Visualizzazioni totali

CERCA NEL BLOG


FANS PAGE FACEBOOK

FANS PAGE FACEBOOK


GIOIA LOMASTI FANPAGE

domenica 20 dicembre 2015

Il Risveglio di Fahryon – Parte seconda de Il Suono Sacro di Arjiam di Daniela Lojarro

Il Risveglio di Fahryon – Parte seconda de Il Suono Sacro di Arjiam
Genere romanzo Fantasy classico
Casa editrice GDS editrice - Dicembre 2015
Pagine 314
Formato Ebook (uscirà a breve in cartaceo)

Fahryon, neofita dell’Ordine dell’Uroburo, fugge dalla capitale del regno di Arjiam insieme ad Uszrany, cavaliere dell’Ordine del Grifo, per evitare di cadere nelle mani del potente nobile Primo Cavaliere del regno, il nobile Mazdraan, segretamente adepto della Malia, l’insidiosa magia legata al Silenzio e al Vuoto. Tuttavia, durante la precipitosa fuga, il nobile Mazdraan cattura Uszrany; Fahryon, invece, è tratta in salvo da Vehltur, un misterioso Magh. Mentre Uszrany, prigioniero del nobile Mazdraan, scopre sconcertanti segreti sulla storia del regno e impara a convivere con i fantasmi del suo passato, Fahryon, sotto la guida di Vehltur, inizia il cammino iniziatico che, prova dopo prova, la prepara al confronto con il suo avversario, il nobile Mazdraan.

Daniela Lojarro è nata a Torino. Terminati gli studi classici e musicali (canto e pianoforte), vince alcuni concorsi internazionali di canto che le aprono le porte fin da giovanissima a una carriera internazionale sui più prestigiosi palcoscenici in Europa, negli U.S.A., in Sud Corea, in Sud Africa. Si dedica anche all'insegnamento del canto e alla musico-terapia come terapista in audio-fonologia, una rieducazione della voce e dell’ascolto rivolta ad adulti o bambini con difficoltà nello sviluppo della lingua oppure ad attori, cantanti, commentatori televisivi, insegnanti, manager per sviluppare le potenzialità vocali.«Fahryon» parte prima della saga «Il Suono Sacro di Arjiam», edito da GDS, è il suo primo romanzo. «Il Risveglio di Fahryon», sempre edito da GDS, è la parte conclusiva di questo episodio della saga ambientata nel mondo di Arjiam. Nel 2016 entrambe i libri verranno pubblicati in cartaceo.

Link di acquisto 
Link social 

mercoledì 9 dicembre 2015

PASSAGGIO DI GIOIA LOMASTI - AUDIO LETTURE - PROGETTO A CURA DI VETRINADELLEEMOZIONI.COM

Un nostro piccolo dono con la speranza di lasciare un segno indelebile nell'animo di chi come noi, attraverso la musica e la poesia, respira la vita. Buon Ascolto. http://gioialomasti.eu/audio-letture-passaggio.php - BUONE FESTE! Seguitemi su GIOIA LOMASTI

In eBook "Non chiederci la parola... Gozzano, Sbarbaro, Montale"

Esce con Matisklo la raccolta di saggi sulla triade poetica "Non chiederci la parola... Gozzano, Sbarbaro, Montale" è l'eBook, disponibile da oggi in tutte le librerie on-line, che raccoglie gli atti dell'omonimo convegno tenutosi a Cengio (SV) nel maggio 2015.
Dedicato alla maggior triade poetica ligure-piemontese del '900, l'opera fa da complemento alla precedente "Pavese, Fenoglio, Calvino. Il mestiere di vivere, il mestiere di scrivere" pubblicata nel 2014 e dedicata invece alla maggior triade narrativa.
Curato da Giannino Balbis, il libro raccoglie saggi e interventi di Arnaldo Di Benedetto (Università di Torino), Mariarosa Masoero (Università di Torino), Fabio Barricalla (Università di Genova), Marino Boaglio (Liceo “G.F. Porporato”, Pinerolo), Valter Boggione (Università di Torino), Giangiacomo Amoretti (Università di Genova) e Stefano Casarino (Liceo “G.B. Beccaria” di Mondovì).
Per approfondire: nonchiedercilaparola

