Visualizzazioni totali

CERCA NEL BLOG


FANS PAGE FACEBOOK

FANS PAGE FACEBOOK


GIOIA LOMASTI FANPAGE

martedì 19 luglio 2016

SONO FERMO, MI MUOVO Montecatini Terme, una storia nella storia di Gianluca Giusti





E’ stato presentato il mese scorso al pubblico di Montecatini Terme, come gradita anticipazione del compleanno della Città, nel Caffè Storico del Tettuccio sabato 11 giugno alle ore 17 l’ultimo libro del montecatinese doc (come recita la quarta di copertina) Gianluca Giusti, dal titolo “Sono fermo, mi muovo – Montecatini, una storia nella storia”, editrice La Caravella.
Ha contribuito alla realizzazione del titolo i lettori di un gruppo Facebook, attraverso un sondaggio, hanno contribuito al plot narrativo le strade, i luoghi di Montecatini e coloro che la vivono, la abitano, ci lavorano.
Non vi tragga in inganno l’avvertenza: “Questa è un’opera di fantasia, ecc. ecc.”, perché sia pure in maniera puramente casuale ci sono parecchi nomi e cognomi noti e meno noti che fanno parte del tessuto sociale cittadino e la storia avvincente e fantastica si intreccia con appunti personali più o meno autobiografici e con riflessioni scientifiche d’attualità (Giusti è informatore di una Casa farmaceutica).

Una passeggiata a passo svelto per Montecatini con un compagno d’avventure di cui non si può svelare oltre, con qualche escursione qua e là per la Valdinievole e per la Toscana.
Montecatini ha fatto da sfondo a una miriade di libri d’arte, saggi, romanzi, testi didattici, è stata musa ispiratrice di studi, scoperte, avanguardie, storiacce romanzate un po’ vere e un po’ no legate alla sua fama non sempre positiva.
Giusti mostra il lato quotidiano della città, la sua storia, attraverso movimenti serrati, via via un po’ carichi di angoscia (leggendo si capirà il perché).
Non è un giallo, non c’è il morto e nemmeno l’assassino, eppure le pagine son cariche di suspence: un ritmo narrativo che fa scivolare le parole, ritrovando gente magari dimenticata.
La prefazione è stata curata da Silvia Motroni Cordeiro Guerra e i capitoli fanno riferimento ai giorni di una settimana, con un epilogo a sorpresa.
Un libro dunque che si legge volentieri da cittadini della città termale, ma che di certo risulta interessante anche per chi della città non è, con diverse illustrazioni d’epoca, compresa quella di copertina con riferimenti del passato, night-club, dancing, whisky a go-gò, che adesso fanno sorridere, ma che erano in un’epoca neanche tanto remota garanzia di movimento turistico.
Gianluca svela molti retroscena di Montecatini nel suo libro. Il dietro le quinte di una città tanto piccola ma così Grande da attirare persone famose e non, da tutto il mondo.
Lo accompagnerà in questo reale quanto surreale viaggio un simpatico personaggio che appare dal nulla; solo il protagonista può vederlo e che non parla mai, nemmeno con lo stesso protagonista. Ma non è lì per caso, ha un ruolo ben preciso e che solo alla fine verrà svelato.

Quarta di Copertina

Un uomo che si muove nelle strade di una città per una settimana. La sua città. Una descrizione magistrale, dove il cammino alterna riflessioni profonde a fatti di vita vissuta; uno stop and go che ti segue rigo dopo rigo, pagina dopo pagina. Un saliscendi nelle increspature di una anima tormentata che sprofonda in una soluzione che non arriva. Ma quale sarà la ragione della sua angoscia e perché il tormento affligge il protagonista? Chi lo segue come un’ombra e perché, è lì con lui? Per scoprirlo serve arrivare alla fine, passando dal suo ritmo serrato, ironico e avvincente al termine del quale arriverà puntuale, la sorpresa finale.

Per Approfondire

Nessun commento:

Posta un commento

Non siamo una testata giornalistica. Questo blog non rappresenta una testata giornalistica poiché viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62/2001. L’amministratore del blog declina ogni responsabilità per gli articoli proposti da altri autori o per i commenti aggiunti agli articoli stessi. Eventuali contenuti lesivi dell’immagine o dell’onorabilità di persone terze, o in violazione delle leggi sulla privacy, non sono da attribuirsi all’amministratore del sito, nemmeno se il commento viene espresso in forma anonima o criptata. Qualora fossero presenti contenuti che ricadono nei casi descritti lo si comunichi all'amministratore del blog che provvederà alla loro pronta rimozione.

info@vetrinadelleemozioni.com