WikiPoesia

WikiPoesia
WikiPoesia Enciclopedia Poetica
Vetrina delle Emozioni sito

Visualizzazioni totali

CERCA NEL BLOG


FANS PAGE FACEBOOK

FANS PAGE FACEBOOK


GIOIA LOMASTI FANPAGE

venerdì 23 luglio 2021

INTERVISTA ALLA MOSAICISTA ROSETTA FRANCHETTI A CURA DI GIOIA LOMASTI

 

Dante Matelda
OPERA DI ROSETTA FRANCHETTI
WEBSITE

Rosetta Franchetti nasce in Italia, vicino a Ravenna, città famosa nel mondo per i suoi mosaici bizantini. Scopre, per puro caso la sua passione per il mosaico negli anni 2000, grazie alla volontà di abbellire un comodino in legno acquistato a un mercatino per le pulci. Artista autodidatta, lavora con tutti i tipi di materiali: vetro, vetro specchiato, ceramica, ardesia, smalti veneziani che assembla facendoli comunicare e valorizzare a vicenda. I suoi primi lavori traggono ispirazione dai disegni bizantini realizzati a ricamo da sua madre. Attualmente, le radici del suo lavoro nascono dalle sue emozioni, dai suoi pensieri, dalle sue riflessioni. Nei suoi lavori quindi idee e materiali si fondano per creare opere uniche.

mercoledì 21 luglio 2021

INTERVISTA AL CANTAUTORE MAo MEDICI A CURA DI GIOIA LOMASTI - PRESENTIAMO UNO DEI BRANI PIU' RECENTI


SITO WEB

MAo Medici, cantastorie, leva 1977.  Geometra, tecnico AutoCAD, grafico e web designer. Si approccia alla musica con un fare timido in età scolastica iniziando con lo scrivere poesie. Sente l'esigenza di accompagnare i suoi testi con delle note. Imbraccia la sua prima chitarra nel lontano 1991 studiando da autodidatta. Dopo aver vinto un concorso di poesia, nel 1992 comincia a scrivere le prime canzoni e a costruire la prima band: i Dalbamao. Sonorità rap con le tastiere Bontempi. Anche lì, l'autore, studia da autodidatta il pianoforte. Ma lo strumento a corde lo attira sempre più. Nel 1994 cambia pelle, un vestito punk con la sua prima elettrica. Crea i Senza Senso. Band che lo porterà a suonare con Niccolò Fabi, Sottotono e altri artisti della scena di allora sul palco del Palabanco di Desio. Ma MAo non ama rimanere nello stesso mondo, dopo due dischi con i Senza Senso e alcuni concorsi vinti (e persi) che lo hanno portato a suonare nella maggior parte del Nord Italia, nel 2000 crea i Dual (2000/2007), sonorità pop e, parallelamente fonda in compartecipazione gli Estatika (2000/2010) (vincitori di numerose tappe di emergenza Rock e di alcuni concorsi regionali) band con sonorità rock melodico/grunge. Molti live dal Nord a Sud della penisola lo portano a consolidare il suo rapporto con le parole e con lo strumento. I tutti gli anni ha sempre composto testi e musiche, rigorosamente in italiano, rigorosamente inediti. Scrive il suo primo libro "Appunti di un paroliere scalzo". Dopo lo scioglimento degli Estatika, il menestrello diventa papà. Da lì parte un nuovo progetto, un nuovo mondo: acustico. Nel 2012 esce il primo disco cantautorale, chitarra e voce: Cenere. Non è da tutti, in molti gli sconsigliano un album di quel tipo ma a lui non è mai importato l'essere "alla moda". È l'inizio di un percorso artistico intenso che lo porta a collaborare con i comici di Zelig e Colorado, vince premi, alcuni brani diventano inni, calca palchi prestigiosi e teatri, consolida amicizie con musicisti del panorama italiano ed internazionale. Intervistato in moltissime dirette radio e TV italiane. Moltissimi gli articoli su di lui su molte testate nazionali, web magazine e blog. Il singolo "Questo lo farò" lo porta a conquistare il 4° posto nell'Euromusic Contest di cui era l'unico artista a cantare in italiano con solo chitarra e voce. Nel 2015 realizza il secondo disco tramite crowdfunding MUSIC RAISER: Volo Pindarico che ha come ospiti musicisti internazionali. Il suo live è accompagnato da artisti in un set unico sul palco il cantautore fa capire la sua levatura con la sua particolarità. Il suo repertorio propone solo ed esclusivamente brani inediti scritti da lui stesso. Dal secondo disco nasce il romanzo "Una commedia romantica" che nel 2018 diventerà uno spettacolo teatrale scritto e diretto dallo stesso MAo che debutta in teatro nel dicembre dello stesso anno. Scrive "Uno di noi" e "Senti qua", brani ska come sigla di un format televisivo. Devolve il brano "Respiro di te" per lo spot dell'associazione Vittime del Dovere che riecheggia negli stadi di serie A calcistica e durante le dirette Sky e Rai. Dedica e dona il brano "Festa di primavera" alla sua città, Lissone, all'associazione dei commercianti che diventa l'inno della manifestazione. Il brano "Colori d'estate" dedicato a Bellaria viene utilizzato come sigla nelle serate finali del Bim Music Network Festival di Bellaria-Igea Marina. Scrive l'inno "Passa Stoppa Tira e Para" per la società calcistica GS Vedano. Scrive l'inno "Versi Di-Versi" a favore dell'associazione Energy Family Project  a tutela delle nascite con malformazioni e agenesia e amputazione degli arti. Devolve il brano "Oltre la soglia" in favore della lotta contro la violenza sulle donne dedicato a Valeria Bufo per l'associazione XNoiVale. Ottobre 2019 ultimo live in teatro. La pandemia ha bloccato il mondo. Ma il narratore non si ferma, regalando un brano alla città di Milano e non solo: Passa di qua. Nel 2021 rompe il suo silenzio con l'uscita del brano "Stallo". MAo destabilizza tutti, un brano rap, arrabbiato, che fa capire, ancora una volta, il calibro della sua penna. MAo Medici può non piacere al primo ascolto, non è immediato. Il suo raccontare va capito, ascoltato. Un uomo con mille sfaccettature con i suoi brani ironici ma intensi, sempre pieni di spunti sui quali soffermarsi. Non è etichettabile, non ha collocazione e, come dice sempre lui sorridendo: " Faccio sempre quello che mi piace e mi diverte, senza nessun nesso logico". 30 anni di palchi, prove, scritti e chilometri... e me le ricordo tutte... Speriamo di poter continuare a fare ciò che amiamo...

