Visualizzazioni totali

CERCA NEL BLOG


FANS PAGE FACEBOOK

FANS PAGE FACEBOOK


GIOIA LOMASTI FANPAGE

giovedì 30 marzo 2017

Il nuovo singolo del cantautore siciliano Francesco Foti

COMUNICATO STAMPA

Il ritorno di Francesco Foti con 

“Renzo il torbido”



Il nuovo singolo 
del cantautore siciliano Francesco Foti 
uscito il 24 marzo 2017 



Francesco Foti è un cantautore originale nel suo genere. Il suo singolo d’esordio “L’uomo nero” (2013) è una ninna nanna di speranza per i diritti dei bambini che è arrivata all'anima del pubblico che ha così imparato ad amare la sua musica. Dopo aver scritto anche per altri cantanti italiani, tra cui Alessandro Canino, pubblica il suo secondo singolo “Tàn Tàn Tàn” (2016), che manifesta il suo lato Rock, miscelando alla sua rinomata ironia un tocco di Noir per denunciare i mali dei nostri tempi (il Videoclip Ufficiale, per la regia di Vladimir Di Prima, ha superato le 75.000 visualizzazioni organiche su YouTube).

venerdì 24 marzo 2017

Ninè Ingiulla Music & Theatre



Antonino (Ninè) Ingiulla – CANTAUTORE, ATTORE, CHITARRISTA. 

Nato a Biancavilla (Catania) nel 1985, nutre fin da tenera età una grande passione per il canto e per la canzone d'autore italiana. Parallelamente agli studi scolastici, approfondisce lo studio delle opere letterarie classiche e medioevali, in particolare della Divina Commedia di Dante Alighieri, di cui ha imparato a recitare a memoria numerosissimi canti. È diplomato al liceo classico Arnaldo da Brescia, laureato presso l’Università degli Studi di Brescia, e diplomato alla Scuola di Specializzazione per le Professioni Legali. Oggi è anche uno stimato avvocato. 
Dal 1995 al 2000 ha preso lezioni private di chitarra classica e acustica. Dopo aver suonato e cantato da solista in numerose feste private, teatri e locali pubblici, nel 2007 scrive il suo spettacolo: “ Dante e De André – IL SOGNO: INFERNO”. Poi successivamente ìdea la rappresentazione dedicata alla cantica del Purgatorio, intitolato “Dante e De Andrè – Dove l’umano spirito si purga e di salir al ciel diventa degno.” Egli è, inoltre, autore dello spettacolo “ Voci da Spoon River.” Ad oggi si esibisce anche in numerose interpretazioni di pezzi inediti (di cui è autore – arrangiatore e paroliere) e tributi ai grandi della musica leggera italiana e internazionale, lavorando con numerosi musicisti, tra cui Giorgio Cordini, già chitarrista di Fabrizio De André dal 1991 al 1998, anno della morte del cantautore genovese. 

lunedì 20 marzo 2017

25 marzo The Saturday Raindogs Poetry Night - L'appuntamento bimestrale savonese con la poesia con ospiti vecchi e nuovi

Si terrà sabato 25 marzo, a partire dalle 21:30 presso il Circolo Raindogs, all'interno del Consorzio Associativo Officine Solimano, il penultimo appuntamento della stagione con The Saturday Raindogs Poetry Night.
 
La serata, che dal 2007 vede protagonisti sul palco poeti ed artisti e negli anni si è evoluta da appuntamento tra amici del giovedì sera fino alla forma attuale, vero e proprio spettacolo dove è la parola a fare da protagonista, sarà condotta in via eccezionale non dallo storico presentatore ufficiale Alberto "Il Cala" Calandriello ma dai due "supplenti" Edgar Allan Poello e Roberto Keller Veirana.
 
Sette gli ospiti in scaletta che si alterneranno sul palco: la milanese - ma ligure acquisita - Vera Bonaccini, i torinesi Helen Esther Nevola e Fabio Bosco (ideatori e conduttori dell'appuntamento del capoluogo piemontese "Caleido.Scoppio"), il cantautore Mauro Pinzone che presenterà il suo ultimo lavoro "Foto sintesi", Francesco Vico con la sua recentissima silloge "Spoiler: alla fine muoiono tutti", lo sceneggiatore regista e autore genovese Davide Scovazzo e lo scrittore e cantautore svizzero Max De Stefanis, che presenterà il suo ultimo romanzo "Segui il tuo respiro".

Si presenta la nuova raccolta poetica di Francesco Vico "Spoiler: alla fine muoiono tutti"

Pubblicata per i tipi della savonese Librido e disponibile dal 16 marzo, il libro ("33 poesie divertentissime sul fatto che una delle poche cose sicure della vita è che a un certo punto si muore") raccoglie brani composti principalmente negli ultimi due anni, successivi quindi al precedente "Disturbi del sonno", con alcune aggiunte di nuove versioni di poesie precedenti.

sabato 18 febbraio 2017

Ishtar - Opera letteraria di Luca Foglia Leveque

INFO ORDINI
IBS
AMAZON
Ishtar, uomo e strega. L’alchimista del futuro.