I Convegni liguri-piemontesi compiono dieci anni: un’età di tutto rispetto per un convegno letterario. Alla base di questa tenuta ci sono la sensibilità e il fermento culturale della Val Bormida, la sua antica e sempre viva vocazione al dialogo, all’incontro, al confronto: le doti che hanno fatto e continuano a fare della nostra regione una tipica terra di varco.
Nati stanziali, i Convegni liguri-piemontesi sono da qualche tempo diventati itineranti: dopo le cinque edizioni bardinetesi (dal 2005 al 2009), le due monfortesi (2010 e 2011), le tre carcaresi (2013-2014), ecco questa undicesima edizione a Cengio e all’orizzonte già la dodicesima ad Altare nel 2016.
Il convegno di quest’anno fa il paio, a livello tematico, con il convegno carcarese dello scorso anno: quello dedicato alla maggior triade narrativa ligure-piemontese del ’900 (Pavese, Fenoglio, Calvino), questo dedicato alla maggior triade poetica (Gozzano, Sbarbaro, Montale). Con interventi di Arnaldo Di Benedetto, Mariarosa Masoero, Fabio Barricalla, Marino Boaglio, Valter Boggione, Giangiacomo Amoretti, Stefano Casarino. A cura di Giannino Balbis.

domenica 29 novembre 2015

Si presentano i libri di di Miriam Maria Santucci


Le Impronte della Vita


A seguito dei vari sconvolgimenti politico-sociali degli ultimi trent’anni, come la fine della “guerra fredda”, la tragedia delle Twin Tower a New York, le guerre di religione, le massicce migrazioni dal Sud del Mondo, la rivoluzione tecnologica, la crisi economica e di identità di moltissimi paesi, da varie parti del mondo si è alzato forte un monito: “viviamo in un mondo dove non c’è più spazio per l’Arte, la Cultura... la Poesia!”. Rientrato da anni nel mio paese, l’Italia, non mi è stato difficile comprendere e condividere con rammarico tale constatazione. Leggendo questa raccolta di poesie, credo fermamente che ci sia ancora spazio per la poesia con la convinzione che se ce ne fosse un poco di più, il mondo sarebbe migliore. E’grazie alla poesia che si risvegliano in noi, là, in fondo al nostro “serbatoio di umanità” per tanto tempo rimasto assopito, sentimenti, voglia di affetto, desiderio di cambiare, necessità di un mondo che sappia evocare quelle emozioni che ancora avvicinano gli uomini. La scrittura di Miriam, essenziale quanto diretta ed efficace, trasforma la lettura dei suoi versi in qualcosa di diverso, qualcosa che si concretizza in immagini, sensazioni, reali “visioni”, come stessimo sfogliando un album di fotografie, immagini che, radicate nell’anima e riportando alla mente ricordi, sensibilità, purezza d’animo, struggente dolcezza, visioni di altri tempi, possono costituire il percorso di una strada smarrita per l’egoismo dei nostri tempi, per l’abuso di quelle tecnologie che hanno sostituito la genuina voglia di incontrarsi, di parlarsi, di condividere emozioni e ricordi. Miriam riesce con semplicità a ridare il valore reale a frammenti di vita vissuta e solo in apparenza lontana. Anche attraverso le voci narranti e la musica di cui è arricchita, questa raccolta diviene attuale e rappresentativa come un valido supporto nel superamento di barriere geografiche, religiose, culturali e sociali. La poesia di Miriam gravita intorno ad una estrema sensibilità e ad una emozionante e profonda consapevolezza dell’animo umano. Il suo lirismo spazia in un orizzonte vastissimo: dai ricordi di adolescente all’amore per i genitori, dal nostalgico ricordo per il paese natio alla considerazione della vera amicizia, dalla natura e dall'amore per gli animali al mistero della vita e della morte, con le riflessioni di un’anima inquieta e contemplativa. Miriam è riuscita a farci “vedere” il nostro io, a farci meditare sull’essenza della vita, a farci sbirciare nelle sconfinate profondità del nostro animo per comprendere che oggi, più che mai, abbiamo bisogno di sentimenti veri, di emozioni, di dolcezza, nostalgia e sensibilità. Abbiamo bisogno di sentirci “vivi”. Grazie Miriam, per questo tuo bellissimo e nobile contributo. Grazie per aver avuto la generosità di regalarcelo in dono attraversoquesto meraviglioso connubio tra parole, recitazione, musica e immagini.