INTERVISTA AL MUSICISTA PAOLO GIANNELLI A CURA DI GIOIA LOMASTI


WEBSITE

Paolo Giannelli nasce nel 1967 a Ravenna, città in cui vive. Appassionato di Musica fin dall'infanzia,  continua a coltivare questa passione/missione dedicandogli molto del suo tempo in un naturale work in progress… La sua formazione musicale (ad oggi): Nel 1994 si iscrive all’A.M.R. di Ravenna dove studia Chitarra con Gabriele Bombardini per più di dieci anni e in seguito da autodidatta. Ha suonato in molte formazioni spaziando dal Pop/Rock al Blues al Soul/Funk e Jazz fino alla dimensione acustica in duo e in Quartetto. Negli anni a preso parte a molti seminari dedicati al proprio strumento tenuti da artisti quali Massimo Varini, Scott Henderson, Robben Ford, Tommy Emmanuel, Pat Metheny, Mike Stern, Guthrie Govan, Luca Colombo ,nonché a seguito le Clinics presso Umbria Jazz 2006 e 2007. La sua dimensione ideale è tra Jazz & Blues. Dal 2012  al 2015 in dimensione Live con il progetto acustico Quiproquò. Nel 2013 pubblica il suo primo CD “Blues for me” ( Registrato in HomeStudio) a nome Paolo G. con la collaborazione di Rita Lucca e altri musicisti. Settembre 2014 parte un nuovo progetto di Standard Jazz in duo acustico che si trasformerà in seguito in Jazz Trio, la  M.J.O. (Minimal Jazz Orchestra). Nel 2015 si iscrive al corso di National Diploma presso Artistation (Faenza) Scuola affiliata a MusicAcademy 2000 (Bo)… Il 21 Novembre 2017 esce con il progetto “AcusticaMente”, CD acustico strumentale con all’interno 2 Cover. Maggio 2018 : Seminario con Antonio Forcione & Sarah Jane Morris, nell’ambito di Ravenna Jazz, “l’arte di arrangiare Cover”. Viene selezionato per le “100 Chitarre Elettriche “, spettacolo inserito nel programma del Ravenna Festiva 2018. Nel mese Giugno 2018 consegue l’attestato di frequenza presso Artistation (Faenza) – triennio di National diploma in Chitarra. Ad Ottobre 2020 Clinics con Luca Colombo presso MousiKè, Ravenna. Attualmente è in lavorazione il suo nuovo progetto dedicato al Jazz (2021).

 

lunedì 19 luglio 2021

Vetrina delle Emozioni - pubblicazione del saggio “La ragazza di via Meridionale”, a cura di L. Spurio sulla poesia di Anna Santoliquido

 


È uscito poche settimane fa, per i tipi di Nemapress Edizioni di Roma, il volume saggistico dal titolo “La ragazza di via Meridionale”, opera del critico letterario marchigiano Lorenzo Spurio interamente dedicata all’attività poetica della poetessa, scrittrice e saggista Anna Santoliquido.

