Visualizzazioni totali

CERCA NEL BLOG


FANS PAGE FACEBOOK

FANS PAGE FACEBOOK


GIOIA LOMASTI FANPAGE

venerdì 13 maggio 2016

Dipthycha I 3 Voll. del progetto poetico in dittici a due voci

Il 26 marzo 2013 il poeta e aforista Emanuele Marcuccio, ha dato lʼavvio al progetto di un Volume antologico in dittici poetici a due voci1, «Dipthycha. Anche questo foglio di vetro impazzito, cʼispira...»
Con questa non solita antologia, da lui ideata e che lo vede anche autore di ventuno poesie dei dittici poetici, insieme ad altri amici autori, per un totale di quarantadue liriche, non si è voluto scendere in nessun agone poetico, in nessuna gara. L’intento è l’amore per la poesia, nei suoi diversi stili ed espressioni, la voce della poesia che, va oltre la voce del singolo poeta.
Dipthycha, termine derivato dallʼoriginale latino diptycha (-orum), con contaminazione in chiave moderna e riadattamento del dittico, la tavoletta cerata in uso presso gli antichi Romani per scrivervi con lo stilo, in chiave poetica. Come sottotitolo «Anche questo foglio di vetro impazzito, c’ispira...», parafrasando i versi finali della sua poesia “Telepresenza”, ispiratrice del primo dittico poetico intercorso con l’amica poetessa, Silvia Calzolari, il 9 maggio 2010. L’idea di questi dittici è nata su internet e davanti a un PC.

L’Antologia è stata pubblicata il 10 settembre 2013 con Photocity Edizioni.
Marcuccio, Emanuele; AA.VV., Dipthycha. Anche questo foglio di vetro impazzito, c’ispira..., Pozzuoli (NA), Photocity Edizioni, 2013, pp. 90.
ISBN: 978-88-6682-474-9.

Il 22 luglio 2014 Marcuccio avvia il progetto di un secondo Volume, con la collaborazione del critico letterario e poeta Luciano Domenighini, che redige le note critiche su ventinove dei trentatré dittici a due voci presenti e propone un dittico con due voci d’eccezione della Storia della Letteratura Italiana: Giovanni Pascoli e Giosuè Carducci. Marcuccio questa volta è presente con trenta poesie.
Scrive questʼultimo in un suo aforisma del 2014 e che riporta in esergo al Volume: «Qual è lo spirito di un dittico poetico?
Perché creare un dittico poetico a due voci? Per trovare corrispondenze di significanti nei versi di due poesie di due poeti, accomunate dal tema simile, per trovare affinità elettive nella loro poesia, oltre le distanze e il tempo; quando ciò accade, si riesce ad ascoltare la voce della poesia che, va oltre la voce del singolo poeta, ed è stupore e meraviglia.»

L’Antologia è stata pubblicata il 7 gennaio 2015 con TraccePerLameta Edizioni.
Marcuccio, Emanuele; AA.VV., Dipthycha 2. Questo foglio di vetro impazzito, sempre, c’ispira..., TraccePerLaMeta Edizioni, 2015, pp. 184.
ISBN: 978-88-98643-25-7.

Nel maggio 2015 Marcuccio avvia il progetto di un terzo Volume. Quaranta i dittici a due voci (alcuni proposti anche da altri poeti partecipanti). Tre dittici a due voci chiudono Dipthycha 3: il poeta e critico letterario Aldo Occhipinti propone un dittico con lʼeclettico Gabriele dʼAnnunzio e un altro con il profondissimo Eugenio Montale; mentre Emanuele Marcuccio ne propone uno alla poetessa Lucia Bonanni, con il funambolico Aldo Palazzeschi. Marcuccio questa volta è presente con venti poesie.
Scrive questʼultimo in un suo aforisma del 2015 e che riporta in esergo al Volume: «In un dittico a due voci il poeta si apre al prossimo, anch'egli poeta, scegliendo che ai suoi versi facciano eco quelli di un altro poeta che trova in qualche modo affine, in cui individua corrispondenze sonore o emozionali, affinità elettive, corrispondenze di significanti.»

L'Antologia è stata pubblicata alla fine di aprile 2016 con PoetiKanten Edizioni.
Marcuccio, Emanuele (a cura di), Dipthycha 3. Affinità elettive inpoesia, su quel foglio di vetro impazzito..., PoetiKanten Edizioni, 2016, pp. 180.
ISBN: 978-88-99325-37-4.

venerdì 6 maggio 2016

Novità poesia: "Indeks" di Deborah Žerovnik

Disponibile da oggi in tutte le librerie online in formato digitale ed ordinabile in formato cartaceo dal sito dell'editore (Matisklo Edizioni) la raccolta di poesia di Deborah Žerovnik "Indeks".
I quarantasette brani che compongono la raccolta della poetessa italo-croata - ma le cui origini "multietniche" sono in realtà assai più complesse - sono accomunati dalla volontà di rappresentare i drammi e le storie (tra cui la Guerra dei Balcani, presente in sottofondo in buona parte dei testi) dal punto di vista di una "profuga dell'insignificanza", non in senso dispregiativo ma con l'intento preciso di recuperare, pur nell'orrore dei temi trattati, una dimensione umana e personale, una memoria che non ceda alla tentazione del farsi esempio, spiegazione e generalizzazione, ma proprio sottolineando la piccolezza di ognuno di fronte alla Storia e alle vicende del mondo.

Esce «Dipthycha 3», terzo Volume del progetto poetico su idea e cura editoriale del poeta Emanuele Marcuccio

In un dittico a due voci il poeta si apre al prossimo, anch’egli poeta, scegliendo che ai suoi versi facciano eco quelli di un altro poeta che trova in qualche modo affine, in cui individua corrispondenze sonore o emozionali, affinità elettive, corrispondenze di significanti.


Emanuele Marcuccio




SCHEDA DEL LIBRO


TITOLO: Dipthycha 3
SOTTOTITOLO: Affinità elettive in poesia, su quel foglio di vetro impazzito...
Di e a cura di: Emanuele Marcuccio
PREFAZIONE: Michele Miano
POSTFAZIONE: Lorenzo Spurio
Editing Cover Images: Patrizio Federico
EDITORE: PoetiKanten Edizioni
GENERE: Poesia/Antologie
PAGINE: 180
ISBN: 978-88-99325-37-4


Info:





Esce per i tipi di PoetiKanten Edizioni, Dipthycha 3. Affinità elettive in poesia, su quel foglio di vetro impazzito...[1], terzo Volume del progetto antologico su idea e cura editoriale del poeta palermitano Emanuele Marcuccio, ivi presente con venti liriche. A corredo critico una prefazione a cura del poeta e critico letterario Michele Miano e un saggio di postfazione a cura del poeta, scrittore e critico letterario Lorenzo Spurio.

Non siamo una testata giornalistica. Questo blog non rappresenta una testata giornalistica poiché viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62/2001. L’amministratore del blog declina ogni responsabilità per gli articoli proposti da altri autori o per i commenti aggiunti agli articoli stessi. Eventuali contenuti lesivi dell’immagine o dell’onorabilità di persone terze, o in violazione delle leggi sulla privacy, non sono da attribuirsi all’amministratore del sito, nemmeno se il commento viene espresso in forma anonima o criptata. Qualora fossero presenti contenuti che ricadono nei casi descritti lo si comunichi all'amministratore del blog che provvederà alla loro pronta rimozione.

info@vetrinadelleemozioni.com