Chi è Ishtar? Probabilmente un uomo come tanti, un uomo con il nome di una dea, un essere del futuro. Ha in sé il principio maschile e femminile, ha in sé la forza per sviluppare qualcosa di nuovo: una coscienza pari a quella di una divinità. Il personaggio, un contadino romantico, forte e sognatore, vive felicemente la sua esistenza assieme al compagno, Sargon. Entrambi amano occuparsi della loro fattoria, dei campi, degli animali, della Terra. Ishtar ricorda, con vivacità e curiosità, le sue visioni notturne, i suoi sogni. Ed è proprio grazie ad un sogno che inizia a domandarsi molte cose... La mia anima c’è sempre stata? IO sono anima? In poche immagini oniriche vede la sua essenza prendere la forma di una grande sfera, di un bel verde smeraldo... Tutto qui? No! Ishtar prende e parte, seguito dal suo amato Sargon, vuole risposte. Vuole incontrare, addirittura, la Madre di tutte le Madri... Solo Lei potrà dargli una risposta, unica e certa. L’ambientazione, bucolica e sognante, non fa parte di questo mondo e tutto è sospeso in un affresco pronto a diventare nitido. Parola dopo parola.
Il libro è stato scritto una decina di anni fa, dopo un sogno dell’autore. Cosa c’era in questo sogno? Esattamente ciò che Ishtar riporta stupito, con un breve racconto, ad alcuni dei suoi amici. Quello di Ishtar è un mondo di speranza e crescita, è la storia di un’anima consapevole, di un alchimista che non si dà nomi. Ad Ishtar interessa solo sapere, conoscere, condividere, essere sereno, essere amore. Essere se stesso. Il suo è un mondo di fantasia, frutto di un sogno nel sogno. È un futuro destinato ad essere il presente di ogni anima consapevole.

lunedì 13 febbraio 2017

Antartide nuova Opera poetica di Luca Piccolino

INFO ORDINI
Esce il 13 Febbraio 2017 ANTARTIDE, nuovo progetto poetico di Luca Piccolino

"ANTARTIDE è senza ombra di dubbio ciò a cui tengo di più tra tutte le cose che ho scritto. Devo ringraziare davvero tanto Arduino Sacco Editore che ci ha creduto permettendomi di pubblicarlo e Alda Teodorani per la bellissima prefazione.Speriamo di presentarlo a breve, questo aspetto è ancora in fase di definizione ma di certo c'è che in quell'occasione io e Luca Grumvalski presenteremo anche la nostra versione Musica- Parole di Antartide"

Quando alcuni anni fa Luca esordisce con la sua prima opera “X Tre”, è già penetrato in un sentimento contrastato e fragile della vitalità poetica. La qualità finale di questo piccolo libro è nella tenuta sorprendete che conferma l’esperienza poetica che si concretizza nei versi di un linguaggio trasparente dove si coglie una gioia assente. Luca Piccolino è spinto verso una frontiera geografica che come la musica non conosce confini.

Antartide è la mappa di un viaggio in un territorio ghiacciato, un percorso talvolta sotterraneo, costellato di gabbie e prigioni in cui l'intelletto si dibatte. La periferia romana al giorno d'oggi, spogliata di ogni fascino, completamente cementificata e popolata da una umanità grottesca che corre si insegue e consuma, in giorni sempre più uguali a loro stessi. Un cammino che mette a dura prova lo spirito, in un labirinto da cui si esce con fatica e soltanto grazie alla rivendicazione della propria identità. Un canto politico antico, atipico e personale privo di esercizi di stile o inutili orpelli, fatto di di roccia e lava, sangue e sudore, corpo e amore.

venerdì 10 febbraio 2017

RACCONTANDO UN SUONO... SUONANDO UN RACCONTO...

IL DISCO CHE È DIVENTATO UN LIBRO.



EVENTO
presentazione ufficiale
MAo Medici
Ha calcato i palchi con nomi quali Nicolò Fabi, Sottotono e Allegra Lusini.
Ha aperto concerti a Sergio Arturo Calonego, Espana Circo Este, Bryan Cazzaniga. Ha condiviso il palco con Teo Manzo, Walter Muto, Francesco Magni.
EBOOK
BOOK
Toto Cutugno lo ha ascoltato nel suo studio di Milano definendolo “un matto davvero originale”. Ha alle sue spalle sempre musicisti professionisti che ne colorano i brani. La sua formazione lo vede ora lavorare con Matteo Luraghi, Vito Emanuele Galante, Ivan Padovani e Andrea Meloni.

Non siamo una testata giornalistica. Questo blog non rappresenta una testata giornalistica poiché viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62/2001. L’amministratore del blog declina ogni responsabilità per gli articoli proposti da altri autori o per i commenti aggiunti agli articoli stessi. Eventuali contenuti lesivi dell’immagine o dell’onorabilità di persone terze, o in violazione delle leggi sulla privacy, non sono da attribuirsi all’amministratore del sito, nemmeno se il commento viene espresso in forma anonima o criptata. Qualora fossero presenti contenuti che ricadono nei casi descritti lo si comunichi all'amministratore del blog che provvederà alla loro pronta rimozione.

info@vetrinadelleemozioni.com