WikiPoesia

WikiPoesia
WikiPoesia Enciclopedia Poetica
Vetrina delle Emozioni sito

Visualizzazioni totali

CERCA NEL BLOG


FANS PAGE FACEBOOK

FANS PAGE FACEBOOK


GIOIA LOMASTI FANPAGE

martedì 17 agosto 2021

Intervista a Emanuele Cilenti a cura di Gioia Lomasti in collaborazione con Michela Zanarella


Emanuele Cilenti, nato a Messina, Italia, nel 1981,  è: poeta, scrittore, attore, autore di canzoni, film maker. Ha pubblicato undici libri: “Un filo d’erba che solletica il cielo”, “Viaggi onirici della mia anima”, “Sono solo un incubo”, “Percussioni violente”, “Sussurri celesti”, “Petali d’infinito”, “Echi immortali”, “Lacrime d’inchiostro sul volto del cuore”, “Aiuto! Ho due mummie in casa”, “Quella scia di luce e di bellezza”, “La strada dove abitano i sogni”. Come poeta e scrittore ha vinto diversi premi di poesia in Italia ed ha ricevuto anche diversi riconoscimenti e premi anche a livello internazionale. Le sue poesie sono state tradotte in: Spagnolo, Inglese, Romeno, Cinese, Bengalese, Hindi, e fanno parte di numerose antologie dove sono presenti poeti da tutto il mondo, ha ricevuto diversi premi e riconoscimenti internazionali. Come autore di canzoni ha scritto i testi di due album di altrettanti artisti emergenti del panorama musicale italiano e collabora con una casa discografica della provincia di Messina. Come attore di teatro recita dal 2007 con diverse compagnie teatrali di Messina. Al cinema ha partecipato a cinque film indipendenti siciliani, interpretando diversi ruoli comici e drammatici. Come film maker, ha realizzato sei cortometraggi dal titolo: “Aldilà del viaggio”, “La morte dei pupazzi”, “Le muffe”, “un Mare di Maglie”, “Ipnosi Mortale”, “7VITE…distrutte”  e  si trovano nel proprio canale di Youtube . Ha collaborato come attore di Tv a Mediaset (Tv nazionale italiana) in una famosa trasmissione televisiva.

lunedì 16 agosto 2021

Ad Assisi un evento su Federico García Lorca, cento anni dopo il viaggio americano

 

“Il canto vuole essere luce” di Lorenzo Spurio a Palazzo dei Priori 

domenica 22 Agosto 2021

Domenica 22 agosto alle ore 17:30 presso la prestigiosa Sala della Conciliazione del Palazzo dei Priori (Comune) di Assisi (PG) si terrà un evento culturale interamente volto a rileggere e approfondire l’influente figura di Federico García Lorca (1898-1936), il celebre poeta e drammaturgo andaluso che nell’agosto del 1936 fu vittima della nefanda Guerra Civile Spagnola, per mano delle forze fasciste. L’accesso alla Sala avverrà da Piazza del Comune n°10, in pieno centro assisiate. L’occasione sarà quella di presentare al pubblico il ricco volume Il canto vuole essere luce. Leggendo Federico García Lorca edito da Bertoni Editore di Perugia nel 2020 voluto e curato dal poeta e critico letterario marchigiano Lorenzo Spurio.

In questo testo di critica letteraria e di poesia Spurio – noto studioso lorchiano e stimato critico letterario – ha voluto “chiamare a raccolta” una serie di artisti – tra poeti, scrittori, disegnatori – per collaborare a un progetto teso alla rilettura di uno dei più celebri poeti di sempre, l’autore del Romancero gitano ma anche di opere teatrali quali Nozze di sangue e Yerma, amico di letterati quali Pablo Neruda, Antonio Machado, Rafael Alberti ed Eduardo Marquina, solo per citarne alcuni.

Non siamo una testata giornalistica. Questo blog non rappresenta una testata giornalistica poiché viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62/2001. L’amministratore del blog declina ogni responsabilità per gli articoli proposti da altri autori o per i commenti aggiunti agli articoli stessi. Eventuali contenuti lesivi dell’immagine o dell’onorabilità di persone terze, o in violazione delle leggi sulla privacy, non sono da attribuirsi all’amministratore del sito, nemmeno se il commento viene espresso in forma anonima o criptata. Qualora fossero presenti contenuti che ricadono nei casi descritti lo si comunichi all'amministratore del blog che provvederà alla loro pronta rimozione.

info@vetrinadelleemozioni.com