Visualizzazioni totali

CERCA NEL BLOG


FANS PAGE FACEBOOK

FANS PAGE FACEBOOK


GIOIA LOMASTI FANPAGE

giovedì 31 ottobre 2013

PROSODIE IN BOP MINORE - Presentazione happening di due pubblicazioni di Norman Zoia (“passi perVersi” & “grido di natale”)

EVENTO FACEBOOK

Presentazione happening di due pubblicazioni di Norman Zoia (“passi perVersi” & “grido di natale”). In collaborazione con Fucina N.4 - Interventi di Alessandra Santin (critico d'arte), Lazzaro Marini (storico), Sabrina Matteazzie & Mariaelisa Angeli (assessori alla cultura uscente ed entrante). Special guest: Enrico Casarotto, Giacomo Seccafien, Jessica Rendeira Guiotto... Buffet a cura del maestro fornaio Dridani e delle Cantine Rigoni di Malintrada



  • Sala Svevo della Biblioteca, Riviera Scarpa 17 - Motta di Livenza
    venerdì 6 dicembre ore 21.15 - ingresso libero


mercoledì 30 ottobre 2013

Presentazione dell'Opera "Dal vino in gola" silloge d’esordio di Danilo Vignola

Dal vino in gola” è l’anagramma che da il nome alla silloge d’esordio di Danilo Vignola.
Il libro, edito con la collaborazione di una celebre etichetta discografica milanese con il gruppo Albatros, sarà presentato venerdì otto novembre (2013) a Potenza, presso l’ex caffè letterario, Civico 197 sotto la direzione artistica del musicista Nicola Manzi.
Si tratta di una raccolta di poco più di trenta componimenti letterari per lo più inediti, maturati negli anni dal Vignola, nome già noto negli ambienti artistici italiani ed internazionali per la sua più che premiata attività musicale. Sulla copertina è impressa l’immagine del dipinto Percorsi di Giancono Cammarano , pittore riconosciuto che ha esposto in gallerie internazionali, il quale coglierà l’occasione per impreziosire l’evento con l’esposizione di alcune sue opere. La manifestazione, tuttavia, sarà fuori dai canoni che impone la classica presentazione di un libro, perché riguarderà soprattutto la musica, con i "Trafficanti di Note" in concerto: un trio made in Lucania che unisce le ballabili melodie del mediterraneo a sonorità più rock progressive sotto la guida dell’eclettico batterista e percussionista Giovanni Didonna (Tolve, PZ), sperimentatore di stili tra i più noti del panorama underground lucano. Il palcoscenico del Civico 197 sarà inoltre calcato da tanti altri ospiti d’eccezione fra musicisti e poeti che si alterneranno.
Il libro sarà presentato dal dottore in filosofia Rocco Mentissi (Tolve, PZ) : avanguardista e sperimentatore musicale, suonatore di tastiere e synth. Studioso, ricercatore ed interprete di quel linguaggio minimo, che ricalca le forme profonde ed essenziali, proprie della tradizione lucana. Attualmente è il compositore principale, con la collaborazione di Danilo Vignola, del trio Trafficanti di Note,.
Sono stato sempre attratto, ci spiega l’autore Danilo Vignola, dall’improvvisazione; non solo da quella fatta con le note, ma anche da quella fatta con le parole. I poeti beat usavano spesso scrivere ed intrattenere il pubblico con un flusso libero di parole ed immagini , a volte senza l’intercessione del ragionamento ma in balia del solo istinto creativo. 

