pubblicazione, secondo la quale non ricorre alla consueta Casa Editrice che cura la produzione e promozione dell’opera, bensì procede all’auto-pubblicazione.
Insieme all’Editore, il romanzo rappresenta, dunque, il frutto della nuova frontiera dell’editoria.
Sul Sito di Celeste è possibile prendere visione dell’Anteprima con la pubblicazione delle prime pagine del libro, il Video di presentazione e la Galleria con le istantanee che rappresentano alcuni aspetti dei personaggi e dei contesti del romanzo che ne favoriscono l’immaginazione, realizzati dalla stessa autrice con finalità promozionali.
In seguito alla lettura del libro è, inoltre, possibile esprimere il proprio giudizio nell’ambito del Forum predisposto sul sito dell’Editore
Con il romanzo ambientato nella Taranto degli anni '40, Celeste Fortunato ha desiderato rendere omaggio alla propria città natìa, nella quale è nata e tuttora risiede.


CHI È L'AUTRICE

Nata a Taranto ove tutt'ora risiede, Celeste Fortunato consegue nel 2005 il Titolo di Laurea in Scienze dell’Educazione.

Da sempre appassionata d’arte, nel tempo l’autrice coltiva il proprio interesse nei diversi campi artistici, dalla Fotografia alla Pittura, dalla Recitazione al Canto, dall’Artigianato alla Scrittura, arricchendo la propria professione con una formazione squisitamente artistica che le consente di realizzare diversi Laboratori d’Arte rivolti a persone che versano in condizione di disagio sociale e psico-fisico.
Nel 2012 si iscrive al Master in "Editoria Libraria e Redattore Editoriale" presso l'Università della Calabria dove conosce il suo Editore.

“Una vita in ritardo. Alla scoperta di una duplice esistenza” rappresenta il suo romanzo d’esordio.


Nessun commento:

Posta un commento

Non siamo una testata giornalistica. Questo blog non rappresenta una testata giornalistica poiché viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62/2001. L’amministratore del blog declina ogni responsabilità per gli articoli proposti da altri autori o per i commenti aggiunti agli articoli stessi. Eventuali contenuti lesivi dell’immagine o dell’onorabilità di persone terze, o in violazione delle leggi sulla privacy, non sono da attribuirsi all’amministratore del sito, nemmeno se il commento viene espresso in forma anonima o criptata. Qualora fossero presenti contenuti che ricadono nei casi descritti lo si comunichi all'amministratore del blog che provvederà alla loro pronta rimozione.

info@vetrinadelleemozioni.com