Nicola Minervini

Supporto audiovisivo
Musiche di Andrea Bassani
Voci: Elisabetta Cesone e Bruno Pennasso

L’AUTRICE – MIRIAM MARIA SANTUCCI

Miriam ha la fortuna di vivere l’infanzia e l’adolescenza nelle Marche e in Umbria, luoghi dove i paesaggi, la gente e il ricordo della guerra appena passata, rappresentano la spinta naturale per sviluppare pensieri e riflessioni da poter esprimere attraverso la poesia. Comincia a scrivere a 13 anni, vincendo a livello nazionale il “Trofeo Penna d’Oro” (1963) e “Il Campanellino” (1965) le cui pubblicazioni conserva ancor oggi con affetto e nostalgia. Trasferitasi con la famiglia in provincia di Milano, inizia la vita lavorativa come correttrice di bozze presso la Fratelli Fabbri Editori, ambiente ideale per alimentare il suo amore per la poesia. Poi, gli avvenimenti della vita, la porteranno a trascorre i successivi 23 anni della sua vita in Brasile dove sarà, tra altro, Coordinatrice ed Insegnante di Lingua Italiana presso la Dante Alighieri. Successivamente fonda il Centro di Cultura Italiana “Integrato” di Curitiba. e direttrice di diversi Cori di musica italiana come supporto didattico ai Corsi di Lingua Italiana. Per le numerose attività culturali e sociali svolte per tramandare le tradizioni italiane ai numerosi oriundi residenti nella capitale del Paranà, il Consolato Italiano di Curitiba ed il Governo Italiano le conferiscono nel 1993, anno del suo ritorno in Italia, l’onorificenza di “Cavaliere al Merito della Repubblica Italiana”. Con il ritorno in Patria si dedica completamente alla famiglia. La realtà che la circonda, tanto diversa da quella attesa, risveglia in lei la necessità di tornare a scrivere, di rimettere nuovamente in versi riflessioni, sensazioni ed emozioni, riprendendo nel 2014 ad esprimersi con nuovi e più maturi componimenti poetici.

mercoledì 25 novembre 2015

Genova, Stanza della poesia: "A collection of great dance words" e "Cinque stanze, in affitto"


Doppia presentazione di Carlo di Francescantonio e Roberto Keller Veirana
Sabato 28 novembre, a partire dalle 17:30, i due autori liguri Carlo di Francescantonio e Roberto Keller Veirana presenteranno in maniera incrociata le loro raccolte "A collection of great dance words" e "Cinque stanze, in affitto", nel corso di un evento congiunto organizzato dalla Stanza della Poesia di Palazzo Ducale di Genova e Matisklo Edizioni.
La scelta di presentare assieme le due opere deriva dagli stretti dialoghi che vengono a crearsi tra le produzioni dei due autori, che spesso - come nel caso di "A collection of great dance words" o del precedente "Il verso dei lupi" - collaborano agli stessi progetti di scrittura.
La "visione incrociata" del mondo che avviene sovrapponendo quelle di "A collection" e "Cinque stanze", una a partire dai luoghi liquidi dei social network e l'altra da quelli ben più tangibili di un'abitazione reale, seppur in affitto, fa emergere un mondo a tutto tondo ma sempre troppo lontano, un mondo con cui spesso solo attraverso le parole è possibile entrare finalmente davvero in contatto.
Sarà disponibile per l'occasione il cofanetto contenente i quattro libri di Veirana e di Francescantonio pubblicati da Matisklo Edizioni (oltre a "A collection of great dance words" e "Cinque stanze, in affitto" anche "Il verso dei lupi" e "Anni luce") in versione eBook, "Quattro coordinate per provare ad orientarsi in un mondo mai come oggi privo di punti di riferimento: non con la pretesa di fornirne una mappa, ma con lo scopo di suggerire possibili direzioni d'esplorazione".

mercoledì 21 ottobre 2015

Disponibile da oggi l'eBook "Divergentemente", antologia di racconti per i più piccoli


I bambini sono il futuro, sono gli adulti di domani. E proprio ai più piccoli, i veri e propri "nativi digitali", è dedicata la nuova collana di Matisklo Edizioni "Caleidoscopi", inaugurata oggi dall'uscita dell'eBook gratuito "Divergentemente".
"Divergentemente" è un progetto nato durante l'estate del 2015, quanto Liuba Cardaci (educatrice e scrittirice, alla guida della nuova collana) ha chiesto ad artisti e scrittori contemporanei di "regalare" ai bambini un racconto, una fiaba, una favola.
Dai testi pervenuti è stata fatta una selezione di ventuno racconti, che vanno a comporre l'antologia oggi pubblicata e scaricabile gratuitamente all'indirizzo matiskloedizioni.com/divergentemente, con un'introduzione della stessa Liuba Cardaci e una nota a margine di Cesare Oddera, e che sarà presentata ufficialmente venerdì 23 ottobre alla Stanza della Poesia di Genova alle 17:30.
La collana "Caleidoscopi" di Matisklo Edizioni si affianca a quelle già presenti (Comete per la poesia, Vertigini per la narrativa, Infiniti per testi classici accompagnati da nuovi apparati critici, Territori per la saggistica e Scintille per la sperimentazione digitale) e completa, ponendosi come scopo di ospitare "letteratura per bambini", l'offerta di questa casa editrice digitale che, in poco più di due anni, ha già pubblicato più di 50 titoli, una rivista quadrimestrale (Bibbia d'Asfalto) giunta al quinto numero, realizzato numerosi eventi dal vivo ed organizzato un premio letterario ("La Bormida al Tanaro Sposa") di cui si è recentemente conclusa la seconda edizione, ponendosi come punto di riferimento per una nuova editoria - rigorosamente NoEap - fatta non per "vendere libri" ma per facilitare la diffusione della cultura e della letteratura italiana contemporanea.