E’ da questo principio che l’artista ha maturato questa sua prima silloge letteraria dopo un’intensa e bizzarra attività di “Band per poeti” che lo ha impegnato in vari tour solitari nei caffè letterari, circoli culturali, vinerie, strade… in Italia ed in Europa, alla ricerca di versi o poeti occasionali da accompagnare in spettacoli, improvvisando con il suo ispirato chitarrino a quattro corde. Versi che col tempo sono diventati testi musicali, facendo di questo libro una “raccolta di versi per canzoni Ethn’n’roll” (genere musicale da lui coniato che unisce principalmente ritmi tribali e versi di poesia). Nella pubblicazione vi sono, inoltre, rime in settenari ed endecasillabi e degli haiku.



martedì 29 ottobre 2013

lunedì 28 ottobre 2013

“Sguardi” versi scomposti e liberati - opera poetica di Bartolomeo Bellanova

Versi scritti tra dicembre 2010 e agosto 2013 con occhi liberati perché gli occhi sono gli spiragli dell’anima dai quali può uscire luce accecante o schizzi di nero di seppia nauseabondo. Ogni attimo di vita ha un senso come un passo avanti verso la liberazione dalle falsità che ci piombano la vita. A voi tutti grazie! 
– L’autore – Bartolomeo Bellanova

Invito dell’autore
Le porte delle stanze di questa galleria di immagini viventi e vive che ho pennellato di getto sono aperte a tutti voi che vorrete seguirmi in questo lungo percorso. Il mio occhio interroga con amore la natura, i sentimenti umani, la sofferenza degli ultimi e dei senza parole.
Non aspettatevi un mondo edulcorato: la tensione costante nei miei sguardi a ricercare il bello e il sublime in un fiore, in una farfalla, in un barbone o in una prostituta, non crea un mondo separato ed etereo, ma convive, come nella nostra vita quotidiana, con le bassezze, le violenze, la sgradevolezza. Ogni attimo d’amore è strappato al non senso della morte, all'interruzione repentina e inaspettata del nostro cammino, morte che torna sotto tante forme e aspetti per nascondersi meglio ai nostri occhi spesso annebbiati.
Dai nostri occhi, quindi, partiamo per imparare a liberare lo  “sguardo” “dalle falsità che ci piombano la vita” per scoprire giorno dopo giorno l’essenziale.
Entriamo, le stanze che ci aspettano sono tante: aperte e luminose, oppure scure e inquietanti, ognuno potrà soffermarsi in quelle che sente vicino, oppure non entrare in altre, avanzare, tornare indietro, ma disperatamente vivere sempre e non lasciarsi vivere

Giuseppe Cirigliano - "D'ä mê riva" (di Fabrizio De André)


"Quando un navigante abbandona la banchina del porto della città in cui vive arriva il momento del distacco dalla sicurezza, dalla certezza, sotto specie magari di una moglie, custode del talamo nuziale, agitante un fazzoletto chiaro e lacrimato dalla riva; il distacco dal pezzetto di giardino, dall'albero del limone, e, se il navigante parte da Genova, sicuramente dal vaso di basilico piantato lì sul balcone [...]. È un momento sottilmente drammatico, un momento che si vive come accecati da un controsole, e che suscita la nostalgia nel momento stesso in cui l'imbarcato fa l'inventario del suo baule da marinaio preparatogli dalla moglie: tre camicie di velluto, due coperte, il mandolino e un calamaio di legno duro [...]. Della compagna della vita resta al marinaio soltanto una fotografia di quando lei era ragazza, una fotografia sbiadita in fondo ad un berretto nero, per poter baciare ancora Genova sull'immagine di una bocca che io definisco "in naftalina"

FONTE
["Creuza de mä - Incontro con Fabrizio De André", film-documentario di "Mixer" (1984)]

martedì 22 ottobre 2013

MIXANDO LA MIA VITA TRA LE NOTE E I COLORI - FABRIZIO FATTORI - NUOVA EDIZIONE


INFO ORDINI
Photocity Edizioni


Scrivere un libro è sempre difficile... soprattutto per chi non fa lo scrittore... Pur non rinnegando niente di ciò che ho fatto non voglio fare del mio passato un "lasciapassare" per il mio presente e tanto meno per il mio futuro. La mia intenzione con questa breve autobiografia e con questi racconti di vita vissuta, è solo quella di offrire una descrizione più completa possibile del mio pensiero... del mio lavoro... di quello che significa secondo me essere un DISCK JOCKEY. E` uno spaccato di vita vissuta che va dal 1976 fino ad oggi... ho cercato di non tralasciare nulla... donne, politica, droga e quant`altro... Dopo oltre trent`anni di carriera e cinquanta di vita ringrazio tutti coloro che mi hanno... che continuano... e continueranno a sostenermi... 