L’opera si apre con un contributo critico del professore Vincenzo Guarracino posizionato quale prefazione, testo che apre e anticipa ai tanti argomenti trattati nel corso del libro. Il volume, che porta quale sottotitolo “Percorsi critici sulla poesia di Anna Santoliquido”, è nato ed è stato sviluppato nel corso del 2020, a continuo contatto con la stessa autrice destinataria delle pagine del saggio, spiega l’autore.

domenica 18 luglio 2021

INTERVISTA A GASTONE CAPPELLONI PER IL PROGETTO FOTOGRAFICO L'ITALIA CHE SI RACCONTA A CURA DI GIOIA LOMASTI

 

LOCANDINA A CURA DI GIOIA LOMASTI
OMAGGIO ALL'AUTORE
FOTOGRAFIA A CURA DI 
GASTONE CAPPELLONI

Gastone  Cappelloni vive a Sant’Angelo in Vado, sua terra natia, in provincia di Pesaro e Urbino ai piedi dell’Appennino Marchigiano. Poeta contemporaneo e fotografo per passione. Classe ’57 e quinto di sei figli, inizia il suo percorso lavorativo all’età di quattordici anni... lavorando ha potuto aiutare i genitori grazie allo stipendio, la vita era dura, dove ancora in atto, per così dire la ricostruzione, iniziando il boom economico. Le possibilità di studiare ci sarebbero state, ma preferì  il lavoro; rimpiangendo forse di non aver continuato gli studi, ma la realtà era poter essere d'aiuto alla famiglia. Per i suoi genitori oggi scomparsi, la vita è stata durissima, persone povere ma ricche di umanità e d’incorruttibili valori. Quei valori che gli permisero, e alla grande, di vivere con il sorriso e l’altruismo nel cuore della quotidianità. è nipote di Lino Cappelloni, che come tanti hanno intrapreso quel viaggio in terre lontane, ma portando con sé l’amore per la loro terra in quel di Mar del Plata. Ricorda ancora le parole negli anni “… Gastone non dimenticarti mai dello zio e dei nostri parenti d’Argentina, perché in quella terra pulserà per sempre il nostro sangue … ”. Attraverso il dolce sentire interpretato nelle poesie e nel suo percorso, ha voluto realizzare un progetto autentico che vive di vita vissuta. Anche il degrado, che nel tempo ne racconta la storia e resta ricchezza, nei giorni e nelle notti del tempo passato. L'Italia che si racconta è un progetto che ha radici antiche e che dedica alla sua famiglia. 

VETRINA DELLE EMOZIONI - INTERVISTA AL MUSICISTA FABIO PUGLISI - SOUL BASEMENT A CURA DI GIOIA LOMASTI

 

SITO WEB

Soul Basement è una band formata nel 1997 da Fabio Puglisi originario di Siracusa, da sempre a capo del progetto. Fin dall'esordio sulla scena internazionale, con la sua musica, il gruppo ha colpito l'attenzione della critica, e di audiences di varia estrazione. Ispirato dai suoi modelli, Fabio continua a espandere, e a incrociare, con successo i confini tra i diversi generi musicali, grazie a una grande passione, e alla voglia di condividere le sue canzoni con il pubblico di tutto il mondo, nel più puro piacere della creazione artistica. Collettivo dal sound davvero unico e riconoscibile, i Soul Basement si vedono frequentemente in tour a livello internazionale. 

 

INTERVISTA A SANDRO ORLANDI, AUTORE DI TESTI, CANTAUTORE E COMPOSITORE A CURA DI GIOIA LOMASTI

 


Sandro Orlandi Scrittore, poeta, cantautore e compositore è nato a Roma nel 1951. Vive a Macerata con sua moglie Maristella e con lei condivide il bisogno di esprimersi attraverso la scrittura, principalmente, ma anche la musica delle sue canzoni. Medico ospedaliero ormai in pensione, può finalmente dedicarsi alla sua passione di scrivere racconti, poesie e romanzi, dopo essersi cimentato a lungo nel comporre brani musicali, di cui è stato compositore, sia nei testi che nelle melodie. Ama cimentarsi nell’inventare personaggi, situazioni, storie di vita vissuta e quotidiana in cui poter esprimere il proprio pensiero, prendendo spesso spunto da fatti realmente accaduti, convinto, com’è sempre stato, che la realtà possa essere interpretata anche in modi diversi e che la stessa storia può avere significati inconsueti se viene analizzata da diversi punti di vista. Due i cd incisi con l’aiuto di un suo amico musicista arrangiatore, per un totale di trenta brani, alcuni dei quali premiati; numerosi sono i romanzi, le raccolte di racconti, le sillogi poetiche pubblicate, e diversi i riconoscimenti e i premi conseguiti. La sua ultima pubblicazione, sempre con la casa editrice Antipodes di Palermo, con cui da anni ormai ha scelto di collaborare, è la sua autobiografia, ma sta già lavorando al suo nuovo romanzo.

 

Non siamo una testata giornalistica. Questo blog non rappresenta una testata giornalistica poiché viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62/2001. L’amministratore del blog declina ogni responsabilità per gli articoli proposti da altri autori o per i commenti aggiunti agli articoli stessi. Eventuali contenuti lesivi dell’immagine o dell’onorabilità di persone terze, o in violazione delle leggi sulla privacy, non sono da attribuirsi all’amministratore del sito, nemmeno se il commento viene espresso in forma anonima o criptata. Qualora fossero presenti contenuti che ricadono nei casi descritti lo si comunichi all'amministratore del blog che provvederà alla loro pronta rimozione.

info@vetrinadelleemozioni.com