giovedì 1 ottobre 2015

LA SPADA DEL DRAGO - OPERA FANTASY DI MARCO ZANARDI



INFO ORDINI
ESCE IL 3 SETTEMBRE 2015 L'OPERA FANTASY IN FORMATO E-BOOK - LA SPADA DEL DRAGO DI MARCO ZANARDI - ISBN 9788893063814 - OPERA A CURA DI GIOIA LOMASTI E MARCELLO LOMBARDOwww.vetrinadelleemozioni.com - IMMAGINE DI COPERTINA REALIZZATA DA SERENA BONADONNA - EDITORE Youcanprint Self-Publishing - IN VENDITA IN FORMATO E-BOOK PDF SU MOLTISSIMI STORE. 

venerdì 25 settembre 2015

Nuova raccolta in formato eBook di Carlo di Francescantonio "Cinque stanze, in affitto"


INFO ORDINI
Disponibile da oggi l'eBook "Cinque stanze, in affittoNuova raccolta di Carlo di Francescantonio - Matisklo Edizioni
Con l'inizio dell'autunno, in seguito alla "pausa" estiva, ricominciano su basi regolari le uscite di Matisklo Edizioni, casa editrice digitale che si pone come obiettivo la diffusione di poesia italiana contemporanea sfruttando le possibilità date dalla forma del libro digitale (eBook).
E' infatti disponibile da oggi in tutte le librerie on-line la silloge "Cinque stanze, in affitto" di Carlo di Francescantonio, micro-raccolta appartenente alla collana "Scintille" - pensata per accogliere testi che esplorino le possibilità date proprio dalla forma dell'eBook - e terzo titolo a firma di Francescantonio dopo i precedenti "Anni luce" e "Il verso dei lupi" (quest'ultimo scritto "a quattro mani e due voci" con Roberto Keller Veirana).

venerdì 11 settembre 2015

Vetrina delle Emozioni presenta Armando Fusco in arte ARMY e il suo nuovo Album

WEB SITE
SEGUICI SULLA FAN  PAGE
Canale Youtube 
Army – Ma prècieuse vìe 
(La mia preziosa vita) EP 2015

Army (Armando Fusco) pubblica un quarto EP intitolato Ma prècieuse vìe (La mia preziosa vita) nel quale inneggia alla vita e al senso di essa che ognuno dovrebbe comprendere: lo fa nell’omonimo reading che apre il progetto, dove le parole lasciano spazio a una musica di ampio respiro,come a sottolineare la liberazione dell’anima dalle gioie terrene spesso effimere e nel singolo inedito Dei colori dell’immenso scritto da Mathì, giovane cantautore segnalato all'ultimo premio PIVI per gli Indipendenti. Segue la rivisitazione pop di Vanità che lo ha fatto conoscere e apprezzare all'esordio solista su Internet, che pure è una riflessione interiore sulla vita, e Amore nero, intensa ballata lasciata un po’ in disparte e ora reincisa con ai cori e alla chitarra Dagon Lorai, collaboratore di fiducia. La novità è il brano napoletano Napule amica sapientemente arrangiato da Francesco Aiello che ha mescolato vari generi, dal funky al sound partenopeo anni 80. Questo disco rappresenta per Army il punto di arrivo di un percorso nel quale ha sperimentato vari generi musicali ove l’intenzione è sempre stata quella di raccontarsi e donare agli altri riflessioni importanti. Musica per svagarsi e per pensare. Per ora un bel fermo alle incisioni, semmai è tempo di incrementare le esibizioni live che lo emozionano sempre. 

