WikiPoesia

WikiPoesia
WikiPoesia Enciclopedia Poetica

Visualizzazioni totali

CERCA NEL BLOG


FANS PAGE FACEBOOK

FANS PAGE FACEBOOK


GIOIA LOMASTI FANPAGE

mercoledì 16 giugno 2021

Simone Magli presenta la sua nuova opera poetica L’ultimo ermetico

 

informazioni

Simone Magli (Pistoia 1984) scrive poesie ermetiche, aforismi e haiku. Sue poesie sono state tradotte e pubblicate su blog di poesia e riviste letterarie straniere. Ha ottenuto vari riconoscimenti a differenti concorsi letterari. Ha pubblicato La solitudine di certi voli (Ist. Storico della Resistenza di Pistoia). È appassionato di fotografia e collabora, con notiziari e riviste online. Pratica fotografia artistica. Ha conseguito la Menzione De Albertis al decennale del Premio Internazionale Riccardo Prina con il progetto Sospiri. Ha all’attivo quattro mostre fotografiche personali fra cui Verso la nazione delle Piante, presso i Magazzini del Sale del Palazzo Comunale di Pistoia, all’interno del Performance Art Festival 6, introdotto dal neurobiologo Stefano Mancuso (2019). Ha esposto in due collettive, fra cui Artisti per Pistoia Capitale della Cultura 2017, presso Atrio del Palazzo Pretorio, Tribunale di Pistoia (2017).

Torneranno le api di Stefano Mantovani

 

TORNERANNO LE API

INFORMAZIONI 

TORNERANNO LE API è l’ultimo libro dell’Autore Stefano Mantovani, l’ottavo, stampato ad aprile 2021, venti anni dopo la sua prima pubblicazione di Poesie con “Essenze di gioia”.

 

Anche Mantovani ha dato seguito alla sua passione non cercando il successo o il guadagno, ma solo per riuscire nell’intento di offrire, a chi avesse voluto leggere le sue opere, attimi speciali. (dalla prefazione di Maurizio Costanzo)

 

Nella nota introduttiva l’Autore scrive
“La Cultura aiuta a crescere e a vivere meglio…
“Amiamo i libri e divulghiamo i libri, cartacei soprattutto…”
“Sosteniamo la Cultura, l’Arte, l’Intelligenza Museale…”

domenica 13 giugno 2021

Le tonalità dell’anima di Maria Rotolo

 


Nel mese di giugno del 2021 è stata pubblicata Le tonalità dell’anima di Maria Rotolo.

L’autrice è nata a Caccamo, un comune in provincia di Palermo, nel 1977. Ha compiuto studi umanistici, conseguendo, nel 2004, la laurea in Lettere e, nel 2018, la laurea in Scienze della formazione primaria. Da sedici anni vive in Piemonte, a Torino, dove insegna nella scuola primaria.

Le tonalità dell’anima è la sua seconda silloge. L’opera è stata suddivisa in due parti distinte: un’antologia di poesie a tema, già pubblicate dall’autrice e premiate, una seconda parte inedita che affronta il tema tanto caro all’autrice delle tonalità dell’anima.

 

mercoledì 9 giugno 2021

Novità estiva 2021 di Luciano Somma a cura di Gioia Lomasti


Luciano Somma poeta ed autore di testi di canzoni, parla del tormentone 

"MA CHE BELLA VACANZA" 

GLI INSEPARABILI

Quale e' la finalità di questo vostro brano? 

Finalmente c’è di nuovo aria di libertà,con questa allegra canzone, proponiamo pertanto la divulgazione nei villaggi turistici, si spera di poterla divulgare durante gli eventi estivi e nelle serate artistiche confidando nel citare durante le programmazioni titolo ed autori.

Cosa vuole trasmettere questa canzone?

La spensieratezza di alcuni giorni sereni dopo il brutto periodo che abbiamo attraversato da oltre un anno a questa parte.

 MA CHE BELLA VACANZA

Testo e Musica di 

Luciano Somma - Antonio Altieri - Nicola De Bona

Ed.Musicali IMG- Grottaminarda (Avellino)







sabato 29 maggio 2021

La rivista «Euterpe» celebra i primi dieci anni d’attività con un volume-archivio

associazioneeuterpe.com

Nell’occasione dei dieci anni di attività della rivista di poesia e critica letteraria «Euterpe» – fondata da Lorenzo Spurio nell’ottobre 2011 con la scelta del nome della poetessa palermitana Monica Fantaci, traendolo da una sua poesia – l’Associazione Euterpe, nata nel 2016 e che ha integrato all’interno delle sue varie attività anche la rivista, ha deciso di dare alle stampe un volume collettivo.

Il volume, in elegante veste grafica, si compone di 264 pagine e si articola in vari percorsi atti a presentare l’universo di questa rivista letteraria – esclusivamente aperiodica, digitale e gratuita – che è giunta a celebrare i primi dieci anni di presenza nello scenario culturale e che ha visto l’adesione di più di 600 autori, compresi dall’Estero.