Fabrizio Fattori 




PROGETTO IN COLLABORAZIONE 
con 
Alessandro Spadoni - Marcello Lombardo 
Gioia Lomasti


EVENTO FACEBOOK

sabato 12 ottobre 2013

APNEA NOTTURNA - ROMANZO DI MICHELE LOREFICE

La vicenda prende spunto da una caduta accidentale del protagonista, il quale non ricorda di averla vissuta, dalla finestra dell'improbabile studio di un sadico dentista. I sogni ed i risvegli in una realtà ancora più allucinante si susseguono in un crescendo di incubi e allucinazioni fino alla risoluzione in un definitivo risveglio con sorpresa. Manichini che prendono vita, vecchi con la bocca cucita che vomitano piccioni obesi, ragazze usate come carne da macello ed ecclesiastici impegnati in osceni baccanali. Tutte le metafore vengono usate per una rappresentazione distorta dei nostri terrori quotidiani.

Dettagli del libro

APNEA NOTTURNA

[Short Film]


Cortometraggio ispirato al romanzo omonimo dello scrittore genovese Michele Lorefice, e realizzato dallo studio di video produzioni "Illusion Group".


Pagina facebook di Michele Lorefice: 

Sito ufficiale di Illusion Group: 

giovedì 10 ottobre 2013

IL CAVALIERE OSCURO A GRAVITY ZERO‏ - Recensione a cura di Francesco Arena


Non mi piace vedere un film e poi lasciarlo perdersi nell'oblio della mia mente; quando posso lo riguardo volentieri anche più volte, lo analizzo, lo scruto, lo macino, lo centrifugo e infine ne deduco una mio giudizio personale. Altra cosa che amo fare è compararlo e cercare significati velati o analogie con altri film; il confronto a mio parere rende la "digestione" del film o dei film, molto più completa di un commento esclusivo ai film medesimi.

Ieri sera ho visto Gravity di Alfonso Cuarón un buon film, bravo a mio parere il regista che non è stato a dilungarsi in modo pesante, ottima la fotografia finalmente e piacevolmente esaltata dalla visione in 3D e bravissimi gli attori... in particolare l'attrice Sandra Bullock che alla stregua di Keir Dullea in 2001: Odissea Nello Spazio di Stanley Kubrick, duetta con lo spazio siderale, le sue incognite e i suoi pericoli dietro ogni angolo.
Certo come letto da altre recensioni sono diverse le imprecisioni, ma un film di fantascienza è appunto fanta & scienza.

sabato 5 ottobre 2013

Gocce di Fuoco - seconda opera di Monica Sapucci

INFO ORDINI
Gocce di Fuoco di Monica Sapucci

Opera a cura di
Francesco Arena & Gioia Lomasti
TUTTI I PROVENTI DELL'OPERA VERRANNO DEVOLUTI 
AL FINE DI PROGETTI BENEFICI
Oggi trovare il coraggio e la voglia di scrivere poesie è già un salto profondo dentro se stessi... trovare poi la forza di pubblicarle è un ulteriore forma di altruismo intrecciato a quell'ego necessario alla rinascita di ogni cosa... Non saprei definire i diversi tipi di scrittura o meglio... non saprei dar loro il giusto riconoscimento... esiste quella semplice diretta, quella fatta di doppi sensi, quella che non vuole arrivare a tutti, quella difficile da interpretare, quella che vuole essere compresa senza filtri o muri, quella indefinibile e quella indecifrabile... insomma... scrivere è una grande forma di convivenza sociale che attraverso le parole libera come per magia la necessità e la contaminazione dei sogni. 
Leggo in ciò che scrive Monica la voglia di aprire il cuore con una lieve paura di farlo e questo rende le sue poesie una variabile emozionale che non ha timore di giudizio.
Sono poi felice di leggere all'interno del suo lavoro, sfumature di gocce che sanno riempire di orgoglio tante anime impegnate verso il sociale e questo rende ancor più importante questa raccolta. Sono poi onorato di essere presente in modo originale in una pagina inaspettata... lo considero un grande dono che condivido con tutte quelle persone che lo leggeranno e con i bambini e i ragazzi della Cambogia che stanno camminando verso un futuro fatto di grandi speranze. Grazie Monica...e continua a lottare attraverso le tue pagine per rendere questo mondo più vero... più semplice... più attento al cuore a discapito degli occhi... 
A cura di Sergio Casabianca