martedì 8 settembre 2015

“Dillo a te sola”, seconda silloge poetica di Giusy Tolomeo

FONTE ARTICOLO
Bisogna rimanere immobili per far sì che l’anima della persona amata ci pervada, che la sua profondità ci tocchi; in quell'istante, anche il tempo sembra fermarsi e l’attimo diviene eterno.
Emanuele Marcuccio 

TraccePerLaMeta Edizioni ha pubblicato Dillo a te sola, seconda silloge poetica della siciliana Giusy Tolomeo, per la cura editoriale del poeta e aforista palermitano Emanuele Marcuccio, ivi presente con un suo aforisma in esergo. 

martedì 1 settembre 2015

Vetrina delle Emozioni presenta Fahryon - Romanzo fantasy di Daniela Lojarro

INFO ORDINI
FAN PAGE

GRUPPO FACEBOOK
«Esisterebbe la luce senza il sole? O il calore senza il fuoco? 
Il Suono Sacro ha creato il Mondo e noi facciamo parte del Suo canto.»

Nel regno di Arjiam, Fahryon, neofita dell'Ordine sapienziale dell'Uroburo, e Uszrany, cavaliere dell'Ordine militare del Grifo, si trovano coinvolti nello scontro tra gli adepti dell'Armonia e della Malia, due forme di magia che si contendono il dominio sulla vibrazione del Suono Sacro. Le difficoltà con cui saranno messi a confronto durante la lotta per il possesso di un magico cristallo e del trono del regno, permetteranno ai due giovani di crescere e di diventare consapevoli del loro ruolo e delle loro responsabilità in questa guerra per il potere sul mondo e sugli uomini.


Daniela Lojarro è nata a Torino. Terminati gli studi classici e musicali (canto e pianoforte), vince alcuni concorsi internazionali di canto che le aprono le porte fin da giovanissima a una carriera internazionale sui più prestigiosi palcoscenici in Europa, negli U.S.A., in Sud Corea, in Sud Africa nei ruoli di Lucia di Lammermoor, Gilda in Rigoletto e Violetta in Traviata. Alcuni brani che ha inciso sono entrati nelle colonne sonore di diversi film, fra i quali «The Departed» di M. Scorsese, «Il giovane Toscanini» di F. Zeffirelli e «I shot Andy Wharol» di M. Harron. Si dedica anche all’insegnamento del canto e alla musico-terapia come terapista in audio-fonologia, una rieducazione della voce e dell’ascolto rivolta ad adulti o bambini con difficoltà nello sviluppo della lingua oppure ad attori, cantanti, commentatori televisivi, insegnanti, manager per sviluppare le potenzialità vocali.



sabato 29 agosto 2015

Vetrina delle Emozioni presenta l'opera Il Gioco del Castello di Dario Stefano Villasanta

IL GIOCO DEL CASTELLO
INFO ORDINI

FAN PAGE
WEB SITE
Claudio è uno studente di filosofia poco più che ventenne, accattivante e un po’ guascone, che presta servizio militare in una base toscana dell’Aeronautica. In una serata come tante conosce Arianna, una coetanea dal fascino inconsueto, e il suo mondo di razionalità ne viene sconvolto. Perché Arianna è diversa da tutte le donne che lui ha incontrato fin lì, Arianna ha poteri magici e non solo legge i tarocchi con maestria, ma parla con gli spiriti da quando aveva nove anni.
Lo ritroviamo in Liguria vent’anni dopo, un quarantenne deluso che si mantiene impartendo lezioni private: non spera nulla, sopravvive a sé stesso. Un giorno riceve una lettera anonima, poche parole criptiche che gli riportano alla mente Arianna e il loro passato. Questa volta Claudio non resiste al suo destino, recupera in sé quel tanto dell’arte che ha imparato da Arianna e…
Un fantasy tra sentimento ed esoterismo che è anche un viaggio, di tempo e di luoghi, verso la consapevolezza di sé e l’accettazione del proprio ruolo nella società. Le due figure femminili principali, Arianna e Miriam, guidano Claudio sui sentieri di un apprendistato che gli consentirà, a distanza di oltre vent’anni dai primi incerti e quasi riluttanti passi, non più di guardare il quotidiano ma di vedere con gli occhi del saggio.

giovedì 25 giugno 2015

Vetrina delle Emozioni presenta Petali di Rosa Opera poetica di Federico Negro in seconda Edizione

Petali di Rosa - Federico Negro
L' OPERA POETICA ESCE A GRANDE RICHIESTA
IN SECONDA EDIZIONE NELLA VERSIONE CARTACEA
IL 25 GIUGNO 2015 