Lo stesso Spurio, direttore della rivista, ha inteso curare questo volume che si apre con una preziosa nota critica del poeta partenopeo Antonio Spagnuolo, collaboratore instancabile della rivista con suoi contributi poetici e non solo che così annota nel suo egregio preambolo critico: «Riordinare con certosina pazienza e accorta catalogazione dieci anni di attività editoriale non credo sia lavoro da accettare con leggerezza e senza la dovuta attenzione che una tale revisione richiede. […] [Questo libro è] un vademecum di enorme spessore […] Un lavoro ineccepibile che aspira a una prospettiva ampia, capace di dare un senso alla realtà poetica e a portare luce al simbolo segmentato disincanto delle immagini, del non visibile, del non razionale, condividendo infine in processo creativo di centinaia di autori che con illuminata originalità hanno dato il via a un aperiodico preciso e unitario».

Nell’ampia introduzione di Spurio si tracciano le origini, vale a dire gli incontri fondativi che hanno permesso la costituzione della stessa, come è stata strutturata, gli avvicendamenti e le modifiche, le introduzioni e le novità che man mano, nel corso della sua attività, l’ha vista mutare per giungere sino a quello che è oggi.

mercoledì 28 aprile 2021

Esce “Inchiesta sulla Poesia” di Lorenzo Spurio: un saggio investigativo attorno alla poesia


È uscito il volume del critico Lorenzo Spurio dal titolo Inchiesta sulla poesia. L’opera – che conta 238 pagine – è stata pubblicata nella collana “I saggi” della casa editrice PlaceBook Publishing & Writer Agency di Rieti a cura di Fabio Pedrazzi. Il libro raccoglie saggi e approfondimenti che il critico marchigiano ha voluto dedicare alla poesia e alle sue varie sfaccettature ed è il completamento di un’iniziativa da lui lanciata nel dicembre 2019 quando decise – come richiama il titolo – di lanciare un’inchiesta sulla poesia. Una serie di domande, di cui la gran parte aperte, rivolte potenzialmente a tutti ma preferibilmente dirette ai poeti, a coloro che la poesia “la fanno”. L’adesione è stata massiccia, circa duecento poeti italiani e non solo ed è stata trasversale vedendo partecipare poeti di tutte le generazioni, di qualsiasi tendenza, caratterizzati da stili, tematiche e propensioni quanto mai diversificate. L’iniziativa di Spurio ha dato il via al presente saggio nel quale, tra i numerosi argomenti trattati, si parla dell’impossibilità di definizione della poesia, del suo ruolo, delle commistioni con le arti, della musicalità, del pubblico, delle manifestazioni collettive quali il reading, il premio letterario e il poetry slam con un excursus anche sui poeti dimenticati – ingiustamente, colpevolmente – sottoposti a una bieca damnatio memoriae. Diviso in opportune sezioni nelle quali si dibatte su vari argomenti, l’autore ha deciso di occuparsi anche del rapporto tra poesia e scienza, dell’importanza della critica, lasciando aperta la porta sulle possibili idee di un futuro della poesia.

giovedì 22 ottobre 2020

Le iguane non mi turbano più: le poesie di Dina Bellrham tradotte in italiano da Lorenzo Spurio


È uscito in questi giorni, per i tipi di Le Mezzelane Editore di Santa Maria Nuova (AN), il libro Le iguane non mi turbano più, selezione di poesie di Dina Bellrham, tradotte dal poeta e critico letterario Lorenzo Spurio. L’opera è il frutto di un lavoro di studio, analisi e traduzione dell’opera poetica della poetessa ecuadoriana Edelina Adriana Beltrán Ramos (1984-2011), meglio nota con lo pseudonimo di Dina Bellrham, che, nel corso della sua breve vita, pubblicò le raccolte Con Plexo de Culpa (2008) e La Mujer de Helio (2011). Questa edizione in lingua italiana (la prima opera organica di traduzione della poetessa, già tradotta, per singoli componimenti, in altre lingue) è stata permessa dall’interessamento e dalla fattiva collaborazione della famiglia, nella figura della madre Cecibel Ramos. Ad impreziosire il volume, che presenta una scelta di poesie tratte dalle sue due opere e dall’opera postuma Inédita Bellrham, è un ampio studio critico preliminare a cura della poetessa e critico letterario Siomara España tradotto in italiano dal curatore dal titolo “Dina Bellrham: contemplazione e comparsa”, nel quale si indagano con attenzione le caratteristiche preminenti della poetica della giovane poetessa.

Non siamo una testata giornalistica. Questo blog non rappresenta una testata giornalistica poiché viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62/2001. L’amministratore del blog declina ogni responsabilità per gli articoli proposti da altri autori o per i commenti aggiunti agli articoli stessi. Eventuali contenuti lesivi dell’immagine o dell’onorabilità di persone terze, o in violazione delle leggi sulla privacy, non sono da attribuirsi all’amministratore del sito, nemmeno se il commento viene espresso in forma anonima o criptata. Qualora fossero presenti contenuti che ricadono nei casi descritti lo si comunichi all'amministratore del blog che provvederà alla loro pronta rimozione.

info@vetrinadelleemozioni.com