giovedì 3 ottobre 2013

Rumore di Anime - Romanzo di Luca Scarpa

Quarta di copertina

Manuel, un ragazzo emotivamente fragile, dal passato oscuro e doloroso, appena rimasto vedovo...
Mirco, il suo migliore amico, un ex soldato dai modi grezzi e mascolini, capace di combinarne di tutti i colori...
Monica, amica di entrambi, una donna sentimentalmente combattuta, che dovrà scegliere da che parte volgere il suo cuore...
Mirabella, un'anima che torna dal passato, una spogliarellista ammaliante e travolgente...
Jessica, un medico dalla doppia e agghiacciante personalità, che giocherà con le vite di tutti...
Sullo sfondo di questi intriganti personaggi il paese di Caorle e dintorni.
Romanzo drammatico-sentimentale - L'autore ne sconsiglia la lettura ai minori di 14 anni. 
È disponibile una preview gratuita del libro nel sito web

martedì 1 ottobre 2013

Terzo concorso di poesia - Pubblica Assistenza città di Ravenna - Solidarietà - dammi la mano per uscire dal buio

III° CONCORSO DI POESIA
PUBBLICA ASSISTENZA
CITTA’ DI RAVENNA

“Solidarietà”
Dammi la mano per uscire dal buio



“3° Concorso di Poesia Pubblica Assistenza Ravenna”



I partecipanti dovranno inoltre indicare, in altro documento (e-mail o carta), le proprie generalità, indirizzo, numero di telefono, e-mail, un breve c. v. e riportare la seguente dichiarazione firmata: “Autorizzo l'uso dei miei dati personali ai sensi della L. 675/96 e successive modifiche” da parte della P.A. di Ravenna.
Non saranno considerate valide le poesie inviate in forma anonima, dovrà inoltre essere espressa la disponibilità a leggerle nei trebbi organizzati dal concorso personalmente dagli autori o da persone da essi indicate.

I trebbi sono organizzati presso la sede della P.A. o in altri luoghi da questa indicati. Le poesie prescelte dalla giuria saranno inserite in una raccolta.
Dell’autore della poesia ritenuta vincitrice saranno raccolti e pubblicati eventuali altri lavori
se non già pubblicati. La partecipazione è gratuita ed aperta a tutti, anche ad autori stranieri purché abbiano inviato gli elaborati in lingua italiana o in dialetto.
Nessun limite d’età

Nel caso di autori minorenni, è obbligatoria l'autorizzazione da parte di un genitore o da chi ne fa le veci.


La serata di concorso si terrà nel trebbo di martedì 3/12/2013 ore 20.00.
Il giudizio della giuria è insindacabile e inappellabile


IN COLLABORAZIONE CON
AUTORI e ARTISTI

Non siamo una testata giornalistica. Questo blog non rappresenta una testata giornalistica poiché viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62/2001. L’amministratore del blog declina ogni responsabilità per gli articoli proposti da altri autori o per i commenti aggiunti agli articoli stessi. Eventuali contenuti lesivi dell’immagine o dell’onorabilità di persone terze, o in violazione delle leggi sulla privacy, non sono da attribuirsi all’amministratore del sito, nemmeno se il commento viene espresso in forma anonima o criptata. Qualora fossero presenti contenuti che ricadono nei casi descritti lo si comunichi all'amministratore del blog che provvederà alla loro pronta rimozione.

info@vetrinadelleemozioni.com