INFO ORDINI
ISBN 978-88-6682-715-3 
"Petali di rosa", silloge poetica di Federico Negro, opera a cura di Gioia Lomasti e Marcello Lombardo, evince scritti dal 2010 al 2015, attraverso custoditi e animati sentieri, ripercorre itinerari di varia natura, cogliendo quei sentimenti fluidamente presenti nell`intima evoluzione del tempo.

lunedì 15 giugno 2015

Vetrina delle Emozioni presenta l'Opera poetica - Come bere un bicchier d'acqua: istruzioni di Marilina Ciociola

FAN PAGE
CANALE EDITORIALE
IBS
AMAZON
EBOOK


Marilina Ciociola, nasce a Manfredonia nel febbraio del 1985. Il desiderio della scrittura viene concretizzato dal tentativo di aprire un varco nel suo quotidiano, uno sguardo nuovo e personale senza la pretesa di considerarlo migliore. 

Se avessi voluto pensare troppo a quello che scrivevo, non l’avrei scritto.
Così come non avrei scritto se avessi dovuto dare troppe spiegazioni a riguardo. Sarebbe stato meglio non farlo. Ho scelto di usare un linguaggio che seguisse molto le immagini e che potesse dare un aspetto inedito e quasi impalpabile alle parole, un’aderenza al limite della logicità ma che si pone al centro della ricerca. Dare insomma quella stessa vitalità, energia ed evanescenza da cui scaturisce l’idea e l’input alla scrittura. E’ un libro nato poco a poco, che a me piace molto; tutto mi piace, soprattutto la sua continua tendenza ad andare oltre l’immediata percezione per poi coglierla e porla al centro, come punto focale e di arrivo.

mercoledì 10 giugno 2015

“Una piuma a Babilonia”, l’esordio in versi di Enzo Lomanno

matiskloedizioni.com

Nella raccolta la poesia dei margini e l’anima di lotta che contraddistinguono il Collettivo “Bibbia d’Asfalto”

La poesia di Enzo Lomanno è il passante attento a cui non sfugge nulla, la viaggiatrice curiosa il cui sguardo si posa non tanto sulla dimensione monumentale delle nostre città quanto su quei brandelli di vita minima che sfuggono ai più, ma che rivelano l’Italia di oggi meglio delle arcate del Colosseo o la maestosità del Pantheon.
È il nocciolo della poetica di “Bibbia d’Asfalto”, il Collettivo creato da Lomanno nel 2012, portata avanti dal suo fondatore anche nella sua prima silloge, “Una piuma a Babilonia”, in uscita oggi in versione digitale per Matisklo Edizioni, giovane case editrice ligure sempre attenta alle voci “fuori dal coro” che provano a raccontare la contemporaneità.

martedì 9 giugno 2015

Vetrina delle Emozioni presenta l'Opera L'ossessione dell'angelo di Diego Brughitta

FAN PAGE
INFO ORDINI
WEB SITE

Alyssa è alta, bellissima e ha sempre gli occhi puntati addosso. Trascorre le giornate immersa sui libri e in giro con la sua amica Sherilyn. Quando compie diciotto anni qualcosa però in lei muta. Inquietanti incubi cominciano a farle visita e il suo corpo è preda di forti dolori, soprattutto in prossimità del ventre, ove una cicatrice a forma di croce stilizzata l'accompagna da che ha ricordo.


Non solo, da giorni un ragazzo dalla straordinaria bellezza la osserva fuori dalla finestra, incutendole paura e curiosità.


A un migliaio di chilometri di distanza, nei pressi della città di Los Angeles, il giovane monaco Tommas è stato scelto per diventare il Custode di un segreto che viene tramandato da millenni. Durante una lezione con il suo mentore, assiste a qualcosa che cambierà per sempre il suo credo religioso. Ezequeel, un angelo caduto, appare all'interno del monastero. E' disposto a tutto per prendere possesso di un nome e di un pugnale e non si fermerà dinanzi a nulla. La sua è una ricerca ossessiva e insieme ad una adolescente apparentemente innocente, lascia il proprio marchio in ogni città in cui si ferma.

Alyssa dovrà accettare una dura realtà. Lei non è una semplice ragazzina americana. Lei è qualcosa di molto più grande, è qualcosa di immenso e tutto ciò che ha sempre creduto è solo una enorme menzogna creata con lo scopo di proteggerla. Ora dovrà capire di chi fidarsi e prepararsi a difendersi, per far sì che il suo sangue venga preservato

lunedì 18 maggio 2015

Vetrina delle emozioni presenta il Romanzo Ricordi in Movimento di Barbara Panetta

Ricordi in Movimento
ISBN: 978-88-99121-73-0 

Disponibile anche in eBook

Sinossi


Ricordi  in movimento e' un romanzo breve dove l'interpretazione dell'amore viene vista come un morboso desiderio di rincorsa dell’oggetto amato. Carolina e' alla ricerca di una passione perpetua e inesistente vissuta pazzamente nell'insoddisfazione del quotidiano, in cui l'amicizia con Veronica, sua confidente muta nel corso degli anni fino a rivelarsi un tradimento. Carolina esprime la sua follia d'amore per l'amico Giacob, il quale corrisponde la sua passione amorosa frenata dalla realtà stabile di Carolina incastrata in un matrimonio con tre figli, tra cui la sua preferita è la più piccola Lucia e con la quale spesso colloquia perdendosi in voli pindarici legati allo stesso Giacob e a un tanghero irresistibile, Ramon. Carolina si imbatte anche in Emma, una ragazza paralizzata a causa di un incidente in mare, che la riporta alla realtà e le fa capire che forse la sofferenza amorosa è in parte effimera e superficiale. In uno  scenario variabile Carolina agisce immatura e insoddisfatta e sfiduciosamente tradita dal cuore e dai rapporti umani che costantemente turbano la quiete della fiducia e della Lealtà. Carolina, in realtà, combatte contro la monotonia e la routine quotidiana, creando situazioni nuove sempre più eccitanti  per tenere viva la sua passione: il ballo e il movimento. L'amore, il tradimento, la passione e il coraggio sono temi costantemente trattati  nel romanzo tramite l'incontro con personaggi che compaiono come delle identita'simboliche e che hanno ognuno una storia a se connessa con Carolina. La passione amorosa tra Carolina e Giacob, l'amicizia tra la protagonista e Veronica e anche altri incontri sono descritti in lettere e poesie che rappresentano ventate di freschezza emotive. Il coraggio di azioni imprevedibili è un elemento costante. La storia si conclude con la scrittrice del libro che ha narrato le vicende di Carolina. Beatrice, questo il suo nome, intende dedicare una metaromanzo a Giacob, prima preso a modello della sua storia raccontata, ma poi amato veramente da lei e di cui lei scrive con malinconia e nostalgia, essendo dovuta tornare alla sua vita di donna sposata.

domenica 3 maggio 2015

Vetrina delle Emozioni presenta Protagonista:altro che favola! di Angela Barbieri

INFO ORDINI
BLOG
FAN PAGE
TitoloProtagonista. Altro che favola!
AutoreBarbieri Angela
Dati2014, brossura
EditoreMohicani Edizioni  (collana Narrativa)

SINOSSI

Talia, la protagonista, è una ragazza di ventisei anni, “sull’orlo del successo”, come ama definirsi, che cerca affannosamente l’amore, ma lo fa con sarcasmo, tentando di non prendersi mai troppo sul serio.
Talia ha la fama di essere una mangiatrice di uomini, perché, dopo una precocissima, ma non meno dolorosa, delusione d’amore (ai tempi dell’asilo), ha deciso di “usare” gli uomini, battendoli sul tempo, prima che questi s’apprestino ad usare lei. Eppure, nonostante il voluto cinismo, al quale forse nemmeno la ragazza crede ciecamente, Talia cerca l’uomo dei sogni, il principe azzurro che sappia avvolgerla nell’ampio abbraccio del suo rinomato mantello. Ma gli uomini, si sa, sono degli eterni Peter Pan, come l’ autrice sottolinea, e sono maestri nel rifilare delusioni e stroncare aspettative. Talia sperimenta la frustrazione di un incontro amoroso che non è sfociato, come lei sperava, in una storia vera e seria e allora, ad un certo punto, lo scoramento ha la meglio sulla voglia di reagire.
Assai azzeccato e brillante è il dialogo, frequente, della protagonista con i propri neuroni, raffigurazione della doppia voce della coscienza di Talia, quella “buona” che le suggerisce di essere “seria” e di pensare ad un uomo alla volta e quella “cattiva” che, al contrario, la incita a perpetuare l’atteggiamento della fredda doppiogiochista, anche dinanzi a quello che potrebbe diventare, chissà, l’uomo giusto.
Suddiviso in dieci capitoli, “Protagonista: altro che favola!” descrive in tono ironico e gioviale il rapporto tra uomo e donna, analizzandone retrospettive e stati d’animo.

venerdì 1 maggio 2015

Vetrina delle Emozioni presenta "La metà del gigante" di Gianfranco Cambosu

Gianfranco Cambosu
La metà del gigante

(distribuzione Messaggerie Libri)
Sinossi
Nella Sassari degli anni Novanta il trentenne Pietro Aglientu, bibliotecario e aspirante scrittore, frequenta il corso di scrittura di Riccardo R. Golia, suo futuro editore, che però tiene i contatti con lui solo tramite lettere scritte a mano con una calligrafia impeccabile, non apparendo mai. Lisa e Barbara, collaboratrici dell'editore (due tipe un po’ fuori dalle righe), chiedono a Pietro di ripercorrere attraverso le sue storie il proprio passato. Un semplice esercizio scrittorio diventerà così un esercizio di vita, l'esplorazione del suo mondo, a partire da quello oscuro dell'infanzia. Comincerà a ricostruirlo attraverso lettere e fotografie, alcune delle quali inquadrano una popolare festa sassarese, la Faradda. In mezzo alla folla di tanti anni prima scorge un misterioso individuo che ha una familiarità intraducibile. Passato e presente finiranno per incrociarsi tra storie di sesso e tradimenti. Gina, giovane e tormentata amante del padre, fornirà un primo indizio a Pietro a proposito della sua vera identità. E poi Ornella, l'anziana postina, che in un modo alquanto singolare lo indurrà ad andare avanti.
A Napoli, in mezzo all'umanità derelitta dei Quartieri Spagnoli, il suo viaggio arriverà al capolinea. Sarà qui, in uno squallido albergo, che avverrà l'incontro unico, rivelatore e sconvolgente con Golia. A quel punto anche i nomi acquisteranno un significato.

domenica 26 aprile 2015

ESPRESSIONI - EMOZIONI di Vito Enzo Casavola


INFO ORDINI 
  ISBN 978-88-95545-88-2
In questa silloge emerge  l’ IO di Casavola, in maniera evidente, nel rapporto con gli elementi della natura, dell’amore come valore universale e assoluto di vita, e della sua PUGLIA , tanta amata, Egli vive attualmente in provincia di Modena in collina, si ritiene un auto esiliato…ma che gli ha permesso di sviluppare con serenità una sua personale tecnica di scrittura U;E: dice di lui…”….Che bei versi,,sono così naturalmente esposti da renderli un corpo unico,,,,dal suono che vanno oltre l’udibile….” E ancora ADRIANA NOTTE scrive di lui “….Complessa personalità quella di Vito Enzo Casavola,linee opposte, convergenti, canto e tempesta, vibratile ala, e agganci lancinanti di memorie,,,,,” è un vero piacere leggere i suoi versi, personalmente, e spessissimo, mi ci trovo dentro alle sue poesie, con le sue intuizioni, nei  suoi stati d’animo, le sue espressioni, le sue emozioni. Parlandoci personalmente mi ha sottolineato che in questa raccolta ha desiderato solamente evidenziare il se stesso , far conoscere agli altri chi è VITO ENZO CASAVOLA.

lunedì 6 aprile 2015

Vivi... Ancora una volta Romanzo di Moreno Tubia


FAN PAGE 

Informazioni bibliografiche


SINOSSI


Una seconda chance.
Appena deceduto, il protagonista può scegliere di avere un'altra possibilità, per vedere cosa avrebe potuto fare della sua vita, solo con le proprie forze.
Risvegliatosi nel deserto del Nevada, in un corpo non suo, scoprirà la sua missione: lasciare il segno riattivando il vecchio proiettore di un altrettanto vecchio drive in proiettando, grazie ad una storica e magica pellicola che tutti noi conosciamo, la luce prodotta dalla fabbrica dei sogni.. e riunendo una piccola cittadina che vive, tra sorrisi e sofferenze, la vita di tutti i giorni.

INFO ORDINI
Copertina creata da
Antonella Arrigo



Non siamo una testata giornalistica. Questo blog non rappresenta una testata giornalistica poiché viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62/2001. L’amministratore del blog declina ogni responsabilità per gli articoli proposti da altri autori o per i commenti aggiunti agli articoli stessi. Eventuali contenuti lesivi dell’immagine o dell’onorabilità di persone terze, o in violazione delle leggi sulla privacy, non sono da attribuirsi all’amministratore del sito, nemmeno se il commento viene espresso in forma anonima o criptata. Qualora fossero presenti contenuti che ricadono nei casi descritti lo si comunichi all'amministratore del blog che provvederà alla loro pronta rimozione.

info@vetrinadelleemozioni.com